La trasparenza di Fico è soltanto a metà Comunica lo staff, ma oscura gli stipendi

La squadra del presidente è composta da sei persone. Top secret i compensi

Da quanti uomini è composto lo staff del presidente della Camera, Roberto Fico? A quanto ammontano i compensi dello staff del presidente? Il Giornale ha cercato queste informazioni sui portali istituzionali senza però trovarle. Con una richiesta ufficiale ha quindi rivolto queste domande al presidente. Il presidente ha accettato di rispondere, ma solamente a metà.

Per una maggiore comprensione è opportuno partire dall'inizio. Rifacendosi ai princìpi di amministrazione trasparente; princìpi che impongono la divulgazione dei curricula, delle retribuzioni di tutti coloro che hanno un rapporto con organi dello Stato, il Giornale ha consultato il sito della Camera e la sezione dedicata al presidente nonché leader del M5s. Di Giuseppe Conte, così come dei vicepremier Luigi di Maio e Matteo Salvini, si conoscono ormai benissimo i collaboratori. A sei mesi di distanza dall'insediamento non si conoscono tuttavia quelli di Fico. Per questa ragione il Giornale, con una mail ufficiale prima e con un messaggio dopo, ha chiesto al portavoce del presidente, Carlo Passarello, di avere un report e i relativi compensi. Si anticipava che lo scopo era la ricezione di informazioni per raccontare in seguito, ai lettori, la squadra che affianca Fico. Il portavoce è stato cortese e ha risposto, ma precisando che alla Camera e al Senato le norme sono diverse e che, insomma, questi dati non è obbligatorio divulgarli e che in passato non sono stati mai comunicati. È vero. Ma di fronte a un governo del cambiamento è legittimo attendersi un cambiamento anche nella trasparenza.

Il portavoce, il giorno dopo la nostra richiesta (sabato 29 dicembre), ci ha annunciato che i dati sarebbero presto stati inseriti sul sito e resi pubblici. Prestissimo. Abbiamo replicato che trattandosi di una richiesta inoltrata da il Giornale si desiderava apprendere, prima della pubblicazione sul sito, la composizione dello staff. Facendo seguito alla richiesta, il portavoce di Fico, il 30 dicembre, ci ha comunicato la composizione, ma senza le rispettive retribuzioni. La squadra del presidente della Camera è composta da 6 collaboratori. Il capo della segreteria è Laura De Vita; consigliere per le politiche istituzionali è Claudio Tancredi Palma; responsabile della comunicazione è Fiorella Taddeo; nella segreteria particolare c'è Silvia Pino; a gestire i social è Veronica Giuffrè. Come si è detto il portavoce è Passarello.

Dalla sera del 30 dicembre la composizione è consultabile sul sito della Camera dei Deputati. All'ulteriore domanda su una futura pubblicazione dei compensi, il portavoce ha riposto che al momento la procedura è questa: innanzitutto la pubblicazione dei nomi. Passarello ha lasciato intendere che più avanti saranno resi noti i compensi.

Nella sua veste di presidente della commissione di Vigilanza Rai, Fico ha energicamente chiesto di conoscere qualsiasi retribuzione della tv di Stato. Da presidente della Commissione di Vigilanza, Fico combatteva e spiegava: «In una tv pubblica i guadagni devono essere trasparenti. E credo esserci un tetto massimo anche per lo spettacolo». Come non concordare? Dovrebbero essere trasparenti. A cominciare dalla Camera che lui presiede.

Commenti

stefi84

Mer, 02/01/2019 - 17:09

C'è stato un anno in cui sono comparsi sul web i redditi di tutti i cittadini italiani (mod.730) Poi qualcuno non più ha voluto motivandolo con la sicurezza o la privacy. Ma mi sa che servirebbe ancora.

baio57

Mer, 02/01/2019 - 18:28

In tutti i governi precedenti invece veniva indetta una conferenza stampa dove venivano elencati tutti compensi dei ministri,sottosegretari,ed impiegati comuni dei ministeri. SIETE RIDICOLI !!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 02/01/2019 - 18:29

Fico paga il pizzo a Grillo e i dipendenti del Fico gli pagheranno il pizzo a lui. Grillo sta a Genova, ma é della Calabria, terra di ndrangheta. Fico é del Napoletano, terra di camorra. Entrambi erano incaricati dal Mattarella che viene dalla Sicilia, terra di Mafia. Mattarella era incaricato da Napolitano.

STREGHETTA

Mer, 02/01/2019 - 22:01

" Quelli degli stipendi d'oro "- Che Fico! Si, che fico! D'altra parte è tipico dei compagni, sia classici che stellati, non sentirsi in dovere di far sapere alla gente e limitarsi a darle la carotina delle apparenze. E così i 5Stelle urlano e strillano " onestà, onestà! ", e trasparenza,e chi più ne ha più ne metta per fare abboccare la gente. Ma poi..messo il deretano sulle poltrone, della coerenza verso la gente non gliene importa più nulla. Passata la festa, gabbato lo santo! Insomma, li avete votati? Ed ora tenetevi gli sprechi e le prebende alla faccia vostra! Di sicuro oscurare certe informazioni è sintomatico. Tagliano gli stipendi d'oro ai parlamentari, ma..scommettiamo che li danno anche loro gli stipendi d'oro, ai loro adepti e portaborse?

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 02/01/2019 - 23:44

In un "Paese" serio l'ammontare dei compensi pagati dal "potere" statale, a chiunque sia, dovrebbe essere reso pubblico. Ciò soprattutto nel bel paese, che poi è quello in cui i beneficiati dalla "Politica" sono i più numerosi del Mondo. Cominciamo con il costo del nostro Parlamento, a doppia Camera, 945 fra senatori e deputati: record mondiale. Non "posseggo" dati certi, però la questione é ben nota. Amen

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 03/01/2019 - 11:22

Diranno che sono diritti acquisiti come giustificazione. Valgono solo per i politici, di tutti gli schieramenti (non facciano gli ipocriti i comunisti ora, come al solito, loro sono campioni in queste cose), non certo per tutti gli altri.