Il tesoro del "Chapo"? Vale 12 miliardi

Chiesto il sequestro del patrimonio del narcotrafficante Joaquin Guzman

Nel corso della sua carriera di boss del narcotraffico messicano ha accumulato una fortuna che adesso la procura federale di New York rivuole indietro. Il conto che l'ufficio del procuratore di Brooklyn ha presentato a El Chapo, attualmente sotto processo negli Stati Uniti dopo essere stato estradato nel 2017, ammonta a 12,6 miliardi di dollari.

Una stima definita «prudente» dei proventi dell'ex signore della droga che per 25 anni ha guidato il cartello di Sinaloa e calcolata sulla base dei prezzi di vendita della droga. Joaquin El Chapo Guzman avrebbe guadagnato 11,8 miliardi di dollari con il traffico di cocaina, 846 milioni con la marijuana e 11 milioni vendendo eroina. Denaro poi riciclato pagando i lavoratori e i fornitori del cartello, ma anche acquistando apparecchiature per le comunicazioni, aerei e sottomarini. «Il governo non ha bisogno di provare che l'accusato può pagare, ma solo che la somma è confiscabile», hanno detto i procuratori. Gli avvocati di El Chapo ritengono invece la richiesta della procura federale un mero «esercizio accademico» perché il governo americano non ha mai identificato un solo centesimo dei miliardi richiesti. La sentenza è prevista il 17 luglio. La giuria lo ha già giudicato colpevole per tutti e dieci capi di accusa. Per lui si profila l'ergastolo e, dopo la condanna, il trasferimento dal carcere di massima sicurezza di New York dove è detenuto all'«Alcatraz delle montagne rocciose», una prigione del Colorado considerata a prova di evasione dal momento che El Chapo è stato già protagonista di due spettacolari fughe dalle celle messicane. L'accusa principale rivolta al boss è quella di aver esportato negli Stati Uniti, tra il 1989 e il 2014, centinaia di tonnellate di droga. El Chapo ha ispirato film e serie Tv. Dal processo sono usciti parecchi dettagli cinematografici della vita di lusso sfrenato che conduceva il boss: amante dei trattamenti di ringiovanimento in Svizzera, dei casinò di Las Vegas, delle vacanze ad Acapulco in una delle sue tante residenze a cinque stelle. Aveva a disposizione uno yacht, quattro aerei, un ranch con uno zoo personale e anche un piccolo treno per attraversarlo. Ma oltre agli aspetti folcloristici, ce ne sono altri che riguardano la sistematica corruzione di polizia, militari e politici, oltre alle accuse di aver più volte violentato minorenni.