Toghe contro il governo: "La riforma danneggia i cittadini"

Anm ancora sulle barricate per la legge sulla responsabilità civile dei magistrati

La responsabilità civile per le toghe è legge e i magistrati si ribellano. "Le novità negative sono molte. La legge è stata presentata come voluta dall'Europa, ma non è assolutamente così", protesta il presidente dell'Anm Rodolfo Sabelli, "L'Europa non ha mai parlato di responsabilità civile dei magistrati. Slogan come Lo chiede l'Europa e Chi sbaglia paga sono demagogici".

"Questa riforma danneggia i cittadini, soprattutto i più deboli", ha attaccato Sabelli, "I cittadini potranno essere tutelati solo dalla buona giustizia, che si fa con le buone riforme, che il governo non ha ancora fatto. Vogliamo sfidare la politica sul campo delle riforme per la buona giustizia, indicando dei punti semplici e chiari, come l'abrogazione della legge ex Cirielli e il blocco dei termini di prescrizione dopo il primo grado, e l'estensione alla corruzione delle norme antimafia". La riforma, secondo l'Anm è in realtà un messaggio politico inviato alle toghe: "Il problema è il valore simbolico della riforma, ma ci sono anche degli effetti processuali con il turbamento degli equilibri processuali. Si tenterà di intimidire il giudice, anche se i giudici non si lasceranno intimidire. Il rischio è che si arrivi a un quarto, un quinto, un sesto grado di giudizio".

Commenti

agosvac

Gio, 26/02/2015 - 12:24

In effetti la "responsabilità civile" dei magistrati ( io ci avrei aggiunta anche quella penale!!!) non danneggia per niente i cittadini che hanno anche votato un referendum su questa cosa, danneggia solo quei magistrati che prendono troppo allegramente la loro funzione!!!!!!

linoalo1

Gio, 26/02/2015 - 12:26

Berlusconi,in qualche modo,erano riusciti a fermarlo!Ma,contro Renzi non hanno ancora armi!Ed allora?Solo mugugni!Lino,

Marino2015

Gio, 26/02/2015 - 12:37

BUFFONI I DANNEGGIATI SIAMO NOI CHE PER ASPETTARE UNA SENTENZA O ANCHE SEMPLICI DOCUMENTI DOBBIAMO ASPETTARE CALENDE GRECHE ,ORARI DU FFICIO DALLE 11 ALL 14 E MONTAGNE DI LAVOR ARRETRATO MA LAUTI STIPENDI PER FARE UN CIUFOLO. PER QUESTI SIAMO ARRABBIATI AVVELENATI PER IL RESTO ANCHE IL PENALE DOVREBBERO MEETTERE, E LA MUSERUOLA IN DOTAZIONE PER EVITARE PROTAGONISMI DA OPERETTA

cgf

Gio, 26/02/2015 - 12:52

i cittadini... magistrati, ovviamente

Ritratto di massacrato

massacrato

Gio, 26/02/2015 - 12:58

Nella vita c'è sempre da imparare, ultimamente poi ho scoperto parecchie verità. Comprare farmaci a prezzo più concorrenziale mi danneggia, rivalermi su chi sbaglia mi danneggia, pagare meno tasse mi danneggia... Adesso provo a trattenere il fiato, perchè temo che anche respirare possa danneggiarmi. E in effetti, con l'aria che tira...

paolonardi

Gio, 26/02/2015 - 12:59

La responsabilita' di chi sbaglia esiste in tutte le attivita' umane; non vedo il perche' qualcuno vorrebbe esserne esente. Lavorino di piu' e meglio.

giovauriem

Gio, 26/02/2015 - 13:00

io da questa riforma mi sento tutelato , si prosegua!

Ritratto di marcotto73

marcotto73

Gio, 26/02/2015 - 13:01

Titolone del "libero Quotidiano"....... ""Adesso compro tutto e poi me ne vado all'estero"Berlusconi e quella voce sulla fuga ad Antigua"........ mi ricorda qualcuno in passato!!!!!!!

kayak65

Gio, 26/02/2015 - 13:06

io di negativo ci vedo solo I magistrati fancazzisti e politicizzati che a fine carriera finiscono in senato quarda caso sempre nel pd o in sel.

acam

Gio, 26/02/2015 - 13:09

ah aha ah ipocriti presuntuosi pensano che simo tutti ottusi il fatto é che ora se ci danneggiano debbono pagare chi? be questo ancora non é chiaro basta che paghino

Ritratto di manasse

manasse

Gio, 26/02/2015 - 13:25

il problema è che le buone riforme sono tali solo se fatte dai suggerimenti degli stessi magistrati che mai si sognerebbero di tagliarsi gli attributi per far un dispetto alla moglie

WSINGSING

Gio, 26/02/2015 - 13:29

Su questa legge è stato scritto tanto e tanto altro ancora si scriverà. Vorrei solo evidenziare un potenziale pericolo per la sicurezza pubblica. Chi sarà quel Magistrato che firmerà un mandato di cattura in una vicenda "dubbia"? Si rischia che tutti i delinquenti rimangano a piede libero, fino al passagio in giudiato della sentenza (che magari interverrà dieci giorni prima della prescrizione).

Ritratto di ITALIASETTIMANALE

ITALIASETTIMANALE

Gio, 26/02/2015 - 13:29

GENTAGLIA I PRIMI CORROTTI E DELINQUENTI IN ITALIA SIETE VOI CHE DANNEGGIATE I CITTADINI ITALIANI CON I VOSTRI SOPPRUSI CON LE VOSTRE CONNIVENZE QUANDO MAI UN MAGISTRATO HA FATTO GLI INTERESSI DEI CITTADINI? QUANDO FATE I VOSTRI AFFARI AL TRIBUNALE DEI FALLIMENTI? QUANDO I VOSTRI FAMIGLI TROVANO IL POSTO FISSO PERCHE SO BRAVI EH!! QUANDO AVETE DIFESO LA COSTITUZIONE E LE PENSIONI DEGLI ITALIANI? QUANDO DIFENDETE LA LEGALITA E LA SICUREZZA DEI CITTADINI NORMALI NON DELLE CASTE E DEI LADRI

NON RASSEGNATO

Gio, 26/02/2015 - 13:40

Come possa danneggiare il cittadino ottenere un risarcimento per un errore volontario o per incapacità o inadeguatezza o poca voglia di lavorare di un magistrato non mi è chiaro. Chi fa correttamente il suo mestiere non ha nulla da temere.

ARGO92

Gio, 26/02/2015 - 14:04

MAFIOSI

Holmert

Gio, 26/02/2015 - 14:08

Non solo l'Europa lo ha chiesto, ma lo chiesero con un referendum anche i cittadini, vinto a larga maggioranza, se non erro nel 1987. Però non se ne fece niente, la pavida DC, aggirò l'ostacolo e non toccò i magistrati. Ora il governo Renzi ha fatto una riforma ,facendo credere che ha introdotto la responsabilità civile per i magistrati, come dire chi sbaglia paga. Ma quando mai, è una legge farlocca, perché viene presa in considerazione solo la colpa grave e soltanto quando vi è la prova provata della alterazione delle prove e dei fatti. Come dire mai. Ai magistrati fa aggio andare a sanzionare gli errori degli altri, come ad esempio i medici che sono più degli altri nell'occhio del ciclone ed ai quali non è permesso sbagliare. Loro possono sbagliare finché vogliono ed hanno ,nonostante gli sbagli, anche la carriera agevolata per anzianità, o sei bravo o sei ciuco. Chi meglio di loro? Ma chi fece la costituzione più bella del mondo? Sicuramente i più fessi del mondo.

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 26/02/2015 - 14:10

Qualcuno mi chiedeva sul caso Bossetti perchè mai continuavano a tenerlo in galera. Questo che leggete è uno dei motivi. Era in discussione in Parlamento la Responsabilità civile e penale dei magistrati, che effetto avrebbe avuto, sull'opinione pubblica e sul Parlamento, dovere riconoscere che avevano tenuto fino a quel momento in galera un innocente? Bossetti è divenuto, da detenuto per reati comuni, un detenuto politico.

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Gio, 26/02/2015 - 14:13

...@marcotto73?????....dovremmo capire cosa centra il suo intervento.....rimanga composto e in silenzio nel suo angoluccio di casa e continui a ripetersi ma perché sono così......

frabelli1

Gio, 26/02/2015 - 14:15

Non credo proprio che questa riforma danneggi i cittadini, anzi, li protegge dalla prepotenza e l'accanimento di certi pm. Ora dovranno rispondere delle loro azioni, non solo gli altri. E, secondo me, è ancora troppo leggere, dovrebbero essere subito i magistrati a rimborsare chi hanno danneggiato

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 26/02/2015 - 14:27

State pensando a voi stessi non ai cittadini !!!!!

Ritratto di Kayleigh

Kayleigh

Gio, 26/02/2015 - 14:58

primo commento (altro che duplicato!): la riforma danneggia i cittadini? ma se è la popolazione stessa ad esigere FINALMENTE che i giudici che sbagliano devono pagare... (e non solo in sede civile secondo me)

dave_d

Gio, 26/02/2015 - 14:58

Magistrati che valutano una decisione rivolta a loro stessi. Ma non aveva anche un nome? Conflitto d'interessi forse?

Ritratto di Overdrive

Overdrive

Gio, 26/02/2015 - 15:02

non vedo perchè si preoccupano tanto...se fanno bene il loro lavoro, di certo non incorrono in responsabilità per l'errore giudiziario. D'altra parte possono sempre dfarsi un'assicurazione, come è imposto a tante altre categorie...medici, avvocati, notai

bruna.amorosi

Gio, 26/02/2015 - 15:09

cominciate ad allontanarvi dalle grinfie dei politici sinistri poi fate le persone serie e quando giudicate fatelo con il cervello non con il portafoglio .allora avrete tutti i diritti del mondo.ma se siete proprio voi quelli che si ribellano alla legge allora con chi ve la volete prendere ?.quando sbagliate e a volte lo fate di proposito ALLORA PAGATE COSI COME PAGHIAMO NOI QUANDO SBAGLIAMO .

Giunone

Gio, 26/02/2015 - 15:24

Finito il lardo! il BELLO è che adesso sarà più facile spogliare e tirare alla luce le bancarelle che finora hanno operato ingiustamente ed impunemente in nome della "giustizia". Chi di loro ha lavorato e lavora seriamente non deve temere.

Beaufou

Gio, 26/02/2015 - 15:42

Ahahah. E da quando in qua lei, signor (si fa per dire, vero) Rodolfo Sabelli, si preoccupa che i cittadini non vengano danneggiati? Questa che le toghe abbiano a cuore le sorti dei cittadini mi giunge del tutto nuova. Cosa ha fatto, lei, signor (si fa sempre per dire) Rodolfo Sabelli, per migliorare le sorti di noi cittadini? Su, non faccia il modesto, ci dica...Anzi, meglio di no. Rischiamo di incoraggiare il turpiloquio e la blasfemìa. Sabelli:ma mi faccia il piacere!

Blueray

Gio, 26/02/2015 - 15:43

Ma cosa dicono, è semmai vero il contrario. Gli è andata bene dall'avvento della Repubblica fino ad oggi? Bene, è abbastanza, non si può pretendere che duri per sempre. E poi, cari togati, le cose non vanno sempre come si vorrebbe che andassero, no?

gedeone@libero.it

Gio, 26/02/2015 - 15:48

Più che i cittadini danneggia (leggermente) voi della casta autoreferenziale per eccellenza. Speriamo sia solo l'inizio...

honhil

Gio, 26/02/2015 - 16:10

L’Anm, invece, di entrare nel merito della questione, attacca sempre con la solita litania. Così quello che è normale per tutti gli altri cittadini, che pagano se sbagliano, ed è la stessa magistratura a chiedere conto e ragione del possibile dolo, diventa un’intimidazione per la toga. La libertà d’azione non significa non dare conto e ragione di quello che si fa per dovere d’ufficio, ma nel portare avanti il proprio lavoro in sintonia con la deontologia che quei doveri d’ufficio presiedono. Normalizzare la magistratura non significa impastoiarla, ma semplicemente responsabilizzarla. E’ così difficile rendersene conto all’Anm? Possibile che quel presidente non si renda conto che non si può processare gli altri per non avere esercitato la giusta responsabilità nell’ambito della propria vita lavorativa e non e, nello stesso tempo, non volere indossare il saio della propria responsabilità?

Ritratto di sitten

sitten

Gio, 26/02/2015 - 16:24

Azz, ma i magistratini non hanno proprio voglia di assumersi delle responsabilità. Ben venga la Legge, che li responsabilizzi un po'.

giorgio_indignato

Gio, 26/02/2015 - 16:40

E' vero che questa riforma danneggia i cittadini in quanto non basta ai cittadini per tutelarsi da un sistema giudiziario fuori da qualsiasi democratizia in cui i cittadini sono alla mercè di giudici e avvocati. La magistratura italiana è affetta da "delirio di onnipotenza". Basta!!! I cittadini, attraverso il voto e la politica hanno diritto di dire basta!!!

giorgio_indignato

Gio, 26/02/2015 - 16:45

Proposta per il governo e i politici in generale "per evitare il delirio di onnipotenza della magistratura e le vari correnti politiche in contrasto con la loro funzione in virtù della quale sono garantiti da prerogative costituzionali sarebbe necessario vietare una qualsiasi eleggibilità politica se non siano trascorsi almeno cinque anni dalla cessazione di incari di magistrato con la condizione che una volta terminato un incarico politico non possano ritornare a praticare.

Ritratto di manasse

manasse

Sab, 28/02/2015 - 18:04

la vera rioma vorrebbe la separazione delle carriere e il procuratore capo eletto dal popoplo al quale dovrebbe rispondere dell'eventuale sperpero di denaro pubblico per indagini che non portano a niente,e per questo bisognerebbe svincolare anche i corpi di polizia liberi di indagare e a risultati ottenuti girare le informazioni alla magistratura inquirente che così si presenterebbe con prove concrete al giudizio,perchè se dopo mesi o anni di intercettazioni o indagini ci si presenta al giudicante che dichiara il non luogo a procedere allora tutti i soldi sperperati dovrebbero essere risarciti da chi o per ideologia o incapacità perde tempo e denaro per niente vedi woodkok

Ritratto di manasse

manasse

Lun, 02/03/2015 - 17:35

e adesso anche de magistris