Tsipras: "Accordo vicino". Ma la Merkel frena: "Non a tutti i costi"

È corsa contro il tempo per trovare un'intesa sulla Grecia. Dopo la cancellazione del summit con i capi di Stato e di governo dei 28 Paesi dell'Ue, le trattative proseguono. Ma l'Ue si spacca

I ministri dell’Eurozona hnno dato tempo fino a mercoledì alla Grecia per varare nuove riforme come condizione per il negoziato sul salvataggio. Lo ha affermato il ministro delle Finanze finlandese Alexander Stubb, sottolineando che i tre punti richiesti ad Atene sono di completare le misure entro il 15 luglio, riformare il sistema del lavoro e delle pensioni, intervenire su Iva e fisco. A tutto ciò si aggiunge la richiesta di rafforzare il programma di privatizzazioni. La cosa più importante - ha spiegato Stubb - è che l’intero pacchetto di misure sia approvato sia dal governo sia dal parlamento greco.

Intanto è ancora alta la tensione tra Tsipras e Angela Merkel. "Possiamo raggiungere un accordo stasera se tutte le parti lo vogliono. Sono qui per un compromesso onesto, i cittadini vogliono un’Europa unita e non divisa", ha assicurato il premier greco Alexis Tsipras, al suo arrivo al palazzo del Consiglio Europeo. Ma è arrivato subito lo stop da parte di Angela Merkel. Le discussioni fra i leader dell’Eurozona "saranno molto dure" secondo la cancelliera tedesca Angela Merkel. "È molto difficile - ha detto - la situazione economica è peggiorata negli ultimi mesi e si è persa fiducia e affidabilità": in ogni caso, ha aggiunto, la Germania non auspica "un accordo a ogni costo".

La Merkel ha poi aggiunto: "So che i nervi sono tesi, bisogna torvare una soluzione che vada bene sia alla Grecia che alla zona euro, valutando se le promesse della Grecia potranno portare al benestare per i negoziati: niente di più e niente di meno, vediamo se ce la faremo". Inoltre la Cancelliera avrebbe detto "no" ad un’ipotesi di ristrutturazione del debito, che non è contemplata dai trattati e invierebbe un messaggio sbagliato. Intanto la situazione sembra essere tornata alla tranquillità dopo alcune indiscrezioni che parlavano di alcuni diverbi tra Schaeuble e Mario Draghi durante il summit di ieri sera. Insomma i negoziati proseguono, ma lo scenario resta imprevedibile. Intanto anche Matteo Renzi parla di un accordo vicino: "C’è un grande bisogno di Europa, è giusto preoccuparsi della vicenda greca e noi facciamo di tutto perchè si raggiunga un accordo: rispetto al punto di partenza ormai siamo molto vicini al raggiungimento di un accordo, non dico che siamo alla definizione dei dettagli, ma le
distanze si sono ravvicinate di gran lunga".

Commenti

gianni.g699

Dom, 12/07/2015 - 15:55

La cetriolona ha ciarlato

Ritratto di gianky53

gianky53

Dom, 12/07/2015 - 16:01

Sembra la solita pantomima di trattative sindacali, quando dopo estenuanti tira e molla si arriva al fatidico accordo alle cinque di mattina, tutti sudati e sfatti, tutti apparentemente entusiasti per l'accordo raggiunto... Salvo dopo accorgersi che qualcuno è rimasto fregato, impossibile abbiano vinto tutti. La sceneggiata ora si è trasferita a Bruxelles e parlano di miliardi (di euro) come fossero monetine. La cosa buona per tutti sarebbe un bel fischio finale all'euro con ritorno alle valute nazionali.

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Dom, 12/07/2015 - 16:05

I Cacasotti? Dopo tutto sto casino con banche chiuse ed altro, affamato un Popolo adesso se ne accorgono che la pacchia, facendo i Comunistelli: nessuno pagherà per le cxxxxxe e prese in giro da Idiota Ideologia? Spero che i Greci non si comportino come i nostrani Cipputi&Son che la loro intellighenzia Cgil-Pci-Pd, acciappato lauto stipendio, vitalizi e pensioni da Legge Mosca per 41.000 Sindacalisti e Politici. e a noi pensionati negati e rubati l'adeguamento dell'assegno in base al costo della vita: cchisti regalano 91.000€ mese a manager? Pensaci Giacomino!

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Dom, 12/07/2015 - 16:22

Sono 6 mesi che perdete tempo, quando mai la Grecia, riuscirà a pagare tutti i debiti ? Ci vorranno minimo 100 anni e più. Quindi meglio che se ne vada....

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 12/07/2015 - 17:06

RIFORME IN TRE GIORNIIII???? C'abbiamo noi lo SPECIALISTAAAA,mandategli il CONTABALLE !!!lol lol Saludos dal Nicaragua.

il_viaggiatore

Dom, 12/07/2015 - 17:06

Ma è così semplice! Oltre a tutta l'Africa, possiamo mantenere noi in Italia tutti i greci, a 35€/giorno. Nessun kompagnosky l'ha ancora proposto?

Griscenko

Dom, 12/07/2015 - 17:17

Il problema della Grecia e dell'Italia è che sono fondate sul parassitismo. Moltissimi cittadini percepiscono stipendi senza lavorare, per finti lavori o per lavori socialmente inutili che comunque generano spesa pubblica e debiti. In tutti i settori c'è un "magna magna" generalizzato. Queste Nazioni non possono stare insieme alla Germania, all'Austria, alla Finlandia dove il parassitismo è limitato e quasi tutti rispettano le leggi e lavorano. La Grecia vorrebbe che fossero gli altri paesi europei a farsi carico dei debiti che loro hanno creato.

Blueray

Dom, 12/07/2015 - 17:20

A prescindere dalle ragioni che motivano gli Stati che ancora vogliono dare credito alla Grecia, non sono d'accordo in linea categorica e di principio per il seguente motivo. Capitasse all'Italia ci direbbero di arrangiarci. Verremmo depredati. L'IMU sarebbe non col moltiplicatore 160 ma 320, le aliquote raddoppierebbero, le pensioni dimezzate, l'Irpef alle stelle, gli investitori depredati dei risparmi. Il tutto per sentirsi poi dire alla fine che un improbabile governo tecnico filo Ue ha fatto un buon lavoro, del resto, cosa pretendiamo, "siamo troppo grandi per essere salvati"! Ecco perché sono dalla parte di chi non vuole l'accordo.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 12/07/2015 - 17:21

Il regime usuraio vuole vendicarsi del NO greco e umiliare la Grecia... pare l'impero britannico, il regime più criminale nella storia europea.

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Dom, 12/07/2015 - 17:27

Tranquilli... la Grecia CANCELLERÀ IL DEBITO INSIEME A TANTI ALTRI PAESI E PRIVATI CITTADINI...CON LA PROSSIMA GUERRA MONDIALE (entro i prossimi 50 anni)

marcosabelli

Dom, 12/07/2015 - 17:34

@il_viaggiatore, non lo so perche sui greci non si è pronunciato papa francesco, aspettiamo che torni in italia poi vediamo, certamente se lo ordina il papa il governo italiano provvederà anche ai greci

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 12/07/2015 - 17:37

Francamente non chi è peggio, i krukki o la Grecia. Riforme in tre giorni, qui siamo a livello di ultimatum, decimazione, rappresaglia.

roberto zanella

Dom, 12/07/2015 - 17:44

dai che la Germania ha aperto la porta all'euro2....così lei torna all'euromarco e noi del sud alla nostra eurolira...due monete con valori diversi ma che permettano ai più deboli tra cui noi , non è il caso di vergognarsene , di rilanciarci...la BCE faccia da tramite..e controlli i due euro...e ricordiamoci che la UE è frutto del pensiero comunista che ha voluto reimpiantare in Europa il DNA del comunismo fallito in URSS ..e stanno fallendo anche qui...

@ollel63

Dom, 12/07/2015 - 17:44

e questa sarebbe l'Europa della collaborazione, del sostegno, del benessere, della fratellanza... ma mandatela a fare... questa è l'europa del magno solo io della tedeschia... questa è la vera europa del quarto reich ... mandateli tutti lì a fare ..

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Dom, 12/07/2015 - 17:47

...e intanto il nostro (?) premier tira fuori l'asso di coppe in una partita di poker: "basta fate subito, basta parlare di Grecia l'Europa ha anche altri problemi: immigrazione, terrorismo, disoccupazione, ecc...". Lui sì che li risolve i problemi peccato che per il momento gli si è bloccata la Playstation!

Ritratto di venividi

venividi

Dom, 12/07/2015 - 17:52

Questi sono fuori di testa. Tre giorni quando avuto anni per "raddrizzare". Ma per piacere.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 12/07/2015 - 17:55

il_viaggiatore: veramente parte dell'Italia è Grecia! Comunque sarebbero a casa loro! Se ne vadano i cagoni padani!

franco-a-trier-D

Dom, 12/07/2015 - 18:00

INUTILE PARLARE, DELLA CORRETTEZZA DELLA GERMANIA E LA PRECISIONE è UNA TIPICA LORO CARATTERISTICA, E QUESTO NE FA DI UNA NAZIONE SUPERIORE A TUTTE, POTRESTE PRESTAR LORO IL VOSTRO PADOAN , AJAJAJA

franco-a-trier-D

Dom, 12/07/2015 - 18:00

INUTILE PARLARE, DELLA CORRETTEZZA DELLA GERMANIA E LA PRECISIONE è UNA TIPICA LORO CARATTERISTICA, E QUESTO NE FA DI UNA NAZIONE SUPERIORE A TUTTE, POTRESTE PRESTAR LORO IL VOSTRO PADOAN , AJAJAJA...

Ritratto di fabiobonari

fabiobonari

Dom, 12/07/2015 - 18:04

In tutti i paesi più miserabili si invoca l'uscita dall'Euro , e quando l'Europa li lascia andare si offendono.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Dom, 12/07/2015 - 18:12

Questi il terzo giorno non resuscitano e rischiamo di non svegliarci neanche noi,con questa Germania ladrona e questa Grecia con dei governanti "un tanto all'etto" che si ritrovano.Se la Grecia non ride più anche la Germania rischia un pianto greco.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 12/07/2015 - 18:14

E basta con questa gentaglia che di rendere quanto hanno avuto neppure li sfiora lontanamente. Sono solo sinistrati, abituati non a produrre qualche cosa ma a rubare al prossimo e vivere con il braccio steso. Fanno solamente schifo ed il continuo rincorrerli è squalificante. Buttateli fuori dall'Euro fuori da E.U. che di barboni da mantenere già ce ne sono troppi.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 12/07/2015 - 18:22

la schiavitù del popolo Greco imbrogliato dall'Euro come voi italiani che state morendo di tasse e pagate decine di miliardi di euro in interessi per i titoli di Stato ogni hanno per foraggiare gli sperperi dei politici e del pubblico impiego "scaldasedie ridondanti"

Ritratto di ..N€UROlandia

..N€UROlandia

Dom, 12/07/2015 - 18:46

renzie ha fatto scuola in NEURO-LANDIA,il CIARLATANO CIALTRONE TSIPRAS supererà il suo mentore?