Triste festa all'Europa: tra i leader dimezzati solo la Merkel si diverte

Sessant'anni dopo mancano personalità di alto profilo. Fioccano promesse e mea culpa

Juncker è un po' distratto, se ne sta lì a guardare gli affreschi del Cavalier d'Arpino e non capisce che la domanda è proprio per lui. Gentiloni deve riprenderlo: «Jean-Claude...». È mezzogiorno, tra filmati d'epoca da guardare, tappeti rossi da attraversare e penne stilografiche da impugnare s'è fatta una cert'ora e a Bruxelles com'è noto si mangia presto. «Ho fame», dice candido in conferenza stampa il presidente della Commissione. Il premier italiano lo tranquillizza. «Adesso andiamo al Quirinale». Tanto la cerimonia è finita, Merkel, Hollande e gli altri si sono avviati per la colazione con Mattarella: risotto erbe aromatiche, scampi e agrumi, filetti di spigola, carciofi alla menta, semifreddo.

Al Campidoglio non c'è più niente da fare. Le firme, ventisette, ci sono tutte, anche quelle della tosta nazionalista polacca Beata Szydo in giacca limone e dello scravattato greco Alexis Tsipras. Gli impegni, nero su bianco, pure, ma sono talmente vaghi che sarà difficile uscire dai binari scritti nella dichiarazione. La cornice, quella poi, con la Città Eterna sfavillante di sole e i Fori come sfondo, impossibile pretendere di meglio. Dunque, sessant'anni dopo, l'Europa prova a rilanciarsi: andrà a doppia velocità però non troppo, cercherà di riconquistare la fiducia dei cittadini, si prenderà dieci anni di tempo per sconfiggere i populismi. In sostanza, d'ora in poi gli Stati che lo vorranno potranno procedere insieme su alcuni temi. Ma i modi, gli stessi temi e la velocità sono tutti da stabilire. I leader sospirano, poco è sempre meglio di niente.

Certo, ci sarà parecchio da lavorare per far sopravvivere l'Unione Europea. «Purtroppo - dice Paolo Gentiloni - ci siamo fermati e nel Regno Unito c'è stata una crisi di rigetto. Il vero messaggio che dobbiamo dare è che abbiamo imparato la lezione e che l'Ue sceglie di ripartire perché sappiamo far tesoro dei nostri sbagli». Non sarà facile, ammette Juncker: «Dobbiamo affrontare sfide inedite, molto più complesse di quelle avevano davanti i padri fondatori. Non possiamo perdere la prospettiva». E Antonio Tajani, presidente del Parlamento: «Sono preoccupato per la crescente disaffezione. Servono cambiamenti profondi per dare risposte a chi non trova lavoro o a chi si sente minacciato dal terrorismo. Serve un'Europa concreta, dei fatti». Occorre pure più attenzione alla gente: «Non a caso - insiste Tajani - nel testo la parola cittadini è ripetuta più volte. Il Parlamento controllerà».

Si pranza nel Salone delle Feste. Al brindisi, Sergio Mattarella non si fa troppe illusioni. «Avete firmato una dichiarazione molto impegnativa. Ci vuole una nuova Costituente, altrimenti si rischia una paralisi totale». Insomma, l'Europa unita fa sessant'anni ma non c'è aria di festa, piuttosto di scampato pericolo: dopo la Brexit, la Ue doveva mostrarsi compatta, Polonia e Grecia dovevano formare, non c'erano alternative.

Al rilancio vero ci si penserà se e quando arriverà il momento. Intanto cercasi leader disperatamente, il confronto con Adenauer, De Gasperi e Schuman è impietoso, meglio lasciarli nel Pantheon. Del resto Hollande è all'ultimo giro di corsa, la Merkel rischia di essere battuta, Gentiloni è sotto tutela di Renzi, Rajoy ci ha messo due anni per far nascere il suo governo, il polacco Tusk è presidente del Consiglio nonostante l'opposizione proprio di Varsavia e Junker è il capo di una Commissione che ha appena visto la frattura tra popolari e socialisti, la maggioranza che l'ha eletto. Eppure il buon umore non manca. I selfie davanti alla dichiarazione, la Merkel che sfotte la Raggi, «lei è il sindaco, suppongo», il premier del Lussemburgo che presenta a Mattarella il suo compagno, «ecco mio marito», Juncker che non vuole prestare a Gentiloni la penna storica dei Trattati del 1957. Ma poi si macchia con l'inchiostro.

Commenti
Ritratto di alfredido2

alfredido2

Dom, 26/03/2017 - 09:04

In 60 anni minimi progressi ma l'EU deve procedere ; Purtroppo gli attuali "ministri" di Bruxelle nulla fanno se non scaldare poltrone : 28 paesi mandano rappresentanti ,strapagati, a Bruxelles a chiaccherare sul nulla.Tipo un volo di pappagalli su un albero ,si sente un gran conversare ma nessuno capisce cosa si dicano e perchè. Ci vuole un Governo Europeo con I suoi ministri ,un Leader che sia leader,un esercito ,ben inteso abolendo 1 28 eserciti inutili di oggi.Se non si hanno le palle per fare questo , o almeno fare una maproad per arrivarci ,tanto vale abortire : e sarebbe un peccato secondo me.

honhil

Dom, 26/03/2017 - 09:49

Sessant’anni per distruggere l’Europa. Ed ora in dieci vogliono rimediare. Questa gente è veramente in malafede.

ilario1961

Dom, 26/03/2017 - 10:14

Quello che non hanno dimenticato di dichiarare è che gli abitanti di questa europa sono "i loro cittadini" Infatti se andremo nella direzione da loro voluta, fra sussidi e disoccupazioni varie i "cittadini" saranno pagati con le nostre tasse da loro, il popolo, quello che le tasse le paga, fra iva accise, patrimoniali varie, è e resterà il loro "datore di lavoro" quindi loro sono i nostri governanti (pagati da noi), ma noi non siamo i "loro cittadini" siamo i loro datori di lavoro!!!!!!!!!

magnum357

Dom, 26/03/2017 - 10:24

Burattini e pagliacci di una Europa che dopo 15 anni di moneta euro è completamente fallita !!!!!!!!!!!!

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Dom, 26/03/2017 - 10:38

Quelli interi sono la Le Pen, Wildersm, Theresa Mary May, Jarek Kaczynski,Norbert Hofer ,Salvini, Meloni e Silvio logicamente

Cheyenne

Dom, 26/03/2017 - 10:48

un gruppo di falliti a cui non affiderei il canile municipale

mezzalunapiena

Dom, 26/03/2017 - 10:48

non sono giudicabili in quanto non ci sono aggettivi per definire personaggi così squallidi privi di ogni dignità e orgoglio tranne che per lo stipendio.

cameo44

Dom, 26/03/2017 - 11:13

I grandi d'Europa sono venuti a Roma a fare un bel fine settimana a spese dei contribuenti hanno ammirato le meraviglie di Roma e dei palazzi hanno mangiato e bevuto sempre a spese dei contribuenti e per farla completa hanno sciorinato i soliti discorsi e le solite promesse di discorsi e promesse non si vive occorrono politiche che consentano sviluppo progresso e sopratutto lavoro certamente non sarà l'austerità imposta dalla Merkel a permettere ciò urge mettere all'angolo la Merkel e la Germania e riacquistare la sovranità Nazionale

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Dom, 26/03/2017 - 11:28

a roma, con la presenza dei capi di stato, si aggrava l'emergenza rifiuti.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 26/03/2017 - 11:50

MA; GUARDA UN PÓ QUANTI DIPENDENTI HA IL CLUB BILDERBERG!.

SAMING

Dom, 26/03/2017 - 11:57

Un branco di imbecilli con a capo un ubriacone ed una villana tedesca che "suppone"malgrado la sciarpa tricolore, che la Raggi sia il sindaco di Roma. E l'Europa è guidata da questi squallidi personaggi !

cir

Dom, 26/03/2017 - 12:07

riflessiva , non ti caga nessuno , perche' insisti? vai a scrivere su famiglia cristiana....

roliboni258

Dom, 26/03/2017 - 12:15

hanno distrutto l'Europa questi cialtroni, a casa , viaaaaaaaaaa

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 26/03/2017 - 12:17

Questi """PAPPONI""", cercano di scusarsi, """MA, COSA HANNO FATTO DA CHE C`E QUESTA UNIONE??? I PAESI NORDICI HANNO APROFITTATO DELL`INDISCIPLINA DEI PAESI SUL MEDITERRANEO, DOVE IL TEMPO SI È FERMATO NEL MEDIOEVO E DOVE SCIACALLI COME I MAFIOSI, ASSECONDATI DA PARLAMENTARI, MAGISTRATI E GIUDICI, SQUALLIDI PERSONAGGI TRA LE ALTE CARICHE DELLO STATO, CHE HANNO APROFITTATO DELL`IGNORANZA DEL MERIDIONE E DELLE ISOLE, PER SABOTARE IL PAESE"""!!! QUESTI SABOTATORI CHE SONO RISPETTATI E RIVERITI NON SOLO DAGLI SCIACALLI ITALIANI, MA ANCHE DAL CLERO E DALLE ALTE CARICHE DI BRUSSEL!!! PERCHÈ, IN QUESTI PAESI NORDICI L`ECONOMIA STÀ RIPRENDENDO BENE MENTRE, Italia, Spagna, Grecia e Portogallo, la disoccupazione e l`inflazione sono ai massimi livelli??? """FOSSE VERAMENTE STATA UN`UNIONE, AVREBBERO DOVUTO AIUTARSI A SCONFIGGERE LE MELE MARCE CHE STAVANO NEL PANIERE, SENZA DESCRIMINARE DIETRO LE QUINTE"""!!!

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Dom, 26/03/2017 - 12:20

PRESTO FRAU KULONA (COL CULO A 3 PIAZZE) PERDERA' LE ELEZIONI E SMETTERA' DI RIDERE !!

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Dom, 26/03/2017 - 12:21

@ pasquale.esposito MANCAVA SOLO LETTA !!

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 26/03/2017 - 12:30

Ma questa foto dovrebbe rappresentare i partecipanti ad una festa, mentre sembrano ad un funerale con necrofori al seguito.

nopolcorrect

Dom, 26/03/2017 - 12:31

Una bella schiera di mezze cartucce, mancava il Papa casereccio e l'insieme dei mediocri avrebbe raggiunto la perfezione.

Ritratto di makko55

makko55

Dom, 26/03/2017 - 12:34

@cir , mitico !!!

moshe

Dom, 26/03/2017 - 12:46

anche gli scemi si divertono con un nulla!

Ritratto di DARDEGGIO

DARDEGGIO

Dom, 26/03/2017 - 12:50

Sessant'anni di inconcludenza, per dirla bonariamente ma, ad onor del vero, si dovrebbe dire sessant'anni di danni. Abbiamo contribuito tutti, chi più chi memo, a radicare la nuova massoneria economica, animata da puro cinismo e materialismo.Una massoneria che ha irradiato i propri poteri in tutti i gangli dell'esistenza. Al confronto, le massonerie di storica memoria erano congreghe di carità. Su tutto aleggia cinismo, nient'altro che cinismo. Il cinismo è nei loro sguardi, nei loro modi di porsi, nella svogliatezza offensiva verso tutto ciò che sa di improduttivo rituale. Per loro vale unicamente "il vile danaro", vale unicamente tutto ciò che sa di tallaro sonante, così come dev'essere in ossequio ai dettami della nuova massoneria.

JosefSezzinger

Dom, 26/03/2017 - 12:57

Tentano di salvare la poltrona, la carriera e soprattutto gli stipendi e le pensioni. La vera riforma dell'Europa si avrà con la chiusura della BCE e della Commissione Europea. Brexit insegna......

Una-mattina-mi-...

Dom, 26/03/2017 - 13:01

NON E' LA "FESTA DELL'EUROPA" E' IL FUNERALE DEI CITTADINI A CUI "L'EUROPA" HA FATTO LA "FESTA".

idleproc

Dom, 26/03/2017 - 13:05

Detta all'ingrosso, è gente che è stata messa lì da finanzieri che, come è noto, non sanno cosa è il "rischio" in quanto, quando butta male, lo scaricano su tutti gli altri. Dopo aver sbagliato completamente strategia anche inducendo migrazioni di massa continuano sulla stessa strada spacciandola per un'altra. Non sanno rischiare quando serve e per quanto riguarda i politici ancora meno perché pensano alla "pensione" e alle "consulenze", figurati se richiano la "carriera". Trump, la May, la Le Pen, il Berly ai suoi tempi, il nostro Salvini e qualche altro lo hanno fatto. Questo indipendentemente dalla valutazione politica e di strategia. In sostanza sono salami appesi ad un filo. Si capisce anche dalla foto.

Ritratto di filatelico

filatelico

Dom, 26/03/2017 - 13:39

Quando l'europa ha come presidente semestrale da un maltese e il suo voto vale quanto quello dell'Italia, non si andrà avanti. l'Europa non conta NULLA a livello mondiale dove comandano gli Stati Uniti, la Cina, la Russia, il Regno Unito per non parlare del Giappone o dell'India. Una birraia OBESA e un grigio impiegato del Partito Socialista Francese sono dei minus habens di fronte a un miliardario americano, a un generale dell'Armata Rossa o anche a un uomo d'affari della City !!!

Ritratto di adoroilmare

adoroilmare

Dom, 26/03/2017 - 14:19

sono venuti a mangiare a spese nostre e la kulona avrebbe dovuto pagarci il conto visto che fa tanto la precisina ....donna orribile

Ritratto di adoroilmare

adoroilmare

Dom, 26/03/2017 - 14:22

non ho simpatia per la Raggi ma la kulona e il compare ubriacone potevano essere più educati... gentaglia coi neuroni congelati

petra

Dom, 26/03/2017 - 14:37

Lo so cosa pensano gli stranieri europei quando si tratta di venire in Italia: si mangiaaaaaaa! Un pò di bla bla e poi....

petra

Dom, 26/03/2017 - 14:48

L'Europa andava bene quando c'era la Comunità europea, prima dell'Euro. Nessun vincolo, sovranità degli Stati, mercato comune. Ognuno le proprie peculiarità e capacità, senza nazioni che approffittano delle debolezze di altri come succede ora. Meglio tornare indietro. Quando si sbaglia si deve.

cir

Dom, 26/03/2017 - 15:21

ben detto petra.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 27/03/2017 - 06:11

La nostra regina madre Merkel sempre in prima fila la protettrice della Europa e sopratutto della sua nazione e i suoi cittadini,si come fa il PD con voi ajajajaja.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 27/03/2017 - 12:56

la Merkel non ha paura di nulla, chi ha la coscienza tranquilla come lei è apposto, chi non è apposto siete voi in Italia. robocop2000,metteresti la tua testa sotto lama della ghigliottina per quello che dici?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 27/03/2017 - 13:01

Anna 17 sei d'accordo con me che nel mondo ci sono donne che valgono più degli uomini? In foto ne hai un esempio.Nessuno di questi è all'altezza della dottoressa Merkel.

Ritratto di filatelico

filatelico

Gio, 30/03/2017 - 06:51

Franco SEI RIDICOLO !!! Milioni di Europei ODIANO quel cesso di Birraia DDR di nome Angela !!! NO EU NO EURO NO KRUKKI !!!