Tav, Salvini apre a referendum: "Voterei Sì". Ma il M5s: "Opera da bloccare"

Matteo Salvini lancia la proposta di un referendum sulla Tav. Il ministro degli Interni apre dunque ad una consultazione sulla realizzazione della Torino-Lione

Matteo Salvini lancia la proposta di un referendum sulla Tav. Il ministro degli Interni apre dunque ad una consultazione sulla realizzazione della Torino-Lione. Il titolare del Viminale ha fatto sapere che tiferebbe per il "Sì". Il referendum potrebbe scattare nel caso in cui dalla comissione costi-benefici sulla Tav non arrivassero risposte chiare. Intervenendo ad un incontro organizzato da Confindustria Lombardia, il ministro ha affermato: "Aspettiamo il rapporto costi-benefici ma - visto che riguarda soprattutto torinesi, piemontesi e gran parte della penisola italiana - se non si arrivasse a una decisione, chiedere ai cittadini cosa ne pensano, penso che possa essere una strada".

E sulle modalità di rimettere al centro del dibattito sulla grande opera la volontà popolare, Salvini è stato chiaro: l'idea è quella di un referendum. Secondo il vicepremier"l’unica cosa che non può succedere è che si vada avanti ancora per settimane o per mesi a discutere. Quindi sulla Tav serve una risposta nelle prossime settimane: i cantieri si aprono o non si aprono. L’importante è avere dei sì o nei no, io - ribadisce il titolare del Viminale - tifo sì. Se i tecnici ci dicessero no o forse, bisogna ascoltare i cittadini". Insommma la partita della Tav resta aperta e il parere dei tecnici di fatto potrebbe essere determinante per scegliere la strada della realizzazione diretta dell'opera o quella di una consultazione referendaria. E alle parole di Salvini ha risposto Lugi Di Maio a Quarta Repubblica, il talk show di Rete 4 condotto da Nicola Porro: "Non stiamo parlando della Tav in generale, ma della Torino-Lione. Oggi si parla di un referendum, non è un ministro a chiedere un referendum, ma i cittadini devono richiedere. È la legge, come statuti regionali e comunali, che li prevedono". Infine il ministro ha aggiunto: "Al ministero stiamo facendo lo studio costi benefici che non durerà in eterno - ha proseguito - faremo dire ai tecnici se questa opera è valida o è stata fatta per spartirsi mazzette. C’è il tema di una comunità che chiede il referendum e chi siamo noi per impedirlo? Ha concluso".

"Ci stupiscono le proposte dei leghisti su un possibile referendum sulla questione Tav". Non si è fatta attendere la risposta del Movimento 5 Stelle di Palazzo Civico che con la capogruppo Valentina Sganga ha replicato a muso duro: "Evidentemente il ministro Salvini, che non si capisce neanche più che ruolo abbia, se di ministro degli Interni o dei Trasporti, ha già appurato che i risultati dell'analisi costi-benefici danno ragione alle migliaia di persone scese in piazza sabato scorso e cerca un escamotage, come la proposta di un referendum con 20 anni di ritardo". Quindi la stoccata dei pentastellati della Sala Rossa: "Faccia i conti con la realtà: il Tav va fermato a prescindere dalle promesse avanzate tra un caffè e l'altro".

Commenti

Pinozzo

Lun, 10/12/2018 - 18:04

Giusto. Allora facciamo un referendum anche sul reddito di cittadinanza e sul decreto sicurezza.

Massimo Bernieri

Lun, 10/12/2018 - 18:45

Va a chiedere il parere anche al pensionato che non gli importa nulla che senza opere il paese resta svantaggiato,chi non sa neanche dove è il Fréjus,chi dice NO per principio anche a un nuovo marciapiede davanti a casa perché non vuole rumore e polveri durante i lavori e poi,che valore ha un referendum propositivo non previsto da Costituzione?

cir

Lun, 10/12/2018 - 19:09

ottima idea.

rigampi51

Lun, 10/12/2018 - 19:13

Non c'è bisogno di fare un referendum per la TAV, deve essere fatta e basta ma se proprio vuoi un referendum ha ragione Pinozzo, facciamolo anche per il Reddito di cittadinanza e per il decreto sicurezza

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 10/12/2018 - 19:52

Il referendum sarebbe una saggia idea: gli italiani - tutti - chiamati a dire la loro, però vedo che M5s storce il muso..

Vostradamus

Lun, 10/12/2018 - 19:59

Se l'adeguamento del parcheggio condominiale non dà fastidio alla sitaf, bene. Diversamente, per realizzarlo, bisogner fare affidamento sul referendum. http://www.ilgiornale.it/news/cronache/quei-no-tav-zitti-davanti-raddoppio-traforo-frejus-944108.html http://www.valsusaoggi.it/cantiere-tav-ecco-quanto-ci-guadagna-la-sitaf-in-arrivo-i-tre-progetti-per-lautostrada/

gio777

Lun, 10/12/2018 - 19:59

ma che razza di paragone è fare referendum per redito di cittadinanza???? se non va bene al prossimo giro lo si toglie. MA AVETE PRESENTE L'IMPATTO DELLA TAV? e a che cosa serve???? per andare a lione in treno..... apperò....interessante.....

guido.blarzino

Lun, 10/12/2018 - 20:01

Non si può andare avanti così ogni giorno in contrasto. Si perde solo tempo mentre la crisi ci attanaglia e chi ha debiti deve subire, non comandare e tantomeno fare i gradassi

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 10/12/2018 - 20:04

alla votazione,i comuni della città metropolitana di torino hanno votato sì in 167,8 contrari ed 1 astenuto..VOX POPULI VOX DEI

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 10/12/2018 - 20:13

La Tav l'ha costruita il Governo Berlusconi-Lega perché il governo Prodi bloccava i lavori per spendere il gettito fiscale d'Italia in contratti derivati che arricchivano gli "investitori esteri" suoi compari. Mattarella tiranneggiava gli italiani sostituendo dal potere esecutivo Berlus e la Meloni per contrabbandarvi i ricattabilissimi 5*, capeggiati dal comico stragista maomettano a piede libero. Comunista Prodi e comunista Mattarella...

carlottacharlie

Lun, 10/12/2018 - 20:23

Per chi ha a cuore lavoro e benessere dev'essere imperativo Bloccare i 5 stolti invece che le infrastrutture. Chi non lo capisce è un povero inetto che si merita di continuare vivere nel degrado e povertà. Non capire che, "vogliono", si sia poveri è un autogol che fa rabbrividire, e farsi "lavare il cervello" è insensatezza. Questi balordi, fratelli dei sinistri odiano l'avanzamento del paese e la libertà, nostra. Si è lasciato dai fine '60 mano libera ai farabutti e per ignavia nostra il paese è una cloaca. Ribellarsi ai criminali nei palazzi, dobbiamo cercare di far piazza pulita di malfattori, ladri e fancazzisti.

Giorgio5819

Lun, 10/12/2018 - 20:34

Facciamo più in fretta e spendiamo meglio i soldi degli italiani, elezioni anticipate e fuori dai giochi i comunisti dilettanti travestiti. Ora basta con le manfrine, non si può devastare un paese per far giocare un grumo di meridionali assetati di soldi e fancazzismo.

Ritratto di dante57

dante57

Lun, 10/12/2018 - 20:43

I grillini vogliono portare l'Italia e gli italiani al medioevo...

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 10/12/2018 - 20:58

l'unica cosa da bloccare è il reddito di cittadinanza, paghiamo le tasse per mantenere dei fannulloni, scansafatiche.

rugoso

Lun, 10/12/2018 - 21:03

Che senso ha aspettare l'analisi costi~benefici se questi già a priori vogliono far saltare la TAV. È ora di finirla con questi incompetenti che vogliono far tornare l'Italia al medioevo. Che salti il banco e via a nuove elezioni!

rokko

Lun, 10/12/2018 - 21:07

Questi sono veramente dei pagliacci, come si fa a parlare di costi benefici per un'opera già avviata, per la quale sono già stati spesi un sacco di soldi, e che è assolutamente necessaria?

HARIES

Lun, 10/12/2018 - 21:13

Allora, ricapitoliamo: se vogliamo fare i referendum sulle grandi opere allora bisogna mettere in cantiere anche il ponte sullo stretto di Messina. E non solo. Rivedere la politica energetica italiana. Oggi, la tecnologia è sufficientemente avanzata da considerare sicura l'energia nucleare. Quindi annullare il passato referendum sulle centrali atomiche. E, visto che stiamo fornendo tonnellate di soldi al progetto ITER per la fusione nucleare, che si diano una mossa!!!

01Claude45

Lun, 10/12/2018 - 22:03

E bravo, Pinozzo, giusto: facciamo il referendum per: Reddito di cittadinanza Si No TAV Si No Gronda Si No Alta velocità Napoli-Bari Facciamo valere i referendum del Veneto e Lombardia AUTONOMI. Facciamo inoltre un SONDAGGIO sui ministri: Di Maio, Toninelli, Lezzi, Trenta, Bonafede, Grillo. Aggiungiamo pure il quesito: CHI PAGA i danni per gli errori e/o sanzioni per le opere finanziate anche dalla UE. Sembra che rinunciare alla TAV comporti un costo finale di ca. 20 mld. Toninulla e Di Maio, pagate voi? 40 progetti per il Ponte Morandi nuovo mi sembrano un pò troppi, NEANCHE 1 che preveda la RIPARAZIONE e consolidamento del resto del ponte. SEMPLICEMENTE FOLLIA!

Ermocrate

Lun, 10/12/2018 - 22:42

M5S----- NO tav---NO tap----NO termovalorizzatori----NO ...... Bentornati al MEDIOEVO

Ritratto di allergica_alle_zecche

allergica_alle_...

Lun, 10/12/2018 - 23:29

è come chiedere al pensionato valdostano se a Roma serve una nuova metropolitana: cosa gli frega e cosa ne può sapere?

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 11/12/2018 - 00:16

Dobbiamo raccogliere 500.000 firme per un referendum sulla TAV? Ci vogliono meno di cinque minuti! Stai attento a quel che dici, giggino, perché ti metti in buca da solo... come al solito. Qualcuno gli ha detto l'esito del referendum in Piemonte fra i sindaci dei comuni interessati?

asalvadore@gmail.com

Mar, 11/12/2018 - 02:42

C'ë un problema di seretñá. É un problema essenziale quando si fanno untratto si mantiene la pa parole altrimenti sei da un mezzo uomo a un quaraquara, e se questo é serissimo per una persna é fatale per uno stato. Chi ci crederá piú perché da esame di diso%benefici ripetuti ad infinitum nessuno ci crederá piú e nessuno vorrá trattare con l'Italia´I M5S credono di essere in bazar orientasle dob¡ve puoi trattare allo sconto con stati. Sono pazzi!!, Giocano spensierati con la riputazione dell'Italia.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Mar, 11/12/2018 - 05:34

Tav e terzo valico sono troppo importanti. Grillo dice delle fesserie quando afferma che la tav ed il,pendolino hanno la stessa velocità di km 260 H.

Popi46

Mar, 11/12/2018 - 06:34

Anche i grullini vanno fermati a prescindere dai risultati elettorali....

Popi46

Mar, 11/12/2018 - 06:41

@Ermocrate: quale stupore? È la famosa “decrescita felice” , invocata dal comico così così ed apprezzata da tanti straccioni mentali....

MauroNardos

Mar, 11/12/2018 - 14:08

Allora a questo punto facciamo un referendum pure per il Ponte sullo Stretto dove Calabria e Sicilia possono decidere il loro destino come fu fatto tra Hong Kong e Cina lungo 55 kilometri sopra i flutti.

morello

Mar, 11/12/2018 - 14:58

Il tratto della rete TAV torino lione è solo una una piccola parte del collegamento europa est europa ovest ipotizzato dalla U.E. e da questa sovvenzionato .E' cioe' in questa ottica completa che la U.E. lo concepisce e lo sostiene economicamente e non per il semplice collegamento di torino con lione come i grillini cercano di farlo credere e molti dei commentatori del Giornale ritengono . Si tratta chiaramente di un'opera "strategica" e come tale è semplicemente assurdo pensare di poterne fare una valutazione dei costi/ benefici .Qualsiasi variabile si ipotizzi per questo calcolo è opinabile . Da quanto sopra è chiaro che un referendum potrebbe risolvere la questione ma è altrettanto chiaro che questo referendum non puo'essere circoscritto al Piemonte o addirittura alle popolazioni locali (auspicio dei grillini per vincerlo ) ma a tutti gli italiani