È tensione sulle vicepresidenze Ma c'è la mediazione su 4 nomi

Nella partita per il Parlamento adesso si gioca quella per le vicepresidenze. Inoltre si procederà alla nomina di tre questori e otto segretari al Senato: i nomi in corsa

Nella partita per il Parlamento adesso si gioca la sfida sulle vicepresidenze e sulla nomina di tre questori e otto segretari al Senato. Una "battaglia" parlamentare che vede soprattutto opposti il Pd e il Movimento Cinque Stelle. Martina ha le idee chiare: "La presenza del Pd nelle presidenze di Camera e Senato è una questione democratica".

Dopo tensioni e soprattutto veti incrociati tra grillini e Dem, molto probabilmente il match per palazzo Madama dovrebbe vedere questo tipo di conlcusione con l'elezione alla vicepresidenza di Taverna (M5s) e Calderoli (Lega) La Russa (Fdi) e Rossomando (minoranza Pd). Per quanto riguarda i questori al Senato ci saranno Bottici (m5s), Arrigoni (Lega) e Poli (Forza Italia). Nessun posto per i dem. E proprio su questo punto si è consumato uno scontro tra grillini e Pd. Di fatto i pentastellati chiedevano il questore anziano a Montecitorio in cambio dell'elezione di un vicepresidente Pd. Proposta questa che è stata però interpretata come un ricatto. "Nella passata legislatura abbiamo fatto la stessa cosa noi, eleggendo Luigi Di Maio vicepresidente. Noi, però, non siamo disponibili a scambi". Poi, dopo ore di trattative, sarebbe arrivata la mediazione e una vicepresidenza andrà al Pd.

Commenti

diesonne

Mer, 28/03/2018 - 19:12

diesonne stani questi politici :vogliono cambiare e guardano indietro e lo scontro è inevitabile:attenzione al semaforo giallo.le stelle cadenti non illuminano