Renzi: "L'Ue non è il nostro alibi. Sappiamo di dover fare le riforme"

Il premier, convinto che il patto Juncker "vada rafforzato", ha parlato oggi in Senato. "Europa a un bivio, grave disaffezione"

Il Vecchio Continente è "davanti a un bivio" e "non è facile evidenziare la parola 'evento storico' o 'bivio cruciale', ma l'Europa vive oggi una fase di profonda stagnazione economica e una stagnazione, ancora più problematica e preoccupante, che è ideale".

La pensa così il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che è intervenuto questa mattina in Senato per la 52esima riunione plenaria della Cosac (Conferenza degli organi parlamentari specializzati negli affari dell'Unione dei parlamenti dell'Unione europea).

A preoccupare il premier è la crescita del movimento antieuropeista e il "grave problema di disaffezione dei cittadini". L'Europa, sostiene, deve "cambiare verso nella propria direzione economica o corre il rischio di diventare la Cenerentola dei Paesi globali". E non può permettersi di essere "terreno di scontro fra ragionieri che ragionano dello 'zero virgola'".

L'Europa che Renzi ha in mente è un'Unione "fedele al Patto di stabilità", ma a un patto che "si chiama anche Patto di crescita, ha un nome e un cognome", convinto comunque che l'Italia sappia già di suo dove fare le riforme, senza il bisogno di "trasformare l'Ue nel nostro alibi".

E se il piano Juncker va nella giusta direzione, "perché sottolinea la necessità di fare gli investimenti", avrà però bisogno di "essere rafforzato e incoraggiato: mi pare che ci sia un po' di timidezza nell'affrontare la sfida".

Nel discorso di Renzi c'è spazio anche per il tema dell'immigrazione. "Non possiamo lasciare sole le amministrazioni locali nella gestione delle periferie - dice il premier -: occorre dire che si interviene non facendo propaganda anti-immigrati, ma costruendo asili, scuole, campi da calcio, facendo delle periferie il luogo della ripartenza".

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 01/12/2014 - 10:52

Fino a quando questo cialtrone abuserà dei mezzi d'informazione e della nostra pazienza?

Luigi Farinelli

Lun, 01/12/2014 - 10:54

E chissà perché tale "grave disaffezione" nei confronti dell'Europa!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 01/12/2014 - 10:54

Provate a farvi un esame di coscenza e poi vedrete chi ha provocato questa disaffezione verso le cosidette"ISTITUZIONI" che riempiono tanto la bocca del nostro RE.???

magnum357

Lun, 01/12/2014 - 10:58

Il problema è che Fonzierenzi e la sinistra non hanno e non capiranno mai quali sono le vere riforme da fare nel nostro paese !!!!

Mario Marcenaro

Lun, 01/12/2014 - 11:05

Ma quand'è che questo signore la pianterà con le promesse a vuoto senza attuazioni e le esibizioni televisive in modo da trovare un poco di tempo da dedicare al lavoro per il quale purtroppo tutti noi cittadini continuiamo a fargli pagare lo stipendio? Qualcuno gli ricorderà ogni tanto che il fumo delle promesse con cui ci sta ammorbando ci sta costando un patrimonio di multe da parte della Ue per tutte le promesse mancate? Ormai il tempo é scaduto: per favore ci faccia il piacere di farsi da parte prima di finire di perfezionare i suoi disastri.

Ritratto di Flex

Flex

Lun, 01/12/2014 - 12:55

Riforme. Tutti bravi a fare annunci e promesse molto meno a realizzarle e tutti le vogliono ad uso e consumo dei propri interessi. L'interesse del Paese è secondario e forse manca del tutto.

moshe

Lun, 01/12/2014 - 12:55

ma piantala, pagliaccio!

edo1969

Lun, 01/12/2014 - 13:06

Matteuccio bello facci un favore sei tanto bravo a convincere il mondo intero, ma una volta che hai detto una cosa cerca poi anche di realizzarla, per pietà. E magari nelle slide mettici anche delle date precise, così ce le segniamo sul calendario.

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Lun, 01/12/2014 - 13:22

"Sappiamo di dover fare le riforme" (come se fosse antani) COSA SERVE ANCORA PER T R A V O L G E R E QUESTO PAROLAIO?

rosa52

Lun, 01/12/2014 - 13:31

questo e'peggio di Monti e Letta messi insieme!!

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 01/12/2014 - 13:47

Forse Renzi non ha capito che a noi dell'Europa non ce ne può fregar di meno soprattutto con quelle facce di cera che cio dettano legge...noi dobbiamo guardare noi stessi...la nostra Italia e le persone che oramai non ce la fanno più...la ue può andare a ......

raffa910

Lun, 01/12/2014 - 13:55

Questo cameriere degli Usa è meglio che non faccia le riforme: "riforma" di per sé non è detto che sia una cosa positiva, anche se i mass media per intortare la gente lo fa credere. Al contrario renzi sta attuando le riforme della p2 di svuotamento di potere degli organi democratici (eliminazione del senato, ecc.) con il consenso degli italiani, dopo il lavaggio di cervello sugli sprechi della casta e le pensioni d'oro che pur deprecabili, non sono certo questi la rovina dell'Italia.