Tassa sui licenziamenti Ecco lo stop di un anno

L a legge approvata definitivamente da Palazzo Madama risolve parzialmente il problema della cosiddetta tassa sui licenziamenti. I datori non dovranno più pagare il balzello in caso di cambio appalto da una ditta a un'altra. La tassa sul licenziamento avrebbe messo in grave difficoltà le società di servizio. La sospensione viene rinnovata di anno in anno. La misura costa 30 milioni di euro. Anche l'integrazione salariale del 10% per i contratti di solidarietà è soggetta a continue proroghe. La legge Milleproroghe la conferma e le retribuzioni potranno quindi restare al 70% e non al 60%.