Il testamento biologico approderà alla Camera

Dopo il divorzio breve e le unioni civili, ora, il Pd punta ad approvare anche la legge sul testamento biologico

“Pur nelle attuali difficoltà, la Commissione Affari sociali all'unanimità ha adottato il testo base sul testamento biologico, che unifica le 15 proposte di legge in materia. Si tratta di un testo equilibrato nato dall'ascolto di quanto maturato in questi anni nell'opinione pubblica e nella magistratura". Lo annuncia trionfante Donata Lenzi, capogruppo Pd in Commissione della Camera e relatrice della proposta di legge.

Il Pd, dopo il divorzio e la legge sulle unioni civili, pur nelle difficoltà di una crisi di governo in atto, va avanti sui temi “eticamente sensibili” per non perdere altri consensi a sinistra. Ma veniamo al merito della proposta di legge. "Si parte dall'affermazione non scontata - spiega la deputata dem - che il consenso del paziente ha valore fondante la legittimità dell'intervento sanitario e che deve essere rispettata: il rispetto della volontà del paziente adeguatamente informato è vincolante per il medico e lo esime da responsabilità. Il rispetto non significa abbandono - precisa - bensì il ricorso alle cure palliative. Le disposizioni anticipate scritte sono vincolanti ed è prevista la nomina del fiduciario". Un’altra novità è il rafforzamento delle Dat, dichiarazioni anticipate di trattamento, che prevedono che la firma, da parte di chi soffre di una patologia cronica invalidante, di un patto col medico che si impegna a rispettare le volontà del paziente.

Marco Cappato, promotore della campagna 'Eutanasia legalè e tesoriere dell'Associazione Luca Coscioni, esulta: "E' una ottima notizia". "A prescindere dai miglioramenti che ancora si potranno e dovranno apportare al testo licenziato per garantire al massimo il rispetto delle volontà della persona - dice Cappato - finalmente abbiamo un termine certo per il dibattito parlamentare, se sarà consentito a questo Parlamento, come mi auguro, di proseguire i propri lavori e di approvare una riforma di civiltà su un tema così importante". La deputata di Sinistra Italiana, Marisa Nicchi, membro della commissione Affari Sociali, si augura di “completare l’iter legislativo prima della fine della legislatura”. “Ci siamo battuti in Parlamento per la sua calendarizzazione e oggi, nonostante le difficoltà della fase siamo soddisfatti per l’adozione del testo base. Il testamento biologico è un atto di libertà. Ora una legge al più presto”, conclude la deputata.

Commenti

istituto

Gio, 08/12/2016 - 16:15

Quando per i SINISTRI c'è qualcosa di importante allora chissà perché i TEMPI SONO ULTRAVELOCI. Poi propongono il referendum farsa con la motivazione che i tempi di approvazione di una legge alle due camere sono lunghissimi. Falsi ed Ipocriti. E poi sono tutte leggi che promuovono la distruzione della vita, del matrimonio,dell'identità maschile e femminile. Un giorno tutti Voi ne risponderebbe davanti a Dio di ciò che avete approvato per un pugno di voti.

lorenzovan

Gio, 08/12/2016 - 17:22

@istituto...e per te queste sarebbero leggi per "i sinistri"? io direi leggi per tutti i cittadini degni di essere chiamati cittadini ed esseri umani...per gli altri...vah beh..lasciamo perdere

istituto

Gio, 08/12/2016 - 17:56

È dalla SINISTRA che provengono SEMPRE QUESTE LEGGI. Questi trattamenti una volta si usavano per eliminare gli animali. Adesso che siamo(SIETE) diventati peggio delle bestie,si eliminano gli esseri umani (anche se consenzienti). Per la cronaca queste "pratiche" iniziarono a diffondersi sotto il Terzo Reich con l'approvazione di Adolfo. Il Comandamento NON UCCIDERE dice niente ? Ah dimenticavo per voi SINISTRI Dio non esiste oppure entrano tutti in Paradiso con le peggiori porcate sulla coscienza e senza alcun pentimento finale.

Totonno58

Gio, 08/12/2016 - 18:39

@istituto...se vivi sul pianeta Terra, non puoi parlare di leggi di destra o di sinistra.

Anonimo (non verificato)