Toghe a Palermo Procura ok ma tribunale ko

A Palermo la giustizia è «double face»: procura ok e tribunale ko. Quest'ultimo, nelle parole del suo presidente Salvatore Di Vitale «versa in una situazione di gravissima criticità perché abbiamo una scopertura di organico del venti per cento. Siamo quasi a un livello di sede disagiata». Di Vitale ha illustrato la sua diagnosi durante la cerimonia di insediamento dei quattro nuovi procuratori aggiunti. «Non addebito a nessuno questa situazione perché il Csm è prossimo a fare un bando ma la situazione è questa - dice - lo dico perché una situazione del genere va denunciata». Il procuratore capo di Palermo Francesco Lo Voi ha commentato: «Condivido pienamente quanto dice il presidente del tribunale».

Lo stesso Lo Voi si è detto ottimista, invece, sull'operatività dei suoi uffici: «Già da oggi la Procura di Palermo riprenderà a pieno ritmo la propria attività, con la grande efficacia che deriva dai percettibili segnali di armonia che ho raccolto tra i nuovi aggiunti e gli altri colleghi».