Tensione tra Lega e M5s ​per i tagli alle periferie

L'emendamento al Milleproroghe che di fatto ha stoppato i fondi per i progetti per il recupero delle periferie di fatto crea qualche crepa anche nella maggioranza

L'emendamento al Milleproroghe che di fatto ha stoppato i fondi per i progetti per il recupero delle periferie di fatto crea qualche crepa anche nella maggioranza. Le proteste a quanto pare non sono arrivate soltanto dai sindaci dell'opposizione ma anche da quelli di Movimento Cinque Stelle e Lega. Ad accendere lo scontro è stato il sindaco di Livorno, Filippo Nogarin. Nella citàà toscana sono attesi diciotto milioni proprio per le periferie. E al Corriere il primo cittadino rivela che il "correttivo è peggio della toppa" invitando il governo a trovare in tempi rapidi una soluzione. E da Vicenza, il leghista Francesco Rucco afferma: "Sono già partiti i lavori e, per alcune opere, abbiamo anche incassato il 20 per cento. Il problema riguarda tutti". Insomma a quanto pare la scelta della maggioranza potrebbe creare un vero e proprio muro contro muro tra governo e amministrazioni locali.

E su questo fronte le opposzioni vanno all'attacco. Il sindaco di Milano, Beppe Sala, chiede subito un ricorso da parte dell'Anci: "È una scelta indifendibile. L'ha detto il presidente dell'Anci, questo è un furto con destrezza, penso che l'Anci debba fare ricorso. Hanno fatto una cosa che riteniamo illegittima". Sulla stessa posizione anche Forza Italia con Stefania Prestigiacomo: "Con una scelta scellerata il governo ha deciso di sospendere 1,6 miliardi previsti nel bando per le periferie. Il Sud, e la Sicilia in particolare, subiranno le conseguenze di questi tagli irresponsabili. Ma a settembre, sul decreto Milleproroghe, daremo battaglia per sanare questo vulnus". Infine rincara la dose anche il segretario del Pd, Maurizio Martina: "Il governo fa il gioco delle tre carte ma deve tornare sui suoi passi e confermare i fondi per i quartieri popolari".

Commenti
Ritratto di Atomix49

Atomix49

Ven, 10/08/2018 - 18:22

Questi del governo dell'ossimoro hanno bisogno di racimolare grana per mantenere le promesse elettorali e la propaganda. I soldi sono sempre meno e sempre più costosi a causa del differenziale italo- tedesco. I soldi sono come il liquido nel circuito dei freni: è sempre lo stesso volume: ai voglia a pompare sempre quello è. Se non crei i presupposti per favorire lavoro e benessere, ma ti limiti a spremere, punire, svaligiare, si è sempre allo stesso punto. Non importa che al timone ci siano i sinistri o i grillati (il leghisti non contano una mazza). L'andazzo è lo stesso.

Ritratto di babbeipersempre

babbeipersempre

Ven, 10/08/2018 - 19:21

Viva salvini che toglie i soldi ai bambini, delle periferie!

Ritratto di babbeipersempre

babbeipersempre

Ven, 10/08/2018 - 19:27

un classico fascista, rendere i poveri piu' poveri ma intanto raccontagli che la colpa è di quelli piu' poveri di loro

heinrich

Ven, 10/08/2018 - 19:59

è bellissimo vedere il Veneto leghista incazzatissimo contro questo provvedimento! Avete letto (in altre testate giornalistiche ) cosa dice l'AD di Grafica Veneta?...che sicuramente non ha votato a sinistra...tira un mazzo di dimensioni giganti a Salvini. E si domanda se questa è solo l'inizio e se questo è il modo che vogliono usare per governare. Il Veneto leghista che approva le politiche di Renzi, in pratica! fantastico!!

heinrich

Ven, 10/08/2018 - 19:59

è bellissimo vedere il Veneto leghista incazzatissimo contro questo provvedimento! Avete letto (in altre testate giornalistiche ) cosa dice l'AD di Grafica Veneta?...che sicuramente non ha votato a sinistra...tira un mazzo di dimensioni giganti a Salvini. E si domanda se questo è solo l'inizio e se questo è il modo che vogliono usare per governare. Il Veneto leghista che approva le politiche di Renzi, in pratica! fantastico!!

antonmessina

Ven, 10/08/2018 - 20:03

tagli votati anche dalla sinistra e FI

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Ven, 10/08/2018 - 22:48

Solita disinformazione della stampa, invece che andare alle grandi città i fondi vanno a tutti i comuni. Curiosamente nel piano periferie del PD i soldi andavano alle grandi città come Milano, ormai le uniche roccaforti rosse, strano no ?

Popi46

Sab, 11/08/2018 - 06:06

Al via le danze,questo è solo l’inizio....Hanno promesso mari e monti per tutti, molti poveri intellettualmente sprovveduti ci hanno creduto, ma......i dindi NON ci sono. Chiaro il concetto?

lavieenrose

Sab, 11/08/2018 - 08:57

heinrich senta cosa si dice nei comuni della bergamasca governati dalla lega e vedrà come ne esce rafforzato il suo commento. Adesso anche nei bar si comincia a sentire qualche distinguo e numerose critiche all'operato di queste amministrazioni. Io non conosco i politici locali ma mi colpisce molto in loco sentire accostamenti tra nomi di politici locali e opere pubbliche affidate a cognati e parenti vari. A chi mi criticherà furiosamente dandomi dell'ixxxxxxxe dico solo di fare un giro in loco. Non a caso leghisti e 5stars de latta si affrettano ad occupare tutti i posti di potere, sai mai che cambi più in fretta del previsto?

lavieenrose

Sab, 11/08/2018 - 09:00

dimenticavo: fate un giro sulle strade dei comuni della bergamasca governati dalla lega. Mi si dice che il cognato di un grosso politico leghista locale sia molto intrallazzato negli appalti da molti anni, ma le strade fanno pena.