Tre milioni a RaiCom Quel contratto d'oro è un affare tra renziani

La diretta di Capodanno con la bestemmia pagata dalla Basilicata del piddino Pittella. I fondi? Alla società del fedelissimo De Siervo

Peccato che della seratona di capodanno di RaiUno si ricorderà solo la bestemmia passata in diretta (più altri insulti e bestialità varie sempre via sms selvaggio), perché la Regione Basilicata ci aveva messo anima e cuore e pure soldi. Un bel po' di soldi presi dal bilancio regionale. Più precisamente 585.600 euro Iva inclusa, da ripetersi ogni anno fino al 2019 (totale: 2,9 milioni). Impegnati, però, in una finalità davvero importante: «Potenziamento dell'azione di promozione turistica della Basilicata mediante l'organizzazione di un grande evento nella Città di Matera capitale della cultura 2019».La deliberazione della giunta lucana è del 15 dicembre scorso, ed è firmata dal governatore Pd Marcello Pittella, fratello dell'eurodeputato piddino già vicepresidente del Parlamento Ue Gianni Pittella, nonché dai suoi quattro assessori tra cui il senese Aldo Berlinguer, figlio dell'ex ministro dell'Istruzione Luigi Berlinguer.I Pittella, dopo un non fortunato exploit di Gianni come candidato alle primarie Pd vinte poi da Matteo Renzi, sono diventati due renziani convinti. Come pure renziano, si può dire da sempre vista l'amicizia personale, è l'amministratore delegato della società che ha incassato l'assegno della Regione Basilicata per promuovere il suo gioiello Matera. Ovvero Luigi De Siervo, capo di RaiCom, la società che sigla i contratti commerciali per Viale Mazzini. Un'affinità politica puramente casuale in mezzo ad una nobile operazione di promozione nazionale, e financo internazionale, di Matera.Il progetto, come spiega infatti l'allegato alla delibera, non prevede solo «la realizzazione da parte della Rai della trasmissione dal titolo L'anno che verrà (Capodanno 2015) avente quale location piazza Vittorio Veneto a Matera», ma anche «n.2 interventi della durata di 6/7 minuti ciascuno in onda su Rai Italia (il nuovo nome della vecchia Rai International, ndr) finalizzati alla promozione del territorio della Regione all'estero».Per ammettere il progetto al finanziamento tramite fondi Ue, bisogna motivare la scelta secondo precise voci. Che, rilette dopo il putiferio scoppiato per la bestemmia e il conto alla rovescia anticipato, producono un involontario effetto comico. La spesa regionale in favore della Rai è pienamente legittima perché, si legge, «la qualità è assicurata dalle note capacità tecniche ed artistiche di RaiCom», che garantisce «il ricorso a tecnologie innovative della comunicazione e informazione». Non abbastanza innovative, però, per impedire che in video finissero bestemmie, pubblicità a pizzerie locali, il finale di Star Wars e persino un «Pittella ma vaffan...» per il povero governatore lucano che tanto ha puntato su quella diretta.Ma la delibera regionale include anche una convenzione tra la Regione Basilicata e RaiCom, dove i due soggetti «convengono di dar vita ad una collaborazione pluriennale» che consisterà, dal 2016 al 2019, nel programma di Capodanno e altre pillole su Matera e Basilicata. Con l'impegno della Regione «a versare a RaiCom, per ogni anno di vigenza contrattuale, una somma non inferiore a 585.600 euro». E oltre a questo offrire parcheggio, servizio di pulizia, 2 pullman, e «n. 1000 giornate di ospitalità alberghiera in categoria 4 e 3 stelle». Un contrattone fantastico per RaiCom. Che ingiustizia rovinarlo con una bestemmia.

Annunci
Commenti

istituto

Lun, 04/01/2016 - 08:49

Kompagni di merende......

Marzio00

Lun, 04/01/2016 - 09:07

E non dimentichiamoci il buon 2016 festeggiato con la canzone di Marco Masini "VAFF.....O!!!" Direi che li spendono bene i nostri soldi! Vergogna

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Lun, 04/01/2016 - 09:44

C'era volta la Politica e la Lucania lumicino D'Italia. Tutti sistemati chi"saggio e Vice Ministri"resta unico personaggio utile al Paese il lungimirante Enrico Mattei oggi"viosuperficie Enrico Mattei"una pista costruita negli anni 60 nello Stabilimento Anic Eni. Mattarella sbaglia quanto parla di molti giovani disoccupati, ma davvero sa com'è ridotto O' Sud e come l'hanno ridotto questi"Governatori"Bubbico,De Filippo,Pittella pessimi Amministratori che si girano le dita e giovani 40enni non hanno ancora un lavoro e l'aeroporto non vola!

Ritratto di falso96

falso96

Lun, 04/01/2016 - 10:15

A pensar male ...... - non è che il concerto l'hanno pagato i clienti delle banche fallite ? - ....alcuni dicono che si fa peccato, altri che ci si azzecca sempre.

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 04/01/2016 - 11:20

una trasmissione che poteva essere di una noia mortale è stata resa più frizzante-- il prossimo anno invitate il ragazzo della bestemmia sul palco-- che è anche un musicista heavy metal-- sicuramente meglio di alcuni cadaveri che si sono esibiti

linoalo1

Lun, 04/01/2016 - 11:55

In questo Regime,è ovvio che anche gli Affari di Famiglia prosperino!!!E la Sinistra è una Grande Famiglia!!!!

giovanni PERINCIOLO

Lun, 04/01/2016 - 12:18

Nessuno stupore, stanno solo facendo il bis con quella trasmissione cumulo di volgarità che é Made in Sud!

massimocubo

Lun, 04/01/2016 - 12:35

BuonAnno !!! Difficile capire perchè si parla di "disoccupazione giovanile" specialmente nel Sud Italia . Quando mia madre ha iniziato ad avere bisogno di una "badante" ha dovuto rivolgersi ad una Sigra Romena alla quale dava 800 € netti al mese (+ tutti i contributi di legge) oltrechè vitto ed alloggio a Sanremo . E quando mio padre 4 anni dopo ha avuto bisogno anche lui di una "badante" fù assunta una seconda Sigra Romena alle stesse condizioni sopracitate . Nessuna "donna" disoccupata del Sud Italia si è presentata !!! La "disoccupazione" esiste principalmente per chi NON VUOLE LAVORARE !!! Ciao