Veneto, la Moretti si smarca dagli indagati del Mose

Il candidato governatore in difficoltà per l'indagine che ha colpito i big del partito Zoggia e Mognato. E mette subito le mani avanti: "Spazzare via le foglie secche dal partito"

C'è una pesante ipoteca che imbarazza Alessandra Moretti e rischia di pesare sulla sua candidatura a governatore del Veneto nel 2015. La recordwoman di preferenze nel Nordest (alle Europee prese 230mila voti) ha stravinto le primarie per la Regione con il 66% di preferenze e si appresta a sfidare il governatore uscente Luca Zaia.

L'insida maggiore, però, potrebbe arrivare dall'interno del partito prima ancora che dall'avversario leghista. Il Pd veneto è stato infatti colpito dalla bufera che ha colpito i deputati piddì Davide Zoggia e Michele Mognato, da venerdì formalmente indagati per finanziamento illecito ai partiti. L'inchiesta è quella del Mose, storie di tangenti e mazzette in salsa lagunare, i protagonisti dem tra i big del partito.

Già, perché Zoggia e Mognato erano e restano due "pezzi da novanta" nella sezione veneta del Pd e il primo fu anche responsabile organizzativo del partito sotto la segreteria di Epifani. Due figure insomma troppo ingombranti perché la Moretti potesse far finta di nulla.

Ed è così che la candidata alla poltrona di governatore ha sin da subito messo le mani avanti, invocando un "vento nuovo" sin dal discorso di sabato a Padova: "Bisogna spazzare via le foglie secche che rischiarno di far marcire il nostro partito", ha spiegato la Moretti.

Il messaggio è molto chiaro, come le parole d'ordine a cui si vuole ispirare il nuovo corso: chiarezza, trasparenza, pulizia. "Serve un atto di coraggio - prosegue l'esponente Pd - Un passo indietro da parte di chi rischia di compromettere la forza e l'immagine di un partito che, a causa degli intrecci perversi tra mafia, politica e potere, appare corrotto."

Insomma, senza generalizzare (perché "non possiamo permettere che il buio che sta travolgendo il Veneto renda tutte le vacche nere"), ma è bene che chi è coinvolto "faccia un passo indietro, per potersi difendere meglio nelle sedi opportune".

Una presa di posizione molto netta, che ha subito trovato eco nelle parole del segretario regionale Roger De Menech, che si è spinto fino a chiedere pubblicamente l'autosospensione dei due deputati. I diretti interessati, per ora, tacciono.

Commenti

Miraldo

Mar, 16/12/2014 - 13:01

Povera illusa comunista vai a farti depilare che è meglio, i sinistri sono quasi tutti corrotti e il partito del M5S vi segue a ruota.

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Mar, 16/12/2014 - 13:33

Questa è come la bandiera , va dove soffia il vento .

giovauriem

Mar, 16/12/2014 - 13:40

questa farà molta strada perchè spinta da dietro

Ritratto di ersola

ersola

Mar, 16/12/2014 - 13:44

ma galan? pure lui comunista?

buri

Mar, 16/12/2014 - 14:44

Per l'amore del cielo, abbiamo già il PD a palazzo Chigi, basta e avanza senza dover sopportare un PD a Venezia, almeno questo ci sia risparmiato, i sinistri che tanto hanno parlato di Galan e Chisso, si guardino allp specchio, cosa vedrano? Zoggia, Mpgnato, Orsoni, ossia i così detti "moralmente superiori" dli ultimi ad essere stati chiamati in causa, quindi stiano calmi non hanno le credenziali per dare lezioni a nessuno

Ritratto di toro seduto

toro seduto

Mar, 16/12/2014 - 16:13

buri bisogna averla una morale....avete un cofondatore in galera per mafia, un capo pregiudicato e parlate di veneto con Galan?....ma ci faccia il piacere aahahahahaha

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mar, 16/12/2014 - 17:01

foglie secche o delinquenti?

BlackMen

Mar, 16/12/2014 - 17:28

Scusate se mi permetto ma, dovendo per forza scegliere, preferisco molto più chi prende le distanze dalle mele marce piuttosto che chi le difende a testa bassa senza se e senza ma.

Ritratto di pinox

pinox

Mar, 16/12/2014 - 20:04

questa scema governatore del veneto??.....ma stiamo freschi!!!!si definisce (lei) bella e intelligente, va a farsi i fine settimana con giletti per avere in cambio visibilità televisiva, prima bersaniana ora renziana......proprio un bel curriculum da arrivista e opportunista, per il bene dell'italia continui così!!!!

scipione

Mar, 16/12/2014 - 20:21

Sono solo indagati,ma la Moretti,stalinista ante litteram,se ne frega,non li ritiene degni del minimo di solidarieta' ,di presunzione di innocenza fino a condanna.Pensa solo al suo c......

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 16/12/2014 - 23:25

Bella, bella, bella,

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mer, 17/12/2014 - 12:37

La foto dimostra che questa signora sta mantenendo fede al suo proposito di dover avere sempre al primo punto della sua agenda di doversi recare spesso, se non ogni giorno, dall'estetista. I cambiamenti si vedono, soprattutto da vicino.