Tutte le mani del governo sull'emendamento che scotta

Caso Guidi-Gemelli, la norma firmata dalla Boschi come «atto dovuto» fu presentata prima nello Sblocca Italia e poi ricomparve nella Stabilità

L'emendamento volto a velocizzare l'iter del progetto Tempa Rossa che, come un fiume carsico, scompare e ricompare passando dallo Sblocca-Italia alla legge di Stabilità. Le passioni e gli affari di famiglia. Il doppio registro utilizzato da Matteo Renzi nel giudicare colpe e responsabilità, con il benservito per Federica Guidi e la blindatura di Maria Elena Boschi la cui firma sull'emendamento «era un atto dovuto»: un trattamento differenziato che porta l'azzurra Elvira Savino a far notare che «o sei nel Giglio magico, oppure la ghigliottina delle dimissioni è inevitabile».

Per il governo Renzi si chiude un'altra settimana di passione. Una navigazione tempestosa figlia dell'intercettazione in cui l'ormai ex ministro dello Sviluppo Economico garantisce al compagno che sta per passare un emendamento affine ai suoi interessi privati. Nel 2014, però, era stato lo stesso iter dell'emendamento a suscitare sospetti e malumori nelle forze parlamentari. La prima comparsa risale a venerdì 17 ottobre 2014, nella commissione Ambiente della Camera. Ermete Realacci, mentre si discute dello «Sblocca-Italia», annuncia che il governo (nella persona del sottosegretario alla Sviluppo, Simona Vicari) «ha presentato l'emendamento 37.52». I membri della Commissione, compresi quelli del Pd, restano spiazzati. Si tratta di una misura che inserisce le opere relative al trasporto e allo stoccaggio di idrocarburi tra le infrastrutture alle quali si applicano procedure autorizzative in deroga. Il deputato di Si, Filiberto Zaratti descrive una notte convulsa, segnata da un «viavai di persone non accreditate, probabilmente lobbisti.

C'era anche un membro dello staff del ministro Boschi». E a un certo punto nei verbali si legge come la presidenza della commissione inviti a limitare l'ingresso ai soli autorizzati.Dopo un acceso dibattito che si protrae per ore lo stesso Realacci dichiara l'emendamento «inammissibile per estraneità di materia». A distanza di un anno e mezzo Realacci ricorda così quella misura: «Mi sembrò francamente un po' troppo e mi assunsi le mie responsabilità». Discorso chiuso? Affatto, perché il 14 dicembre 2014 (la telefonata della Guidi con il compagno è del 5 novembre 2014) mentre in commissione Bilancio al Senato si discute della legge di Stabilità 2015 il sottosegretario all'Economia, Pier Paolo Baretta e il viceministro all'Economia Enrico Morando, in rappresentanza del governo, presentano l'emendamento 2.9818, perfezionato dal relatore Giorgio Santini (Pd) con il subemendamento 2.9818/4. Il testo viene approvato in commissione (nonostante le dichiarazioni di voto contrarie dei senatori D'Ali (Fi-Pdl) e Uras (Misto-Sel). Resterebbe da affrontare l'aula, ma l'intero testo della Stabilità approvato in Commissione si trasforma in un maxiemendamento da votare con la fiducia a Palazzo Madama.

Qui entra in scena Maria Elena Boschi perché il maxiemendamento per prassi viene predisposto dal ministro per i Rapporti per il Parlamento, su cui ricade la responsabilità del testo e degli emendamenti, di concerto con il premier. Trattandosi di Stabilità, poi, un vaglio spetta anche al ministero dell'Economia e alla Ragioneria generale. La legge passa con la fiducia prima al Senato (dove l'emendamento diventa il comma 552) e poi alla Camera. L'obiettivo è raggiunto, anche se una domanda resta senza risposta. Se è vero, come dice in serata il ministro Boschi che «Tempa Rossa è un progetto strategico per il Paese che prevede molti occupati nel Mezzogiorno e lo rifirmerei domattina», perché quel provvedimento non venne inserito dandogli piena visibilità e risonanza nell'articolato della legge di Stabilità?

Commenti

pincopallino28

Sab, 02/04/2016 - 08:29

Non ćè nulla da fare, giovani, meno giovani,anziani,vecchi o saggi, quando si siedono nelle stanze dei poteri sono tutti uguali : ladriiiiii e corrottiiiii. È sicuramente un virus che ti colpisce quando sei a Roma. Trasferiamo il governo su playa desnuda.

vince50_19

Sab, 02/04/2016 - 08:32

L'iter descritto, quello che dichiarò Realacci e l' "ambaradam" successivo, compresa la dichiarazione della Boschi che sa tanto di arroganza allo stato dell'arte etc. ecco, nessuno ha notato che la Guidi, secondo quanto dichiarato dal massone Magaldi, è affiliata alla stessa loggia in cui, sempre a dire del predetto massone, è affiliato anche sir Giorgio di Posillipo, cioè la Three Eyes? Alla fine mi viene da pensare che sempre di affari si tratta e, come la Savino a fa notare (ma non solo lei dice queste cose) «o sei nel Giglio magico, oppure la ghigliottina delle dimissioni è inevitabile». Questo sempre che non ci siano indagini in corso, come in questo caso, in cui si sacrifica la pedina meno forte, ma l' "affare non va comunque a monte". Quale monte? E chi lo sa.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Sab, 02/04/2016 - 08:37

Renzi, l'incantatore di serpenti. Sostiene che lui è li per il bene degli italiani, strano che la Guidi si sia sentita in obbligo di dimettersi facendo il bene degli italiani. Strano anche che il famoso bene finora è sembrato più a favore dei dirigenti bancari ed altri delinquenti che degli italiani e che la Boschi, cara ragazza, pensa che suo padre sia un angelo. Peccato che gli italiani continuino a vedere nero e che il papà della Boschi sembra diventare un angelo.Grazie Renzuccio

Ritratto di italiota

italiota

Sab, 02/04/2016 - 08:42

mandiamoli tutti A CASA !!!!... .al voto.... AL VOTO !!!

un_infiltrato

Sab, 02/04/2016 - 08:54

Sagunto brucia, il Paese sta andando alla deriva e noi che dobbiamo assistere impotenti al balletto degli "emendamenti", proditoriamante orchestrati dai nostri governanti con il fine di favorire gli amici degli amici. Non si può andare avanti così. Siamo stanchi di essere presi in giro. Renzi chiuda dignitosamente questa ennesima pagina poco onorevole del suo governo, rassegnando le dimissioni.

rudyger

Sab, 02/04/2016 - 08:57

MI SEMBRA UNA CONGREGA DI PARACULI CON A CAPO PARACULETTE

BiBi39

Sab, 02/04/2016 - 09:21

E c'e' chi se la prende con il Cardinal Bertone - peraltro ex Segretario di Stato di un Paese straniero- per questioni su un appartamento situato , anche questo , oltre i nostri confini.E' piu' opportuno che impariamo a guardare con piu' attenzione critica i fatti di casa nostra dove avvengono, da parte dei nostri politici, fatti ben piu' gravi per noi della casa di un cardinale. Fatti per i quali noi come italiani paghiamo mentre per le questioni di Bertone le comseguenze economiche non ci riguardano.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 02/04/2016 - 09:26

Un governo che si regge sul voto di personaggi comprati, portandoli via a Berlusconi. Un governo che racconta solo balle, retto da un personaggio che all'estero fa solo ridere. In realtà ridiamo anche nel bel paese, ma si tratta di un riso decisamente amaro.

Duka

Sab, 02/04/2016 - 09:31

UN GOVERNO DI BALLISTI STRAFOTTENTI. A ciò si aggiunga che il capo del governo voluto dall'ex presidente è abusivo e che lo stesso si è circondato di ministri di suo gradimento. Le capacità dei singoli ministri per il bene della nazione il bullo le ha mandate a farsi fottere.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 02/04/2016 - 09:35

Quousque tandem Renzinus abutere patientia nostra? Torbide vicende nel gestire il petrolio basilico, con l’aggravante dello scarico in terra di sostanze tossiche. E c’è anche un popolo che tacitamente ingoia tutto, dalle banche al petrolio, per avere indietro solo chiacchiere. Quousque tandem?

TORRIDO

Sab, 02/04/2016 - 09:44

Foto di gruppo di sciacalli o parassiti?

tuttoilmondo

Sab, 02/04/2016 - 09:46

Il Giornale dovrebbe spiegare sinteticamente cosa comporta il famoso "emendamento". Si succhia ancora petrolio dopo il termine temporale fissato se ce n'è ancora? E dallo stesso buco o si fanno altri buchi tutto intorno all'area? E se il petrolio è finito che fine fanno le piattaforme? Se vengono smantellate chi paga? Caro Direttore informaci meglio. Grazie.

Tarantasio.1111

Sab, 02/04/2016 - 09:49

Con questa foto sono immortalati i serpenti e serpentelli che lavorano per gli italiani...meglio sarebbe dire che lavorano per i propri interessi...un branco di sinistrati che stanno mandando a ramengo l'Italia intera!

Ritratto di Sniper

Sniper

Sab, 02/04/2016 - 10:02

Renzi degno figlio legittimo di quella casta intrallazzona Democristiana D(')annata.... tic.tac.tic.tac...

freevoice3

Sab, 02/04/2016 - 10:05

Scenario parlamentare che abbiamo già visto più volte. Se la cantano e se la ballano tra loro, esclusivamente tra amici degli amici degli amici. Dimettetevi tutti, se vi è rimasta una briciola di pudore.

MEFEL68

Sab, 02/04/2016 - 10:08

Che furbi questi "furbetti". Cercano di impressionare l'opinione pubblica tirando in ballo l'occupazione "...è un progetto strategico che prevede molti occupati nel Mezzogiorno...". Può darsi, ma una domanda me la faccio lo stesso. Se l'occupazione è un argomento vincente, perchè il PD ha sempre ostacolato con ogni mezzo la costruzione del ponte sullo Stretto? Perchè in quell'occasione non se n'è curata dei posti di lavoro che si sarebbero creati? Questo dimostra che degli occupati non gliene frega niente.

Cheyenne

Sab, 02/04/2016 - 10:13

un governo di ladroni simile non si era mai visto dall'unità d'italia

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Sab, 02/04/2016 - 10:16

E' il governo ad essere corrotto e corruttore, non ha senso distinguere tra i vari componenti (il capobanda, la protetta, l'affarista senza scrupoli, il furbetto, l'amico di Roma Capitale, ecc.), se appartieni ad una associazione come l'attuale governo ne accetti le regole e le condividi. Dunque è giusta la mozione di sfiducia all'intero governo. Se le opposizioni (TUTTE!!!) non si accordano su un'unica mozione perderanno una grande occasione: il popolo vuole andare a votare, e questa è l'occasione migliore per crearne i presupposti.

Ritratto di lurabo

lurabo

Sab, 02/04/2016 - 10:19

non c'è niente da fare, come mettono piede li dentro vengono infettati tutti dallo stesso virus!!!!!

MEFEL68

Sab, 02/04/2016 - 10:19

Purtroppo la corruzione è una caratteristica del nostro sistema politico che dobbiamo cercare di estirpare. Tutti, chi più chi meno, fanno i loro interessi. Però questi del PD esagerano. Non si tratta di piccoli scandali dovuti al singolo e solitario maneggione della politica, ma di una corruzione "istituzionalizzata", caratterizzata da uno scandalo dietro l'altro. Non fanno in tempo ad insabbiarne uno che subito ne spunta un altro. Altro che superiorità morale, questa sinistra è entrata di diritto del Guinnes dei primati del malaffare.

INGVDI

Sab, 02/04/2016 - 10:36

Due movimenti antitetici, impossibile un dialogo politico se non quello di formare um blocco per mandare a casa Renzi e compagni. E' necessario ricordare che il M5S, come idee è molto vicino a quelle di rifondazione comunista (non tutti i suo elettori chiaramente), rappresenta i centri sociali, gli antagonisti,...Alle elezioni subito, e ognuno per la propria strada con le proprie idee.

nordcorea

Sab, 02/04/2016 - 10:51

COMPAGNO:... ....TU LAVORA CHE IO MAGNO!!!!!!!......

MEFEL68

Sab, 02/04/2016 - 11:40

Ma dove sono finiti tutti gli infiltrati rossi e i tuttologi pronti a spiegarci perchè gli illeciti fatti a sinistra non sono reati? Pazienza, ritorneranno più agguerriti che mai non appena un vice segretario in prova di una sperduta sezione di un partitino di centrodestra sita una ridente frazione di un paesino, si macchierà del grave reato di aver gettato un mozzicone di sigaretta per terra.

MEFEL68

Sab, 02/04/2016 - 11:53

Confesso che anch'io, che sono di centrodestra, avevo sperato nella primavera italiana che il Biskero ci aveva promesso. Delusione piena. Non solo questo governo si è dimostrato più vorace di tutti, ma anche il meno efficace. Ditemi voi quali sono le indispensabili, necessarie, improcrastinabili,inderogabili riforme che loro stessi ritenevano necessarie. Non ne hanno fatta una. La prova? CONFLITTO D'INTERESSI che con Berlusconi era necessario rimuovere perchè anomalo, incostituzionale, unico al mondo, ecc. sta ancora lì. Rimuoverlo significherebbe mettere fuorilegge tutta l'attività economico-finanziaria del partito di governo. LEGGE ELETTORALE: sembrava che senza una nuova legge la democrazia fosse morta. Ebbene sono quasi cinque anni che Berlusconi non è più al governo e molto probabilmente, se andremo a votare, voteremo ancora con la vecchia legge. Non sono stati capaci di fare neanche ciò che dicevano che gli stava a cuore.

pippo54

Sab, 02/04/2016 - 12:00

QUANDO PERTINI DISSE ' PULIZIA O PIANTO TUTTO' "Il problema a mio parere è semplice: non c' è ragione al mondo che giustifichi la copertura di un disonesto, anche se deputato. Ma non ti rendi conto, m' ha rimproverato uno, che qui crolla tutto, è in gioco l' intero sistema? Il sistema? dico io: ma io me ne infischio del sistema, se dà ragione ai ladri. Lo scandalo più intollerabile sarebbe quello di soffocare lo scandalo. L' opinione pubblica non lo tollererebbe. E io, neppure. Ho già detto alla mia Carla: tieni pronte le valigie, potrei piantare tutto".

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 02/04/2016 - 12:06

il punto nodale è sempre quello---L'APPALTO--ogni amministrazione di qualsiasi grandezza e di qualsiasi colore politico---dall'amministrazione comunale di un piccolo paese all'amministrazione della cosa pubblica dello stato delibera a favore di opere pubbliche---queste fanno gola a tutti i tipi di azienda---gli amministratori non faranno mai e dico mai regole limpide e cristalline che regolino le gare d'appalto-per un motivo molto semplice --assegnare i lavori da fare ad amici di amici per averne un tornaconto personale in termini di mazzette e tangenti---questa regola è connaturata con la storia d'italia--quando il movimento 5stelle o la lega che ora abbaiano -andranno al potere-non riusciranno a rimanere immuni dal virus delle tangenti--hasta siempre