Uomo con pistola minaccia agenti: ferito nel posteggio di un ospedale

«Non è un terrorista, era aggressivo per problemi psichici»

Berlino Secondo fonti della polizia citate dal giornale della capitale tedesca Die Welt, non avrebbe legami con il terrorismo ma avrebbe problemi psichici l'uomo contro il quale la polizia ha sparato nel parcheggio dell'ospedale «Klinikum am Urban» di Berlino, nel quartiere di Kreuzberg, ferendolo a una gamba. Stando alle fonti, l'uomo avrebbe dato in escandescenze e l'ospedale si sarebbe rivolto alla polizia; a quel punto l'uomo avrebbe minacciato una poliziotta brandendo una pistola e un agente avrebbe esploso il colpo, colpendolo appunto a una gamba: il ferito è stato operato nello stesso ospedale. L'area del pronto soccorso, dove sono avvenuti i fatti, è stata isolata. Secondo le fonti citate da Die Welt è stato un solo poliziotto a sparare, mentre la portavoce della polizia ha detto che non è ancora chiaro se sia stato un solo agente a sparare.

La psicosi del terrorismo ha provocato ieri anche un altro episodio di tensione, poi scaduto nel comico, a Berlino. Un terminal dell'aeroporto internazionale di Schönefeld è stato infatti bloccato nelle prime ore della mattina dopo che il personale di sicurezza dello scalo ha lanciato l'allarme per aver ritrovato un oggetto sospetto nei bagagli di una donna. Il sospetto era che si trattasse di esplosivo al plastico, ma quando la polizia ha preso in carico il caso si è rapidamente resa conto che non era il caso di preoccuparsi: si trattava infatti di innocua plastilina, contenuta in un pacchetto di giocattoli.