Pensioni, arriva il manuale per fare causa contro i tagli

Vademecum di un pool di legali organizzati da Forza Italia per "le vittime" della Fornero

Pensionati in attesa in un ufficio dell'Inps

Milano Cari pensionati, nessuno può tagliarvi la rivalutazione del vostro assegno, anche quando è d'oro. Se qualcuno lo fa, come è accaduto con il governo Monti e la legge Fornero, la soluzione migliore non è aspettare il rimborso promesso da Renzi ma correre dall'avvocato e far causa all'Inps. L'Istituto è tenuto a restituirvi tutto. È questo lo spirito e un po' anche la lettera del vademecum gratuito per i pensionati messo a punto da un pool di legali e presentato nella sede milanese di Forza Italia. Una consulenza legale gratuita che sarà distribuita ai pensionati (e che si può già scaricare dal sito nazionale di Forza Italia) per aiutarli a passare all'azione: a organizzare il tutto, il gruppo seniores di Enrico Pianetta e il gruppo professionisti di Andrea Mandelli.

L'oggetto dell'assalto giudiziario non è solo la Fornero ma anche la decisione del governo Renzi, dopo la sentenza della Consulta, di restituire il «maltolto» con quote proporzionali all'assegno e solo fino ai 3000 euro di pensione. Secondo i calcoli azzurri, a Milano 320mila pensionati su 420mila non riceveranno indietro nulla. Un dato che - sostengono da Forza Italia - può essere esteso all'intero Paese. «Nessun intento di strumentalizzare. Comprendiamo i gravi problemi di bilancio che gravano sulle casse dello Stato - dice Mariastella Gelmini, la coordinatrice lombarda che da Milano progetta di far partire l'offensiva dei cittadini - Ma il governo Renzi sottovaluta il problema e pensare di lasciar da soli i pensionati in questa situazione è da matti».

Il vademecum parte dall'illegittimità costituzionale della legge Fornero nel prevedere la rivalutazione solo per i trattamenti pensionistici inferiori a 1500 euro lordi al mese. Ma soprattutto sottolinea come il decreto legge 65 del 21/0572015, in gergo il decreto Renzi, che prevede un rimborso forfettario a scaglioni sia «manifestamente iniquo, sia per gli innegabili contrasti con norme ormai di rango costituzionale, sia perché non prende in considerazione i trattamenti pensionistici superiori ai 3000 euro». Fin qui l'analisi.

E torniamo alla proposta d'azione. «Tra le diverse strade ipotizzate, quella che si ritiene maggiormente incisiva è promuovere azione monitoria nei confronti dell'Inps... Avanti il tribunale competente in funzione del giudice del lavoro». Che cosa accade a questo punto? Il pool di legali ipotizza l'emissione del decreto ingiuntivo. È anche vero che il ricorso può essere rigettato oppure che, anche di fronte a un decreto ingiuntivo, l'Inps può fare ricorso. Nella seconda e terza ipotesi, il pensionato può ricorrere a sua volta. Sintetizza Mandelli: «Tocca al cittadino decidere quale sia l'opzione migliore e rivolgersi a esperti di fiducia». Il consiglio del pool azzurro è però inequivocabile: mettere in croce l'Inps in tribunale.

Commenti

Pigi

Sab, 25/07/2015 - 08:42

Partito Pensionati Italiani, quello che è diventato Forza Italia. L'Italia spende in pensioni, rispetto al PIL, più di tutti i paesi dell'OCSE? Non importa. Per Berlusconi questa percentuale va aumentata ancora, difendendo con le unghie e con i denti le pensioni d'oro e d'argento, e nel frattempo aumentando a mille euro le pensioni minime, quelle che spettano a chi non ha versato contributi. Cosa importa se tanti lavoratori guadagnano meno di mille euro, e bisogna tartassarli per pagare le pensioni?

Robertin

Sab, 25/07/2015 - 10:39

vi ringrazio per l'informazione davvero molto utile. vado subito nel sito di forza italia a scaricare il vademecum.

flip

Sab, 25/07/2015 - 11:00

pigi. sei fuori di testa. sei in grado di ragionare con la tua testa o ti affidi ai proclami del' unità? (il giornale che dice la verità)

Ritratto di venividi

venividi

Sab, 25/07/2015 - 11:12

E gli eredi ? Solo ieri ho scoperto che bisogna "fare domanda". In questo modo fregano quelli che rimangono che non sanno a quale santo votarsi. Sul sito dell'INPS non ho trovato nulla o se c'era era ben nascosto. Nauseante.

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 25/07/2015 - 11:14

Non si può scaricare sui pensionati la responsabilità di avviare una causa contro l'INPS. Deve essere un'iniziativa parlamentare. Ma nessuno si muove. Del resto il ricorso contro il decreto Fornero non è partito dal Parlamento, come sarebbe stato giusto. E' stato un privato cittadino a fare ricorso ed a vincere, obbligando il governo a rimediare (male). Perché questa azione non l'ha fatta l'opposizione? Ma allora cosa li eleggiamo a fare i rappresentanti in Parlamento se non ci tutelano? E perché deve essere il privato cittadino ad imbarcarsi in cause legali contro l'Inps, mentre dovrebbe essere il parlamento stesso a rimediare ai propri errori?

Pigi

Sab, 25/07/2015 - 11:18

flip. Ragiono sulla basse di numeri e statistiche, cosa che tu non citi, probabilmente perché non ne capisci una mazza. Questo mi permette di capire quando Renzi o Berlusconi o qualunque altro fanno fuori dal vaso.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 25/07/2015 - 11:32

Speriamo che pigi vada in pensione a 67 anni con 400 euro al mese.

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 25/07/2015 - 11:44

Ogni volta che si annunciano iniziative rivolte ai pensionati (come usufruire dei servizi sul sito INPS o scaricare il mod. 730 precompilato) mi chiedo se chi le propone sappia a chi ci si sta rivolgendo. Predisporre un modulo per il ricorso è una lodevole iniziativa, certo. Ma quanti potranno usufruirne? La maggior parte dei pensionati, per vari motivi (dall’età avanzata alle condizioni di salute, dal livello di istruzione alla capacità di usare la tecnologia), o non sa nemmeno che può fare ricorso, oppure non ha più la voglia, l'energia, la pazienza di imbarcarsi in azioni legali, oppure, scoraggiati dalle continue angherie e soprusi di uno Stato tiranno che ci fa sentire sudditi oppressi da sfruttare e punire più che cittadini, ha perso completamente la fiducia nella politica e nei propri rappresentanti, anche quando sembra che propongano qualcosa di serio e utile.

mzee3

Sab, 25/07/2015 - 11:46

Come faceva Berlusconi? Ahh...sì..: CU-CU Sabrina Cottone! Lo sa chi ha votato a favore della legge Fornero? Nooooooooo? O per Bacco, per dinci Bacco, o poffarre!La riforma è stata votata dalla coalizione di partiti che sostenevano il governo Monti, composta da PD, PDL, Unione di Centro e Futuro e Libertà per l'Italia e altre liste minori; l'unico partito che si è opposto alla riforma è la Lega Nord Dov'era lei all'epoca? Dov'erano questi Cavalieri senza macchia e senza paura che oggi si sono riuniti per difendere come crociati alla conquista di Gerusalemme i "poveri" pensionati? Erano per caso riuniti a festeggiare l'accordo del Nazareno? Stanno cogliendo al balzo qualche opportunità nascosta dietro la gratuità del servizio? Staremo a vedere!

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 25/07/2015 - 11:51

Quanti saranno i pensionati italiani che leggono questo avviso sul sito del Giornale? Quanti saranno quelli che hanno un PC in casa e lo usano regolarmente? Non bisogna pensare a quei pensionati istruiti che godono di buona salute, navigano sul web ed hanno la pazienza e la capacità di districarsi nei meandri della burocrazia. Bisogna pensare a quei pensionati anziani, molto spesso malati, che hanno difficoltà perfino ad uscire di casa, che non hanno un’istruzione sufficiente, che non usano internet, spesso semianalfabeti, per i quali anche dover compilare un semplice modulo è un problema. E che non leggono il Giornale su internet.

Pigi

Sab, 25/07/2015 - 12:38

stenos. Probabile che accadrà, e quindi dovrò lavorare ancora a lungo. Il che, tutto sommato, non è la fine del mondo. Se fossi nato quindici anni prima sarei potuto andare in pensione a cinquantacinque anni, con una pensione non molto distante dai duemila euro. Invece non so quello che mi aspetta, proprio perché chi è venuto prima di me ha saccheggiato la cassa, lasciando solo debiti.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Sab, 25/07/2015 - 12:56

Pigi i diritti aquisiti non si possono toccare,a dirlo è la legge.Se vogliamo si potrebbero tagliare i vitalizi ricevuti per pochi giorni di parlamentare,toni Negri uno per tutti, oppure mettere mano,ed un tetto al cumulo delle pensiioni anche se solo in parte figurative,Immagino un Napolitano deputato,senatore a vita e presidente della repubblica,con relativo riscatto,a 4 soldi,durante la sua vita "terrena" . Una volta tanto diano l'esempio,e non solo a parole.Pigi,almeno in questo,è d'accordo con me?

Triatec

Sab, 25/07/2015 - 13:19

Pigi @ Vedo organizzazioni come Mafia Capitale o simili, sento ogni giorno di ruberie per svariati milioni, benefici a favore di parenti e amici di politici e io dovrei pensare a quanto spende l'Italia per le pensioni? Ma siamo seri!! Io so che la Consulta ha detto che mi sono stati sottratti dei soldi, cosa sbaglio se chiedo che mi sia restituito il maltolto? Sperare nella riduzione dei costi della politica, no??? Stop ai soldi alle fondazioni dei politici no???

caron_dimonio

Sab, 25/07/2015 - 14:27

Pigi ha ragione al 100%: l'Inps è stata saccheggiata da generazioni di ricchi pensionati retributivi che hanno versato molto meno di quanto percepito, e che ora vorrebbero perpetuare il loro privilegio con la complicità dei pensionati d'oro della cassazione.

unosolo

Sab, 25/07/2015 - 15:40

danno allo Stato lo causano le giuste retribuzioni ? è assodato il furto la corte non doveva lasciare spazio ad alterazioni della stessa ma non lo ha fatto , bene allora come mai i partiti si sono divisi 80 mln e i dipendenti di camera , senato e palazzo Chigi hanno avuto in regalo tutti nessuno escluso premi ? chi sono a sprecare soldi e creare danno allo Stato ? diamo colpa ai pensionati o al capo del governo ? la corte deve rientrare a gamba tesa e far rispettare in pieno la sentenza altrimenti le tasse seguiranno a salire come i stipendi dei politici e chi gira li intorno.

flip

Sab, 25/07/2015 - 19:41

pigi. lavora e basta e augurati che versino i contributi. guarda che sono stati i tuoi sindacati che, giustamente e per fortuna, hanno voluto ed ottenuto che i pensionati vivessero con un certo decoro. i vecchi pensionati Inps non hanno rubato niente. purtroppo adesso, nell' Inps, è stato travasato l' ente assistenziale degli statali (inadempiente) e sarà la fine per tutti. e poi, cerca di ragionare con la tua testa, non con quella del partito.

Pigi

Sab, 25/07/2015 - 23:37

flip. Perché ripeti di ragionare con la mia testa quando la tua è piena di idee senza né capo né coda? E quale sarebbe il mio partito? Il PD no, perché ritengo la sua politica sull'immigrazione tanto demenziale da non riuscire a trovare aggettivi adatti. L'insetto, la Blatta, con il suo servilismo verso le toghe, fa schifo a sufficienza. La Lega è una delle cause delle pensioni da giovani, che vorrebbe anche ripristinare. Il mio partito più recente è la scheda bianca.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Dom, 17/01/2016 - 07:13

Io pensionato italiano residente in Francia pa