Gli ultimi sondaggi premiano azzurri e Ppe

Atene - Forza Italia sfiora il 10%, guadagnando in una settimana mezzo punto e rafforzando il centrodestra, dice l'ultimo sondaggio Emg Aqua per «Agorà» di Rai3. E a Bruxelles i più recenti dati parlano di un Ppe in netta maggioranza nel parlamento Ue, confermandosi primo partito, staccato da tutti gli altri gruppi. A meno di 100 giorni dalle elezioni di maggio, il fronte popolare si sente sicuro di vincere sulle forze di sinistra e su quelle sovraniste-populiste, che appaiono divise e destinate all'irrilevanza. E con un'alleanza tra Ppe e Conservatori, in cui entrerebbe la Lega, a Bruxelles l'asse tornerebbe sul centrodestra. Per cambiare l'Europa davvero, dunque, il «voto utile» degli italiani è quello per Fi, sostengono gli azzurri.

Secondo il sondaggio Emg Aqua, se si votasse oggi il Carroccio sarebbe il primo partito in Italia con il 30,1%, in calo dello 0,2% , seguito dal M5S al 25,1% (-0,7%). I partiti di governo raggiungerebbero il 55,2, però sono in risalita le opposizioni di centrodestra, con Forza Italia al 9,7% (più 0,5% ), Fratelli d'Italia al 4,5%, stabile come Noi con l'Italia allo 0,8%. Se la coalizione si riunisse, sarebbe quindi nettamente in testa, visto che il centrosinistra viene dato al 25,7%, con il Pd al 18,7.

Ad Atene, dove si tiene il Meeting del Ppe, si ragiona sulla prospettiva europea e le notizie che vengono dai sondaggi sono incoraggianti. Nella capitale greca partecipa alla prima giornata dell'incontro il tedesco Manfred Weber, capogruppo dei popolari a Bruxelles e candidato al vertice della Commissione Ue. Arriva il presidente dell'Europarlamento Antonio Tajani, numero due di Forza Italia, che punta al bis e prepara la campagna elettorale con Silvio Berlusconi in testa alla lista azzurra. La convinzione è che nei prossimi mesi si potrà superare il 10%.

Il Ppe, secondo le previsioni, avrebbe 184 deputati, mentre i socialisti 120 e i liberali 70, con il presidente francese Macron che lavora ad un nuovo gruppo. Nella frammentazione generale i 5Stelle, che corteggiano i gilet gialli francesi alla ricerca di alleati, sembrano destinati all'irrilevanza. «Weber a capo della Commissione e Tajani presidente dell'Europarlamento per noi sono una priorità», conferma il segretario del Ppe, Antonio Lopez. Ed Elisabetta Gardini, capogruppo degli eurodeputati di Fi, aggiunge: «In Europa il centrodestra unito può tornare al comando».

Commenti

stefano751

Ven, 08/02/2019 - 11:43

Se non ci fosse stato il complotto per rendere ineleggibile Berlusconi, e il ritardo (studiato) di un mese dopo le elezioni per decidere che Berlusconi era candidatbile, ora come premier avremmo Berlusconi. Presto il reddito di cittadinanza cadrà perchè, come si prevedeva, i soldi non ci sono e i creduloni daranno una bella lezione ai grillini. Ma la batosta deve essere grossa perchè i grillini perdenti già stanno pensando ad alleanze immorali con i comunisti.