Toti è pronto a lanciare un suo partito

Il malpancista azzurro e i malumori in Forza Italia

Roma - Giovanni Toti copia Walter Veltroni: basta con Forza Italia, che tanto a suo parere è destinata a perdere voti. Lui («Ho un avvenire a cui pensare») vuol fare il «partito del ma anche», dice riecheggiando il tormentone reso celebre dal segretario fondatore del Pd.

Il destinatario del messaggio di Toti è però uno solo: «Ma anche Salvini», in sintesi: si tratta di mettere in piedi una zattera che possa traghettare un pezzetto di centrodestra berlusconiano verso i fertili lidi leghisti. «Una forza moderata, equilibrata, né di là né di qua», la descrive il governatore della Liguria. Un partito che non sia «razzista ma neppure cedevole con gli immigrati», che stia «con gli imprenditori ma anche con gli operai», che difenda «la sicurezza ma anche le libertà civili». Che difenda «la famiglia tradizionale» ma anche quella omosessuale. Insomma, una terza gamba vagamente liberale da affiancare alla destra dura e populista di Salvini. Ma che possa riciclarsi nel caso in cui il pendolo elettorale si riassestasse al centro: «Io sono un uomo al centro del centro», assicura lui.

Con il suo partito, con un piede dentro e l'altro fuori, Toti si mostra spietato: «Ragiono su quel che vedo: i miei amici di Forza Italia si stanno spartendo l'ultima fettina di torta», accusa. «Si era al 25, poi al 20, al 15, al 10, prevedo come prossima tappa il 7%. Analizzo la realtà, guardo, ascolto la gente. E mi dico: io non mi farò annientare. Se vogliono toccare l'abisso prego. Si accomodino». Lui, invece, ha da pensare all'«avvenire».

Le reazioni da Forza Italia non si fanno attendere. La più perfida è quella di Maurizio Gasparri: «Toti è stato designato da Berlusconi, io me lo ricordo in accappatoio in una beauty farm con il Cavaliere. Io stavo nelle sezioni di partito ad attaccare manifesti». In verità, più che di accappatoio si trattava di una specie di pigiamone candido (mentre Berlusconi era in doppiopetto scuro), ma la foto dei due sul balcone della «Maison de relax» di Gardone Riviera è tutt'ora reperibile. «Noi siamo un partito inclusivo - sottolinea Gabriella Giammanco - ma se Toti non si trova bene qui credo che dovrebbe trarne le dovute conclusioni e prendere una decisione. Demonizzare sempre il partito non va bene».

Commenti

paco51

Mar, 09/04/2019 - 08:49

ma dove va? paghiamogli il biglietto del tram , così va da qualche parte!

Dordolio

Mar, 09/04/2019 - 09:08

Rammento Gasparri ai tempi del MSI. L'ho frequentato per anni, scrivevo sulla sua rivista del FUAN, lo scortavo in albergo quando veniva qui. Lo accompagnavo alle nostre feste di Partito. Via Maurizio... lasciamo perdere...

geronimo1

Mar, 09/04/2019 - 09:11

L' esperienza non insegna proprio nulla..!!!! Il primo era stato Marco Follini: piu' terza gamba di lui e piu' "familiare" di lui non c'era nessuno...!!!!! Mi pare che abbia fatto poca strada.....!!!! Per finire con Gianfranco Fini che aveva provato le Idi di Marzo... con scarso successo anche lui, ci parrebbe...!!! Ora a Toti sta stretta Forza Italia?????? Ma anche a Renzi sta stretto il PD attuale (Montalbanese.....) L' unica e' che ci proviate e POI si conteranno i voti: ricordate a parte i mal di pancia, SOLO QUELLI contano...!!!!!!!!!!!!!!!

Duka

Mar, 09/04/2019 - 09:15

Ecco questo ci mancava!!!!

Ritratto di luogotenente

luogotenente

Mar, 09/04/2019 - 09:23

Il problema non è Toti a capo di un partito, potrebbe funzionare, come presidente della mia regione stà agendo benissimo, il problema è che imbarcherà gente di F.I. che scapperà da essa vistà l'età di Berlusconi (nonostante i soldi non è eterno e questo lo fa incavolare) e i sondaggi, persone che cercano di proseguire la carriera in politica non sapendo fare una mazza, anzi sanno solo fare danni. In questo caso nessuno voterà una F.I. bis.

Ritratto di nando49

nando49

Mar, 09/04/2019 - 09:31

Se andasse con Salvini sarebbe un ottimo affare.

kallen1

Mar, 09/04/2019 - 10:11

Dopo Casini, Fini, Alfano, Verdini adesso Toti: farà la stessa fine?.....

rebesanig@gmail.com

Mar, 09/04/2019 - 10:34

Considerando "l'esiguo" numero di mini-partitini, ben venga un altro aspirante allo zerovirgola! In quanto alla "vecchiaia" di Berlusconi: se tutti gli ultraottantenni fossero come lui, le così dette case di riposo( nel passato erano definite più propriamente ricoveri) sarebbero semivuote. Abbiamo rieletto a presidente della repubblica un quasi novantenne, visti i suoi BRILLANTI sette anni precedenti... Lasciamo perdere l'anagrafe e esaminiamo come funziona il cervello.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 09/04/2019 - 10:44

"Moderatamente incongruente"!"Sostanzialmente inaffidabile"!Continui a stare con i "suoi",che sono della stessa pasta,e con la nave che affonda,continuino a suonare la stessa musica "moderatamente in silenzio"!

Ritratto di llull

llull

Mar, 09/04/2019 - 10:57

Un altro che si è montato la testa. Non insegna niente la storia recente di Fini, Alfano & C.?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 09/04/2019 - 11:15

@nando49 09:31...l'ottimo affare lo farebbe lui,...non Salvini!

Rossana Rossi

Mar, 09/04/2019 - 11:32

Un altro che alla fine sputa nel piatto dove fino ad ora ha abbondantemente mangiato............

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 09/04/2019 - 11:37

Cose di casa loro. Ho tuttavia la netta sensazione che stavolta non fini-rà come certi suoi predecessori. In Fi sono pochi e a furia di diaspore alla fine resterà poco e niente del partito di Silvio.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Mar, 09/04/2019 - 11:53

^(*@*)^ Toh ve Che miracolo !!! Miracolo miracolo !! un altro traditore di BERLUSCONI che da emerito NESSUNO il Cavaliere ha trasformato in “qualcuno” ed ora che si crede “qualcuno” come nella migliore tradizione voltagabbanistica traditrice italica lo pugnala alle spalle .

falsterbo

Mar, 09/04/2019 - 11:55

sig. Zagovian : papale papale ! un saluto a tutti. b.

mcm3

Mar, 09/04/2019 - 12:44

e Berlusca che dice ? ed i suoi fedelissimi ancora non urlano ??

nromeo46

Mar, 09/04/2019 - 12:46

Approvo. Forza Italia è destinata a un rapido declino a causa della presenza ingombrante di Berlusconi e della sua incapacità a cederne la guida a forza più fresche e non compromesse con gli errori del passato.Spero in una nuova formazione politica in grado di rilanciare lo spirito originario di FI.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 09/04/2019 - 13:42

... si fai un altro partito ci mancava e chiamalo "giustizia per tot(t)i!"