"Per trovare i soldi il governo aumenterà l'Iva"

L'allarme del candidato in Liguria: "Casse vuote ma il premier parlava di tesoretto"

Roma - La bocciatura della Consulta sul blocco delle pensioni impensierisce pure l'opposizione. Che teme ora per il futuro economico del Paese. Giovanni Toti (candidato governatore in Liguria per Forza Italia), ad esempio, lancia l'allarme: «Speriamo che come al solito non finisca tutto con l'aumento dell'Iva!»

Qual è la vostra valutazione politica di questa bocciatura?

«La cosa singolare è che solo due settimane fa Renzi continuava a dire che c'era un tesoretto spendibile. Ora invece tutti con le mani nei capelli».

Ma due settimane fa iniziava la campagna per le Regionali.

«Infatti. E nei suoi tranelli non ci cadiamo. E fin da oggi non solo ribadiamo con forza che i diritti dei pensionati “scippati” devono essere difesi, ma ricordiamo l'incongruenza di un governo che da un lato dice che non ci sono soldi per risarcire i pensionati, mentre ne trova e tanti non solo per salvare i migranti in mare e portarli sulle nostre coste ma poi per ospitarli senza risparmiare mezzi, come accade ora in Liguria dove usano anche gli alberghi».

Un argomento ostico, questo.

«Ovviamente non rinneghiamo i valori della solidarietà. Al contrario! Vorremmo fosse più efficace l'azione del governo. Invece di raccogliere l'acqua del mare con un cucchiaino sarebbe meglio affrontare una vera politica di contenimento. Magari prendendo a esempio il governo conservatore australiano che ha risolto efficacemente il problema dell'immigrazione clandestina, senza ledere i diritti di nessuno».

La sua collega di partito Mara Carfagna sostiene che l'errore del governo Monti sulle pensioni è solo la punta di un iceberg di una politica inefficiente.

«Quello di Monti è sicuramente ascrivibile tra i peggiori governi della nostra storia repubblicana. Basti pensare agli scivoloni sugli esodati, alla tassa sulla prima casa, che ha finito per deprimere il mercato immobiliare».

Da più parti si dice che il blocco riguardava le pensioni alte.

«Affatto! Si parla di persone che con 2mila euro mantengono una famiglia e magari anche quelle di figli disoccupati. Non cadiamo nel tranello propagandistico di ritenerle pensioni d'oro».

Cosa dovrebbe fare Renzi?

«Spero non si affidi per i calcoli al solito pallottoliere, visto che le previsioni che fanno sono di dubbia attendibilità! Di sicuro in cassa non ci sono soldi per risarcire i danni provocati da questa norma iniqua. Le previsioni di crescita per quest'anno verranno rivedute al ribasso. Ma soprattutto temo che, per non sforare il patto di Stabilità, questo governo torni a ritoccare l'Iva.

Aiuterete il governo a trovare una soluzione condivisa?

«Spetta a loro trovarla. Oneri e onori. Semmai in parlamento possiamo votare soluzioni che riteniamo ragionevoli. Ma niente di più. Bruciano ancora le ferite delle larghe intese».

Commenti

cgf

Ven, 08/05/2015 - 11:35

sono mesi che lo sappiamo, è scritto nelle clausole di salvaguardia, se il Governo non riuscirà nei propri obiettivi, l'IVA potrà aumentare fino al 25,5%. Quando mai un Governo italiano.... obiettivi.... raggiunti? lo 0,00x% dal dopo guerra ad oggi.