La trovata di Grillo

«Sono morti in 43» per la tragedia del Ponte Morandi, «uno in più dei poveracci che sono bloccati sulla nave di fronte a Lampedusa. Per il primo gruppo il mondo civile è contento se facciamo finta di niente, se non sbarcano quelli del secondo gruppo invece siamo dei criminali. Non importa a nessuno come la pensi, la vera questione è che la Sea Watch non è quotata in Borsa!». Beppe Grillo firma, insieme al suo neurologo, una lettera-provocazione sul Fatto quotidiano, dove lancia l'idea di quotare in Borsa Sea Watch, visto che per il crollo del Ponte nessuno può intervenire «perché la società è quotata». Chissà perché nessuno ci aveva pensato prima...