Tav, analisi firmata da cinque esperti su sei. Ora è bufera

Fonti del ministero delle Infrastrutture confermano che il professor Pierluigi Coppola non ha firmato il documento. E ora il Pd chiede di invalidarla

Sull'analisi costi-benefici della Tav, ora scoppia la bufera. Come affermato da fonti del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, "si precisa che il professor Pierluigi Coppola non ha partecipato, in specifico, alla stesura della relazione sulla analisi costi-benefici Torino-Lione".

Pertanto, il documento del gruppo di lavoro è stato firmato da cinque membri su sei. A firmarlo sono stati Marco Ponti, Paolo Beria, Alfredo Drufuca, Riccardo Parolin e Francesco Ramella. Un fatto che ha già scatenato l'opposizione. Davide Gariglio, deputato Pd in Commissione Trasporti alla Camera ha dichiarato: "L'analisi costi benefici pubblicata oggi dal ministero dei Trasporti è palesemente un atto fazioso senza alcun valore giuridico, legale, tecnico ed amministrativo e non può essere quindi utilizzata per valutare l'opera. Il documento non è infatti stato sottoscritto da tutti i componenti dell'indagine: manca la firma di Pierluigi Coppola, l'unico esperto neutrale presente tra i commissari scelti da Toninelli".

E Raffaella Paita, capogruppo dem in commissione, riafferma: "Il professor Coppola deve essere audito in Commissione il prima possibile, per capire come e con quali criteri sia stata svolta un'analisi costi benefici che, da quel che si capisce, fa acqua da tutte le parti. A meno che il metodo seguito non sia stato in realtà quello dei costi e pregiudizi".

Commenti
Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mar, 12/02/2019 - 15:52

E' una notizia molto interessante. Mi piacerebbe sapere quali punti del rapporto non condivide

Pita59

Mar, 12/02/2019 - 15:56

Se le regole per rendere legale questa analisi costi e benefici richiede la firma di tutte e sei i tecnici, ed uno non firma, allora questa analisi deve essere invalidata.

killkoms

Mar, 12/02/2019 - 16:16

sarà l'unico a favore o neutro!

Libertà75

Mar, 12/02/2019 - 16:24

@el presidente, ma si sarà messo a ridere quando ha letto che tra i costi ci hanno infilato la riduzione delle accise e dei pedaggi, cosa che non si può sentire... perché anche se corretto in fase di mera computazione, non è realmente corretto poiché si dovrebbe puntare a decongestionare il traffico e a ridurre le emissioni... con questa logica dovremmo chiudere le aziende di trasporto locale perché fanno concorrenza alle auto... assurdo!

maurizio-macold

Mar, 12/02/2019 - 16:27

Per il M5S non fare quest'opera e' solo uno stupido ed infantile puntiglio. Si tratta di un treno, e non di una autostrada, quindi portera' benefici anche in tema di minore inquinamento e ci colleghera' piu' rapidamente con il resto dell'Europa. E per come si e' messa quella del M5S e' una battaglia persa in ogni caso, perche' non credo che Salvini ceda e se l'opera si fa il M5S e' destinato a sgretolarsi.

Ritratto di akamai66

akamai66

Mar, 12/02/2019 - 16:35

A prescindere dal contenuto, i kompagni avrebbero eccepito anche se la relazione l'avessero firmata i 12 apostoli!

maurizio-macold

Mar, 12/02/2019 - 16:58

Il PD vuole salvare questo governo ? Puo' essere, forse vuole che arrivi al giusto punto di cottura e recuperare quanti piu' voti possibile dal M5S.

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Mar, 12/02/2019 - 17:38

... rideranno di noi perfino in Uganda ....

Ritratto di L'Informista

L'Informista

Mar, 12/02/2019 - 18:09

Se fosse necessaria la firma di tutti per dare validità all'analisi, mi sembrerebbe un escamotage studiato a tavolino per poter dare l'assenso all'opera e nello stesso tempo prosciogliere i 5S da qualsivoglia responsabilità politica. Tuttavia mi domando, io che sono un esperto di quiz fin dai tempi di Rischiatutto e della settimana enigmistica,ma come è possibile che in un organo di competenti (che i competenti vanno tanto di moda, contrapposti al popolo che per definzione è ignorante), vi sia uno che non è d'accordo? A questo punto chi è il competente e l'incompetente tra coloro che hanno stilato l'analisi costi/benefici?

MOSTARDELLIS

Mar, 12/02/2019 - 18:52

Pensate alle risate che si stanno facendo in Francia e all'UE. Farci prendere in giro da Francia e UE è il massimo....non lo avrei mai pensato...

sparviero51

Mar, 12/02/2019 - 18:57

PENSATE SOLO CHE I MEMBRI DELLA COMMISSIONE SONO STATI SCELTI DA UN "0" DI ASSICURATORE DIVENTATO MINISTRO PER CHIAMATA DA UN'ALTRO "0" DISOCCUPATO SEDICENTE VICEPREMIER CONTRARI TUTTI E DUE ALLA TAV . QUALE LIVELLO DI IMPARZIALITÀ POSSIAMO ASPETTARCI ???????

COSIMODEBARI

Mar, 12/02/2019 - 19:06

Il M5S ha preso un Tap laddove non batte il sole, ha preso una tramata in Abruzzo, e così ha pensato bene di pubblicare questo lavoro costi/benefici della Tav con una firma in meno, per far dire a Di Maio che è stata una manina a togliere la sesta firma.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mar, 12/02/2019 - 19:07

X l'Informista....L'analisi è stata prodotto dallo Studio Ponti e lo stesso Ponti ha dichiarato che il Coppola non ha partecipato sufficientemente ai lavori ragion per cui non ha firmato la relazione (o non gli è stato concesso di firmare). Si deve notare che il Coppola, a differenza degli altri esperti indipendenti, né appartiene allo Studio Ponti né ha rapporti di consulenza o di affari con lo stesso, è dunque comprensibile che, essendo estraneo allo Studio abbia trovato difficoltà a d integrasi con gli altri esperti. L'affiatamento e l'abitudine a lavorare assieme era stata la motivazione forte che aveva guidato il Ministro Toninelli nella scelta degli esperti. TAV bye bye !

tormalinaner

Mar, 12/02/2019 - 19:08

Per dare retta a quattro caprai trogloditi della bruttissima Val Di Susa, dobbiamo rimanere indietro nello sviluppo economico nazionale. Ma questi non fanno i conti dei benefici a livello nazionale e internazionale?

cgf

Mar, 12/02/2019 - 19:16

M5S si è infilato in un cul-de-sac da solo, la TAV si farà

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 13/02/2019 - 09:02

il pd va a braccetto con la lega, saranno "convergenze parallele"? per che non è un "compromesso stòico" i comunisti non sopportano stare lontani dalla poltrone e dalla "cassa" sono sofferenze immani per loro che non sono stoici"!