Il tour indisturbato della terrorista

Gira l'Italia per rivendicare il proprio passato. E nessuno dice nulla

Hanno evidentemente la manica larga, i capi della azienda di informatica che ha assunto Barbara Balzerani, già membro della direzione strategica delle Brigate Rosse: cui, invece di timbrare il cartellino, concedono di impiegare il tempo scrivendo libri e girando l'Italia per presentazioni, convegni e dibattiti. Contenti loro, si potrebbe dire. Peccato che i tour della Balzerani si trasformino in una sorta di campagna revisionistica della stagione del terrore, in cui l'unico vero torto che viene ammesso dalle Br è quello di non avere vinto la loro guerra. Più delle inossidabili certezze della Balzerani, fa effetto il fascino che le sue rivendicazioni esercitano non solo sui vecchi compagni di ideali, ma anche su una galassia che va dal mondo antagonista a settori della sinistra parlamentare, del sindacalismo di base e persino delle istituzioni. Non una banda di fanatici ma degli Icaro caduti in volo: così la Balzerani e i suoi compagni si presentano e vengono applauditi.

Il D-Day, il giorno in cui la sanguinosa utopia brigatista viene ufficialmente sdoganata, è il 19 gennaio 2013, quando si celebrano i funerali di Prospero Gallinari, fondatore delle Br: a salutare a pugno chiuso la bara ci sono i quadri storici, con in testa Renato Curcio e la Balzerani: ma anche centri sociali, comitati no Tav, persino il coordinatore di Rifondazione Comunista Alberto Ferrigno e il segretario nazionale Claudio Grassi, già senatore. Pugni chiusi, inni partigiani, un clima da «formidabili quegli anni».

«Non sarò mai né un ex brigatista né una dissociata», dice pochi giorni dopo la Balzerani. È una rivendicazione tetragona della giustezza delle ragioni brigatiste che non impedisce a settori importanti della sinistra di flirtare con l'ex ergastolana. A venire sedotta è anche una figlia della più celebre vittima delle Br, Maria Fida Moro: che nel 2007 incontra a lungo la Balzerani, e ne esce dando il suo decisivo via libera alla scarcerazione della brigatista. La quale oggi la ringrazia con la battuta brutale a margine di un incontro a Firenze, «quello di vittima ormai è un mestiere».

A fare la fila per ospitare la Balzerani sono soprattutto i centri sociali dell'ala antagonista: le ultime esternazioni di «Compagna Luna» (suo soprannome e titolo della sua autobiografia) hanno avuto per teatro il Cpa di Firenze. Nel 2009 era toccato al «Corto Circuito» di Roma, il cui sgombero, dopo ventitré anni di occupazione abusiva, verrà poi stigmatizzato dai leader di Sinistra Italiana: come se la rivendicazione dell'esperienza brigatista non fosse sufficiente a tirare una riga nel dibattito a sinistra, non bastasse a separare ragioni e torti, e anche i crimini delle Br dovessero venire ammessi nell'album di famiglia della gauche.

Qua e là per l'Italia - da Ruvo di Puglia a Carpineto Romano a Aiello Calabro - sindaci in stato confusionale si candidano a ospitare e patrocinare le presentazioni-comizio della Balzerani. Ma i veri plebisciti «compagna Luna» li riscuote sui social network, di cui è alacre frequentatrice. E dove anche le ultime polemiche che l'hanno investita per la battutaccia sul «mestiere di vittima» vedono scendere in campo al suo fianco valanghe di supporter: «Hai avuto il coraggio di agire insieme agli altri compagni per una trasformazione in senso socialista della società e osato sfidare frontalmente il capitalismo!».

E roba di questo genere.

Commenti

Alessio2012

Lun, 19/03/2018 - 08:51

E POI SAVIANO SI SCANDALIZZA PER LA CAMORRA E LA MAFIA...

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Lun, 19/03/2018 - 08:55

Si sta facendo tutto il possibile per far rinascere le Brigate . Evidentemente l'esperienza passata non è bastata ai nostri distratti o assenti Governanti.L'attuale situazione di ingovernabilità poi aiuterà non poco .

Ritratto di ElioDeBon

ElioDeBon

Lun, 19/03/2018 - 08:56

Datela nelle mani di Salvini e Meloni...vedrete come si pentirà' velocemente la pantegana rossa!

accanove

Lun, 19/03/2018 - 09:10

indagherei per curiosità su quell azienda che l ha assunta, quasi sicuramente legata ai comunisti e/o supporter di essi, probabilmente nessun reato per carità ma mi piacerebbe conoscere la natura delle loro "entrate", se originate da commesse statali

gneo58

Lun, 19/03/2018 - 09:28

tutti questi delinquenti con un lavoro assicurato e tanti ragazzi onesti a spasso. Mah !

AndyFay

Lun, 19/03/2018 - 09:36

In questo articolo Luca Fazzo dimentica di scrivere che la Balzarani rivendicò l'assassinio di Lando Conti(1986), sindaco repubblicano di Firenze, freddato mentre tornava a casa. A Firenze gli dedicarono una strada ma cio' non è stato sufficiente a Nardella che non si è neppure indignato per la presentazione del libro della Balzarani, avvenuta in un centro sociale della città.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Lun, 19/03/2018 - 09:36

Ma va. Quelli li sognano la guerra mica una vittoria, scommetto che pure ai tempi loro esisteva nulla del fascismo che si inventano oggi.

Ritratto di falso96

falso96

Lun, 19/03/2018 - 09:39

Quando a vincere le elezioni è la destra, allora ripartono le truppe "cammellate" dei nullafacenti, ripartiranno dai girotondini, abbiamo rivisto i centri sociali all'opera al grido di "morte al fascista" e adesso riparte la macchina che ha eliminato Biagi , D'Antona .... naturalmente protetti e appoggiati da potentati "oscuri ... oscurati " di sinistra.Da anni che si rivede lo stesso film con episodi diversi ma la TRAMA è la stessa, lo stesso REGISTA.

paci.augusto

Lun, 19/03/2018 - 09:41

Una lurida, infame assassina come la Balzerani, in un paese civilissimo come gli USA, sarebbe stata GIUSTAMENTE condannata a morte!!!In Italia, invece, rilascia vergognose dichiarazioni che offendono le vittime e familiari dei crimini efferati compiuti dagli assassini comunisti!!!Criminali infami come lei, non sarebbero MAI dovuti uscire di galera!! VERGOGNA ITALIA!!!

FREEDOMACT

Lun, 19/03/2018 - 09:45

IL CESSO DI UNA STAZIONE FERROVIARIA E' UN ESEMPIO DI PULIZIA RISPETTO ALLA BALZERANI CHE E' SPORCA FUORI E DENTRO!

F.C.G.

Lun, 19/03/2018 - 09:49

E intanto il terrorista rosso assassino Battisti riceve ancora la protezione del Brasile. Vergogna!

miu67

Lun, 19/03/2018 - 09:57

Qualcuno, per favore sa spiegarmi, xchè la Balzerani, che ha ucciso diverse persone ed è stata condannata a diversi ergastoli giustamente, ora è in libertà ed ha un lavoro redditizio? L'ergastolo non è una pena a vita?

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 19/03/2018 - 10:12

Ah sti "compagni che sbagliarono" (Longo, rinascita novembre 1968).. Macchè, spararono ed ammazzarono! Eppure certa sx ancora se li coccola. Siamo all'assurdo: sta gente dovrebbe stare in galera a marcire e in silenzio, invece tocca assistere a spettacoli indegni come questo, da voltastomaco. Mi spiace, sul serio, che in quella circostanza non siano state messe in campo leggi molto più severe con questi eversori dello stato repubblicano.

dagoleo

Lun, 19/03/2018 - 10:17

Se fosse Russa saprebbe bene l'ex compagno Putin come farla sistemare e tacere per sempre.

Ritratto di pulicit

pulicit

Lun, 19/03/2018 - 10:27

In questa repubblica delle banane copita anche questo.Invece di essere in galera per sempre questa tizia fa convegni ect.Grazie politici che avete permesso questo scempio.Regards

Ritratto di Braddock

Braddock

Lun, 19/03/2018 - 10:28

La Germania che ha molti difetti ma è un paese serio, ha saputo come trattare gli scarafaggi rossi della rote armee fraktion e della banda Baader-Meinhof... Uno Stato con la S maiuscola elimina la spazzatura.

Ritratto di adl

adl

Lun, 19/03/2018 - 10:38

Vuoi vedere che codesta signora, senza offesa per le altre donne, è ANTIFASCISTA ???!!!!!

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 19/03/2018 - 10:38

in italia ci vorrebbero le brigate; ma nere!

ziobeppe1951

Lun, 19/03/2018 - 10:44

ale76...in una cloaca rossa, la sorcina sguazza tranquilla..se c’era lui caro lei..voi non esistereste!

buri

Lun, 19/03/2018 - 10:48

e ne vede di tutti i colori, non finirò mai di stupirmi, però questa è èroprio il colmo

manson

Lun, 19/03/2018 - 11:10

questa doveva farsi l'ergastolo e le dovrebbe essere vietato tenere i comizi. Complimenti ai kompagni che la ospitano e ai dementi che la ascoltano. E'pericolosa Anche in Germania c'era una sorta di BR ma sono tutti suicidati in galera... Da noi invece questi porci assassini pericolosi girano indisturbati e coccolati da kompagni nostalgici che non fanno mistero del fatto che questi criminali dovrebbero riprendere l'attività

Ritratto di alex274

alex274

Lun, 19/03/2018 - 11:22

In Germania i terroristi della Rote Armee Fraktion li hanno trattati in modo diverso.

Giorgio Colomba

Lun, 19/03/2018 - 11:25

Compagni che ragliano.

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 19/03/2018 - 11:33

---le brigate rosse furono vittime della strategia della tensione-optarono per la lotta armata non per scelta consapevole come loro affermano -in realtà furono indotti a farlo dal terrorismo di Stato sostenuto da alcuni settori militari e politici --da spezzoni dei servizi segreti -- dalla commistione con un terrorismo neofascista molto violento--dalla cia e dalla mafia --che tentarono con un colpo di spugna di cancellare tutto quello che si era sedimentato negli anni sessantottini---l'italia era letteralmente tagliata in due per via di un partito comunista grosso come la democrazia cristiana---lo stato scelse la strada della violenza per rimanere agganciato al patto atlantico--ricordiamoci di Stay-behind e di gladio---le brigate rosse furono una risposta inevitabile alla politica stragista di allora---la balzerani 20 anni di gabbio se li è fatti---ma i colpevoli delle stragi?---swag

billyserrano

Lun, 19/03/2018 - 11:41

Questa donna è una fascista pura, anche se di colore rosso. I metodi sono gli stessi, usano la violenza per imporre la loro ideologia. Credo che (se fosse ancora vivo),sarebbe ricevuta da Hitler con onore, per porla come esempio da imitare dalle forze fasciste e naziste, e ovviamente comuniste.

Ritratto di NOMANI

NOMANI

Lun, 19/03/2018 - 11:52

ZIOBEPPE1951, faccia pace con la lingua italiana e la grammatica...

Una-mattina-mi-...

Lun, 19/03/2018 - 11:58

QUELLO DEL TERRORISTA PARE SIA UN MESTIERE BEN RETRIBUITO E DEPENALIZZATO, COME IL RESTO DEI GRAVI REATI CHE FALCIDIANO LA POPOLAZIONE QUOTIDIANAMENTE: FARA' PARTE DEL PIANO CHAOS, OVVIAMENTE PROMOSSO DALLE DITTATURE VIGENTI. L'UNICA COSA PERSEGUITA E' LA RINCORSA AL NEMICO IMMAGINARIO.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 19/03/2018 - 12:00

Ah sti "compagni che sbagliarono" (Longo, Rinascita novembre 1968)! Si, spararono ed ammazzarono! Eppure certa sx ancora se li coccola, cerca scuse da operetta per difenderli con tesi da manicomio. Io ci sono passato da quelle parti e so bene quel che accadde allora. Siamo all'assurdo: sta gente dovrebbe stare in galera a marcire in silenzio, invece tocca assistere a spettacoli indecorosi come questo. Mi spiace che in quella circostanza non siano state messe in campo leggi molto più severe con questi EVERSORI dello stato repubblicano. Le bierre nacquero in una comune del Pci a R.E. ed ebbero come ispirazione il vecchio statuto del P.C. d’Italia. Fin quando non avvenne il fattaccio di Guido Rossa, il Pci le sottovalutò, poi si decise a collaborare. Vennero sconfitte con il pentitismo ma questo non autorizza questi eversori ad allargarsi come ha fatto quell’assassina della Balzerani, MAI pentita.

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Lun, 19/03/2018 - 12:04

elkid : il tema è non ritornare a quei tempi cupi in cui sono morti purtroppo solo innocenti senza una ragione (vedi scorta di Moro ad esempio) . E' sbagliato quindi dare evidenza a chi ,per tanti motivi,come la Balzarani,ricorda con malcelata nostalgia quei giorni . Progresso sarà se gli estremisti fanatici ,di destra o sinistra , saranno fermati sul nasscere evitando di portarli in TV o all'Università o sui giornali.Balzarani ha fatto 20 anni e ora si pavoneggia nelle sue memorie mentre i morti sono morti per sempre .

CidCampeador

Lun, 19/03/2018 - 12:14

peccato non ci sia piu' la pena di morte perche questo e' quello che merita

cecco61

Lun, 19/03/2018 - 12:15

@ Elkid: studia e smetti di fumare ganja. Le BR nacquero all'interno del PCI e dei sindacati i quali legittimavano, allora come oggi, la violenza, fin da prima del '68. Sostenere che furono più che giustificati per l'eversione nera significa che, oggi, sarebbe giustificata la nascita di gruppi eversivi che attacchino i centri sociali e tutta la sinistra che li coccola e li protegge.

Rossana Rossi

Lun, 19/03/2018 - 12:24

il solito schifo di questa povera italietta pd che gira al contrario......i delinquenti si arricchiscono e i gli onesti muoiono di fame e ancora non si vede qualcosa di definitivo che possa ribaltare questa vergognosa situazione.........troppo rosso ancora in giro.......

il corsaro nero

Lun, 19/03/2018 - 12:27

@elkid: dunque, avrebbe fatto bene e sarebbe giustificata? Ma vai a farti una passeggiata perchè hai bisogno di aria!

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 19/03/2018 - 12:33

---quelli che hanno vissuto gli anni di piombo per anagrafe--sono i peggiori a commentare simili cose---perchè a loro basta quello che si diceva nei bar dell'epoca o si ascoltava svogliatamente dai telegiornali o giornali teleguidati dell'epoca-non hanno mai approfondito più di tanto e non hanno letto nulla di nulla-quelli come me che all'epoca non erano ancora nati e che per conoscere la storia d'italia hanno letto quintali di roba credo si siano fatti un'idea più complessiva del fenomeno senza essere fuorviati dalle convinzioni politiche--proprio l'altro giorno ho riletto le ultime interviste fatte a cossiga sul caso moro---cossiga ormai malato fu più sincero del solito--neanche immaginate quanti furono gli attori nell'uccisione di moro e che le br furono marionette comandate

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 19/03/2018 - 12:54

---il corsaro---te lo dico semplice---negli anni 70--ci fu il concreto rischio --vista la consistenza del partito comunista italiano--che democraticamente e senza manco una puntura di spillo---l'italia si spostasse nell'orbita dei paesi del patto di varsavia---molti soggetti in italia non volevano--gli americani erano furenti--kissinger arrivò a minacciare moro più di una volta--tanto è vero che moro si convinse di avere i giorni contati---poi iniziò la strategia della tensione con la strage di piazza Fontana --non devo spiegarti io a cosa serve la strategia della tensione---questo era il contesto

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 19/03/2018 - 13:18

Aggiungo: nessuno è mai risalito ai così detti mandanti politici, la magistratura non ha trovato niente in anni di ricerche nè i brigatisti pentiti hanno dato notizie in tal senso. Quindi chi batte questa via, deve solo rassegnarsi ad accettare una realtà che non esiste e non manomettere eccessivamente la funzionalità dei propri neuroni per non avere ripercussioni serie nella proprio cammino di vita.

manuel7070

Lun, 19/03/2018 - 14:18

Faccia gialla, dopo che ho letto tutti i tuoi errori grammaticali, l'uso improprio del condizionale, la fantastica inversione dell'onere della prova, l'imbarazzante confusione tra SERD e SERT e riferimenti errati e mal riportati di articoli ed interviste varie, penso che tu la roba te la sia tutta fumata. Altro che letta! Ahahahahahah! Ignoranteeeeeee! Ahahahahah!

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 19/03/2018 - 14:32

-certo certo---anche i neuroni della figlia di moro sono compromessi --anche se non sono certo i più informati--ma quelli del giudice imposimato lo sono di certo--o quelli per esempio del procuratore generale di Roma- Luigi Ciampoli--che ribalta assiomi consolidati di 40 anni e costruisce tutta un'altra storia sull'omicidio moro--ma lasciamo perdere---non si può impostare qualche ragionamento serio con chi non conosce proprio nulla della storia d'italia---è come gridare nel deserto---rimaniano con la storiella consolidata ---i cattivoni delle br da un lato--i buoni dall'altro---swag

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 19/03/2018 - 15:53

In conclusione i processi e le sentenze contano. Ci sono fior di magistrati che per decenni hanno dedicato la loro vita per risolvere certi misteri e non ci sono riusciti. Il resto, ripeto, è aria fritta, buona per dar fiato a proprie convinzioni personali. I misteri attraggono menti fervide, per lo più prevenute, soprattutto arroganti nelle loro verità indimostrate: senza prove è bene ricorrere a qualche buon psicoterapeuta per disintossicarsi.

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 19/03/2018 - 17:36

--la chiameremo la teoria "marcellino pane e vino"--e riscriveremo la storia dello stivale---faccio io il primo esempio della lunga serie---l'aereo di ustica è caduto da solo--poichè ci sono stati fior di magistrati che per decenni hanno dedicato la loro vita per risolvere questo mistero e non ci sono riusciti--tutto il resto è aria fritta--swag

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 19/03/2018 - 19:25

вторая попытка - Adesso tira fuori lo schema secondario di Popper per darsi comunque ragione? Rimasto senza argomenti mister ganja? Le chiamerò le mestruazioni mentali di elkid. E si che sulla giustizia lei è molto preciso (quando le fa comodo). Vuole andare avanti con le ironie? Non vedeva l'ora? Perde solo tempo: garantito.