Vaccini, Bussetti rassicura i presidi: "Responsabilità autocertificazioni false delle famiglie"

Il ministro dell'Istruzione ha rassicurato i presidi sulle autocertificazioni false, ma loro mettono in guardia sul rischio per gli immunodepressi

"Le responsabilità per le autocertificazioni non veritiere ricadono esclusivamente sugli autori delle stesse e non sulla dirigenza scolastica". Lo chiarisce in una nota il Miur in merito ai vaccini.

Oggi il ministro Marco Bussetti ha tenuto un incontro con i sindacati della dirigenza scolastica. Durante la riunione è stato affrontato il tema degli obblighi vaccinali, con specifico riferimento agli adempimenti a carico dell'amministrazione scolastica. Il Miur ha chiarito che eventuali responsabilità connesse ad autocertificazioni non veritiere ricadono esclusivamente sugli autori delle stesse e non sulla dirigenza scolastica.

Bussetti ha garantito e auspicato un confronto costruttivo e costante con le organizzazioni sindacali. "L'incontro - si spiega in una nota - si è svolto in un clima di reciproca collaborazione e ha rappresentato il primo di una serie di confronti tecnici che ci saranno a partire dalla prossima settimana, sia per garantire il regolare avvio dell'anno scolastico, sia per affrontare i temi più generali e specifici del mondo della scuola".

I presidi sono soddisfatti della posizione del ministro, ma ribadiscono comunque il rischio per gli immunodepressi in caso di false certificazioni: "Naturalmente, finché resta in vigore l’attuale legge sugli obblighi vaccinali, per garantire la tutela della salute di tutti i bambini e in particolare di quelli immunodepressi, dovranno essere effettuati i controlli previsti", ha affermato il presidente dell'Associazione nazionale presidi, Antonello Giannelli.

Commenti

wrights

Ven, 24/08/2018 - 08:04

Non sono un medico, quindi mi piacerebbe avere spiegazioni sugli "immunodepressi": - quanti sono quelli che frequentano le scuole? - Visto che i vaccini ora obbligatori, non coprono TUTTE le malattie infettive, per loro può essere pericolosa anche l'influenza visto che muoiono circa 100 persone all'anno in Italia, contro le 3 o 4 di Morbillo? - Visto che sono immunodepressi e quindi più soggetti di altri ad ammalarsi, anche di malattie di cui non c'è l'obbligo di vaccino, posso essere essi stessi, costituire pericolo per gli altri bambini? - Non ultimo, tutto il personale scolastico ha l'obbligo di essere vaccinato? Considerato che l'età media dei colpiti dal morbillo in Italia, l'anno scorso è stata di 37 anni.