Vescovi contro i giudici: "La sentenza sulle paritarie limita la libertà"

La pronuncia della Cassazione sugli istituti scolastici religiosi di Livorno che dovranno pagare l’Ici fa insorgere la Cei: "Prendere decisioni con meno ideologia"

Una "sentenza pericolosa" che limita fortemente "la garanzia di libertà sull’educazione che tanto richiede anche l’Europa". La pronuncia della Cassazione sugli istituti scolastici religiosi di Livorno che dovranno pagare l’Ici fa insorgere il segretario generale della Cei, monsignor Nunzio Galantino. Che, interpellato dall'Adnkronos all’indomani della sentenza pilota di piazza Cavour, esprime forte preoccupazione per il futuro delle scuole religiose e della libertà di insegnamento. "Siamo davanti a una sentenza pericolosa - tuona - chi prende decisioni, lo faccia con meno ideologia. Perché ho la netta sensazione che con questo modo di pensare, si aspetti l’applauso di qualche parte ideologizzata".

"Il fatto è che non ci si sta rendendo conto del servizio che svolgono le scuole pubbliche paritarie". Dati alla mano, Galantino ricorda che "ci sono un milione e 300 mila studenti nelle scuole paritarie. Bisogna anche sapere che a fronte dei 520 milioni che ricevono le scuole paritarie, lo Stato risparmia 6 miliardi e mezzo. Attenzione, dunque, a non farsi mettere il prosciutto sugli occhi dall'ideologia". Il segretario generale della Cei insiste su un concetto molto caro al Vaticano: "Non stiamo parlando solo di scuole cattoliche. Impariamo a chiamare le cose con il loro nome, parliamo di scuole pubbliche paritarie. Lo stesso ministro Giannini, in maniera illuminata, sta cercando di fare percepire che le scuole paritarie sono pubbliche".

Galantino si rivolge anche ai giudici: "Chi conosce realtà della Chiesa cattolica che non pagano, lo denunci, subito. Mi rivolgo anche alla magistratura". Una sentenza "pericolosa due volte", sottolinea ancora il segretario generale della Cei, perché "da una parte c’è un discorso tutto ideologico". "Ho l’impressione che si voglia fare passare il problema come fatto tutto cattolico. È venuto il momento di smetterla con i tiri allargati. Cominciamo a chiamare le cose con il loro nome". Una sentenza pericolosa anche perché, per dirla con Galantino, "si rischia davvero la chiusura di queste scuole". "Ma la chiusura delle scuole paritarie vuol dire limitare la libertà. È la stessa Europa - ricorda ancora Galantino - che ci chiede garanzie sulla libertà educativa. Quello che pericolosamente caratterizza l’Italia è l’ideologizzazione passata all’estremo. Smettiamola di pensare che sia la Chiesa cattolica ad affamare l’Italia".

Commenti

Smartino65

Sab, 25/07/2015 - 13:03

E' ora che la Chiesa paghi l'imu sugli immobili destinati ad attivita' commerciale o per fini di lucro. E' inconcepibile questo anacronistico privilegio. Se poi vogliono chiudere le scuole paritarie ce ne faremo una ragione..

ursus spelaeus

Sab, 25/07/2015 - 13:14

Quando li tocchi nel portafoglio si incazzano come bisce e non potendo invocare la anticostituzionalità , si inventeno altre palle Questi vescovi si sono dimenticati il Gesù che scaccia i mercanti dal Tempio .... penso che , un conto sia un convento di suore di clausura , ed un altro conto siano le attività commerciali del clero pur ritenendo benemerite le scuole paritarie , penso ai vari conventi , congregazioni , case , etc etc ..... Questi si stanno già fregando le mani pensando al prossimo giubileo , e devono pagare l'ICI l'IVA e tutte le tasse che pagano i comuni cittadini ed i commercianti

Ritratto di federalhst

Anonimo (non verificato)

vince50

Sab, 25/07/2015 - 13:19

In sintesi ai preti e ai comunisti mai toccare il portafogli,una ragione per impedirlo la si trova sempre.Hanno sempre avuto le braccia disuguali in lunghezza,ci sono ragioni per avere non ce ne sono per dare.

magnum357

Sab, 25/07/2015 - 13:25

Distruggere tutto ciò che è privato è l'obiettivo dei governi di sinistra dal 2011 ad oggi !!!!!!!!

maurizio50

Sab, 25/07/2015 - 13:31

Quanto sono simpatici i Vescovi della CEI. Se c'è da pagare, tocca sempre agli altri, mai a loro! Se c'è da prendere (negri a parte) son sempre in prima fila!!!

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 25/07/2015 - 13:32

Se, NON PAGASSI LE TASSE,E FACESSI INVESTIMENTI SOLAMENTE "PRO ME STESSO", È LOGICO, CHE IO POSSA DIVENTARE POTENTE E RICCO!!! DA CHE ESISTE IL VATICANO, IL CLERO SE NE È APPROFITTATO. TUTTO CIÒ CHE È SITUATO SUL TERRITORIO ITALIANO, """CHE PAGHI LE TASSE, COME TUTTA LA POPOLAZIONE!!! Qualsiasi ISTITUZIONE RELIGIOSA, che vive di carità, """NON DEVE SOLAMENTE PREDICARE, MA DEVE ASSECONDARE I BISOGNOSI. MENTRE I LORO SUPERIORI, DEVONO VIVERE NELL`UMILTÀ SENZA LUSSI ESTREMI E SENZA ARROGANZA """!!!

GiovannixGiornale

Sab, 25/07/2015 - 14:01

chissà la gioia dei preti rossi che sbavano dietro la banda armata dei no tav, cooperative rosse, salotti radical scia e movimento tender

elgar

Sab, 25/07/2015 - 14:02

Sul territorio italiano l'IMU la devono pagare tutti.Perchè? Ma perchè la legge è uguale per tutti no? La libertà di educazione non c'entra nulla. Nessuno l'ha vietata. Avete voluto Monti? Pagate l'IMU. E zitti. Le soddisfazioni gratis nella vita non esistono. Cari preti il vostro odiato Berlusconi l'ICI l'aveva tolta. Beccatevi l'IMU e non fate le vittime. Se le scuole chiuderanno pazienza. L'avete voluto voi. Non si può avere tutto.

forbot

Sab, 25/07/2015 - 14:05

Ecco che riappare la mentalità prettamente comunista, anche se a Livorno ora non governano più loro, hanno lasciato il segno. La scuola paritaria, cattolica, cristiana , chiamatela come volete, è uguale agli ospedali che avevamo; diretti dalla maggior parte dalle monache e dai religiosi, anche se non c'erano ancora le attrezzature che sono in funzione oggi, funzionavano meglio che non gli ospedale di adesso. Le monache controllavano tutto e le chiavi le avevano sempre appese alla cintura. Ora ognuno di loro può fare quello che vuole. Questo non và assolutamente bene. E' voler distruggere tutto ciò che di buono ci hanno lasciato i nostri genitori. Difficilmente si sentivano che le operazioni venivano fatte sulla parte sbagliata, avendo una monaca in sala operatoria. Vedete ora!

Totonno58

Sab, 25/07/2015 - 14:13

Smartino65...purtroppo non c'è niente di anacronistico n questo privilegio...è datato 2005, con un cavillo inserito nella legge finanziaria del governo dell'allora presidente xy...

caron_dimonio

Sab, 25/07/2015 - 14:19

A me pare che la sentenza limiti la libertà. La libertà di eludere le tasse.

forbot

Sab, 25/07/2015 - 14:20

Parlate, parlate, scrivete. Non sapete quello che dite. La conoscete la differenza di come i ragazzi vengono trattati, insegnati, negli ambienti nei quali studiano puliti e ordinati? Di come vengono seguiti? Vi ricordate come erano gli ospedali quando c'erano le monache che ne erano responsabili nella conduzione? Vedete adesso! Babbei siete, se parlate solo perchè contrari alla religione cattolica. Non fate distinzione fra ciò che è buono e và conservato e ciò che può essere rottamato.- Aprite gli occhi e non fate sempre di tutta un erba un fascio.-Così anche per le case di tolleranza: l'idea diamo più dignità alla donna. Così ogni giorno ne vengono stuprate per la strada e le altre esercitano senza garanzia e sicurezza.

Ritratto di filatelico

filatelico

Sab, 25/07/2015 - 14:21

L'imu la devono pagare TUTTI !!! Anch'io se non dovessi pagare l'imu farei qualche beneficenza in più !!! Fatevi fare un prestito dallo IOR utile 2014 62 milioni di euro !!!

gian65

Sab, 25/07/2015 - 14:30

é normale che nel paese dove la legge vale per gli altri e tu godi di un privilegio quando un qualsiasi giudice o un legislatore (se non sbaglio la norma viene dal governo prodi di dieci anni fa..., confermata da berlusconi, monti, letta e, ma forse non lui l'ha vista, renzi) prova a trattarti come tutti gli altri, la tua reazione non è: oops, scusate, non sono più un privilegiato che distorce il mercato e divento come glialtri; la tua reazione è: saliamo sulle barricate! e parli, ma guarda un po', di uno stato pregno di ideologia...

carlo dinelli

Sab, 25/07/2015 - 14:45

Cari vescovi, ben vi sta! Vi siete voluti mettere con i Komunisti (e viceversa) e adesso ne subite le conseguenze.....

Totonno58

Sab, 25/07/2015 - 14:47

forbot...non è che sei tu che parli, parli, scrivi..?!...il problema è il confine tra le attività a scopo caritatevole e quelle lucrative!Non c'è niente di male che la Chiesa disponga anche di queste ultime ma che siano state esentate dalle tasse...e qui, caro ELGAR, c'entra quell'uomo, che tu hai menzionato, che all'epoca aveva molto bisogno di captare la benevolenza del Vaticano....

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Sab, 25/07/2015 - 14:57

Ma anche le moschee pagano l'ici?

gedeone@libero.it

Sab, 25/07/2015 - 15:20

Eccoli i mangiapreti in servizio permanente effettivo! Se le scuole paritarie devono pagare, l'Imu la deve pagare anche la scuola statale, atteso che realizzano lo stesso servizio educativo per i nostri figli e nipoti ed i professori e maestri li pagano loro non gravando sulle casse dello Stato. La verità è che questo è un attacco alla Chiesa da parte dell'apparato social-komunista statalista burocratico conservatore.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 25/07/2015 - 15:29

Ma come? I loro compari li hanno fregati?

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 25/07/2015 - 15:48

I vescovi hanno ragione. Per garantire la parità di insegnamento pertanto aprano scuole private a proprie spese chi le vuole frequentare le paghi con il proprio denaro. In caso contrario anch'io potrei richiedere il denaro pubblico per insegnare in una mia scuola privata l'ateismo. Non vi pare Vostre Eminenze che la libertà debba essere garantita a tutti?

Ritratto di ellebor0

ellebor0

Sab, 25/07/2015 - 15:55

Sto ridendo a crepapelle, tanto è andata la gatta CEI al lardo della sinistra che ci ha lasciato lo zampino, ben le sta. Le suore caposala negli ospedali erano peggio di Dracula e le "libere offerte" erano una prassi, meglio non aprire certe porte per non vedere scheletri. Le scuole private e parificate dovranno solo aumentare le rette, che problema c'è, i rampolli della sinistra chic hanno i soldi per pagare.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 25/07/2015 - 16:05

@gedeone@libero.it (15:20) Tu dici che: "La verità è che questo è un attacco alla Chiesa da parte dell'apparato social-komunista statalista burocratico conservatore". In altre parole stai dicendo che c'è una guerra fra cosche mafiose avversarie. Se così fosse sarebbe come lo spurgo dei pozzi neri.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 25/07/2015 - 16:07

Bellissima foto, bellissimo cappello, bellissimo vestito. Solo persone vestite in questo modo possono essere guida spirituale dell'umanità.

Walter68

Sab, 25/07/2015 - 16:22

Questi non voglio pagare nulla!!! I preti & c. hanno ancora il sistema retributivo per il calcolo delle loro pensioni, il loro fondo presente nell'Inps è una passività che dovremo pagare noi.

Walter68

Sab, 25/07/2015 - 16:28

x forbot. Sono attività commerciali, non fanno volontariato e quindi devono pagare come tutti. Già prendono soldi dallo Stato per un servizio che già esiste nel pubblico, perché dobbiamo regalare anche i soldi delle ns tasse a questi pedofili ?

@ollel63

Sab, 25/07/2015 - 16:47

papa, cardinali, vescovi e preti komunisti, che non capite untubo, prima o poi visveglierete in catene. Sarà peggio per voi ignoranti e spocchiosi!

rossini

Sab, 25/07/2015 - 16:58

Ben gli sta ai Vescovi e alla Chiesa! Sono sempre stati dalla parte della Sinistra ed ora, dopo essere stati usati, vengono gettati via.

RobertRolla

Sab, 25/07/2015 - 17:01

Liberto stato, libera chiesa. Ma chiesa non è pubblico, ma fatto strettamente privato, tant'è vero che ce n'è più d'una.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Sab, 25/07/2015 - 17:03

Proprio la CEI parla: ha fatto una campagna diffamatoria contro il centro-destra che ha consegnato l'Italia a quelli col pugno chiuso che si tengono,ben stretti,soldi e previlegi. Se Gesù torna vi scomunica e vi mette sulla graticola dell'inferno.

19gig50

Sab, 25/07/2015 - 17:04

Per il fatto che abbiamo il vaticano incastonato in Italia non è detto che debbano godere di questi privilegi. Se non gli sta bene lo smontassero e lo trasferiscano in un'altra nazione. A noi benefici non ne porta ma, solo grane.

elgar

Sab, 25/07/2015 - 17:05

@ Totonno 58 Guarda che Berlusconi non ha mica tolto l'ICI per la catturare la benevolenza del Vaticano perchè già non la pagava. Qui il problema è l'IMU che ha messo Mario Monti per primo. E una sentenza dice che gli istituti religiosi la devono pagare pure loro. E, come ho detto, la libertà educativa invocata dai vescovi non è messa in pericolo da nessuno. L'IMU poi deve pagarla chi POSSIEDE L'IMMOBILE. Non chi esercita un'attività di insegnamento che magari produce reddito attraverso le rette. Semmai è quello che va tassato. Non confondiamo il reddito dell'attività scolastica con il possesso dell'immobile che sta sul territorio italiano mica in Vaticano.

FRANZJOSEFF

Sab, 25/07/2015 - 17:06

SILENSIO IDIOTI SIETE STATI VOI VOTANDO LA SINISTRA E I CATTOCOMUNISTI. E VI HANNO RINGRAZIATO CON QUESTO CETRIOLO ORA GODETEVELO PER INTERO E TUTTO. IDIOTI. CHE VI SEMBRAVA CHE AIUTARE LA SINISTRA VEDI AVVENIRE FAMIGLIA CRISTIANA ARCIPRETI PARROCI SINISTRI CHE AVETE ELOGIATI I COMUNISTI ACCUSANDO I VERI CRISTIANI E CATTOLICI RAZZISTI VENIVATE DIFESI ELOGIATI COCCOLATI? SI COL CETRIIOLO. PEGGIO PER VOI. SALUTATEMI I VARI PRETI CATTOCOMUNISTI.

Anonimo (non verificato)

FRANZJOSEFF

Sab, 25/07/2015 - 17:10

DR DUX 87 ORA TI ARRIVERANNO INSULTI DA PARTE DI CATTOCOMUNISTI IN DIFESA DEI MUSSULMANI CHE AMMAZZANO VIOLENTANO AGGREDISCONO PASSANTI CARABINIERI POLIZIOTTI (SE ARRESTANO E LI FERISCONO VENGONO RINVIATI A GIUDIZIO PER TORTURA) VIOLAZIONE DI DOMICILIO AGGRAVATE DA MINACCE LESIONI E STUPRI. DR DUX 87 PRIMA DI STASERA ARRIVERANNO PAROLE RAZZISTA INTOLLERANTE FASCISTA E CxxxxxE VARIE

honhil

Sab, 25/07/2015 - 17:21

“Prendere decisioni con meno ideologia". La Cei, per molto tempo ha dato corda alle sentenze della Cassazione, sbagliando. Adesso che a venire impiccate, con una di quelle sentenze, sono gli interessi della Chiesa, alza il dito dell’indignazione. Troppo tardi, però. Così, oltre a non essere credibile, l’intervento della Cei sarà inefficace. Per spazzar via tutta quell’incrostazione ideologica, ci vorrebbe almeno un’autobotte di diluente. Non la bottiglietta prodotta dalla Cei.

fisis

Sab, 25/07/2015 - 17:37

Hanno voluto la bicicletta cattocomunista? Bene, ora pedalino!

titina

Sab, 25/07/2015 - 17:43

Se un cittadino vuole mandare un figlio a scuola da loro e non ha soldi, loro non lo accettano: non è limitazione della libertà di scelta?

michele lascaro

Sab, 25/07/2015 - 17:44

I vescovi sono stati serviti a dovere. Hanno dimenticato che il motto della Destra è: Dio, Patria e Famiglia. Sottobanco hanno servito il sinistrume, "ben gli sta"!

Ritratto di kikina69

kikina69

Sab, 25/07/2015 - 17:54

Dovevate pensarci prima !! prima di incattivire i vostri fedeli, in particolare chi ha creduto con molta dedizione ai vostri valori che avete gettato alle ortiche. Adesso ci siamo rotti le scatole e quindi arrangiatevi. Avete voluto fortissimamente stare dalla parte dei comunisti e questa è la loro ricompensa.. ridateci il vero Papa Benedetto XVI visto che è ancora vivente.

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Sab, 25/07/2015 - 17:55

Quando LORO devono cacciare i soldi, si limita la libertà. Che meschinità. Ma il dio soldo non apparteneva agli anticristo ?

linoalo1

Sab, 25/07/2015 - 17:59

Erano abituati troppo bene!!!Mani Pulite,se pur di riflesso,è stato un duro colpo anche per loro!!!!

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Sab, 25/07/2015 - 18:06

forbot Sab, 25/07/2015 - 14:20 --- Nelle scuole pubbliche e in quelle gestite dal clero, tutti gli insegnanti sono di sinistra. Insegnano che non si festeggia più il natale sostituito dalla FESTA DELLA NEVE. Niente panettone perchè lo strutto non è gradito a certi ospiti di riguardo (che magari in futuro ci taglieranno la testai in quanto infedeli). Non c'è più la festa del papà e della mamma ma DEI GENITORI 1 E 2, famiglia "ALLARGATA" due mamme o due papà e pratiche sessuali a bambini delle elementari....... Tutto questo per distruggere il nostro tessuto sociale a favore del meticciato, del multiculturalismo, di gay, lesbiche, gender e musulmani. Se a causa dell' IMU queste scuole chiudessero, bene ce ne faremo una ragione. Meglio così !

bezzecca

Sab, 25/07/2015 - 18:08

Volete gli immigrati in Italia ? pagate pure voi le tasse

forbot

Sab, 25/07/2015 - 18:09

Totò- mi dispiace ma non condivido quello che dici. Sei napulegno come me, ma sei più come Napulitano.

FRANZJOSEFF

Sab, 25/07/2015 - 18:12

TITINA GUARDI CHE COME EX ALLIEVO DI DON BOSCO ERO A CONOSCENZA CHE MOLTI MIEI COMPAGNI DI SCUOLA ERANO POVERI E VENIVANO AIUTATI DAI COMUNI DOVE VI ERANO I COLLEGI. CERTO PAGAVANO IN RITARDO DOPO INSISTENZE APPOGGI POLITICI CHE NON MANCAVANO. LE POSSO ASSICURARE CHE ERANO TRATTI COME GLI ALTRI. CERTO SE ERANO SCARSI A SCUOLA O SBAGLIAVANO LI PRENDEVANO ECCOME LI PRENDEVANO

BALDONIUS

Sab, 25/07/2015 - 18:15

Chissà se metteranno l'IMU anche sul cesso di don Mazzi.

Efesto

Sab, 25/07/2015 - 18:19

Allora anche i sindacati con i CAF e gli introiti delle tessere debbono essere assoggettati all'IMU e l'ICI perchè di fatto fanno lucro. Questi magistrati la vedono la realtà? Per una prestazione di scrittura del documento di versamento delle tasse il CAF si prende 30 € e non ha responsabilità. Una tessera rende al sindacato 140 € minimo all'anno e le tessere dicono essere 6.000.000 milioni ossia 840 milioni di €. Ci pensino questi magistrati e non si coprano dietro la formalità che questi ultimi fanno solo il bene della gente. Il bene della gente viene fatto anche e di più dalla scuola.

lupo1963

Sab, 25/07/2015 - 18:25

Ho rivalutato perfino i comunisti,quelli veri,per alcune cose. Con quelli c'era ORDINE e i preti li spedivano nei gulag.

jaikim

Dom, 26/07/2015 - 00:32

Chi le istituzioni debbano pagare le tasse penso chi non ci sia problema. Ma la legge deve essere chiara. Questa è risultato di un litigio dove la soluzione non è necessariamente oggettiva. L’Italia è un paese di forte tradizione cattolica ed è normale chi ci siano leggi favorevoli alla chiesa. Si devono cambiare. Cambiano pur. La chiesa ha tutt’altra missione e continuerà. Quello chi fa pietà è la mancanza d’identità di questa Europa. Di tanta legge adesso si và verso all’anarchia.

papik40

Dom, 26/07/2015 - 03:18

Non so se lo stato risparmia 6 miliardi all'anno, che in realta' mi sembrano troppi (forse ci ha messo qualche zero in piu'!) con le scuole paritarie dalla chiesa fortemente volute proprio per tentare di "indottrinare" religiosamente gli studenti ma quanto paga di stipendi e di pensioni mensili per preti, monache etc.?

Ritratto di luigin54

luigin54

Dom, 26/07/2015 - 06:29

cosa credete di essere ??? pagate le tasse anche voi e se vi mancano soldi rivolgetevi ai clandestini che amate tanto.

swiller

Dom, 26/07/2015 - 07:02

Tutti pagano ma chi sono loro, vogliamo ricordare un solo esempio di stortura ... il cardinal bertone... e poi non vogliono pagare al doppio e subito.

Kircus

Dom, 26/07/2015 - 07:39

Ah, ma allora anche il partito comunista devrebbe pagare l'imu per l'utilizzo delle scuole visto che le occupa da sempre per farne il proprio business ideologico e la verita' e' che alla sinistra non piace che ci sia qualcuno che glielo porti via. Ah ah ah

Ritratto di frank60

frank60

Dom, 26/07/2015 - 08:16

@DUX87: Scherzi?Per le risorse solo diritti. ..niente doveri.

Anonimo (non verificato)

Dom, 26/07/2015 - 08:17

il giudice e' soggetto riservato, schivo, non si propone in pubblico, soggetto alla legge ed alla sua motivata applicazione, libero, indipendente, non inquadrato in sindacati, associazioni e fazioni in genere. Pronuncia le sentenze in nome del popolo per il rispetto del diritto e della ordinata convivenza sociale per promuovere la crescita e lo sviluppo sociale. Ma gran parte dei giudici e' cosi' ? meditate gente meditate.!!

Ritratto di Sergio Sanguineti

Sergio Sanguineti

Dom, 26/07/2015 - 08:37

Con il piviale e, viste le differenti etnie nelle faccette, in sostanza dicono: "COMPAGNO RENZI, SIAMO AL VERDE! TI ABBIAMO SOSTENUTO FINORA! NON DIMENTICARE QUEL NON PREVALEBIT del 1870: non dimenticare l'elefantiaca memoria della chiesa, soprattutto ora, quando sta traballando il tuo cadreghino e quello dei tuoi compari di balle!

anna.53

Dom, 26/07/2015 - 09:36

Privilegiati e pure prepotenti : con quale spocchia l'IMMEDIATA RISPOSTA di mons Galantino - sostenitore della povertà degli italiani a scapito dell' "accoglienza" dei nuovi poveri (veri o finti mescolati) arrivati dall'Africa. Sempre comodo pretendere sacrifici "dagli altri". Vero Monsignore? e le sentenze dello stato impari a rispettarle...

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Dom, 26/07/2015 - 09:40

IL VATICANO NON HA COLORE POLITICO PERCHE'E' SUA CONSUETUDINR ADATTARSI AI TEMPI E ,DI SOLITO, COL PIU' FORTE.LE ETERNE SUE CONTINUE PRETESE SUI GOVERNI ITALIANI PREVALGONO SEMPRE. E COSI' CON LE IMPOSIZIONI TRIBUTGARIE. TUTTI, NESSUNO ESCLUSO, DEBBONO PAGARE LE TASSE COME FANNO ANCHE I POVERI. POLITICI IPOCRITI O FAZIOSI, IN CERCA SOLO DI VOTI E DI GRADIMENTO, MENTENGONO QUESTA VERGOGNOSA TIRITERA. CHIUNQUE FA UNA AZIONE E DA QUESTA NE RICAVA UN REDDITO DEVE ESSERE SOGGRTTO ALLA TASSAZIONE RIGOROSA E COSI' ANCHE TUTTE LE RELIGIONI E AGGIUNGEREI ANCHE LE PROSTITUTE. LA STORIA INSEGNA CHE SOTTO LA "BENEFICENZA" C'E' SEMPRE UN TORNACONTO. E, PER DIRNE UN'ALTRA, ANCHE LE COSIDDETTE FALSE FONDAZIONI ANDREBBERO TOTALMENTE ELIMINATE.

Ritratto di xulxul

xulxul

Dom, 26/07/2015 - 09:42

Due conti per i trinariciuti che plaudono ad una sentenza folle e contra legem: 1,3 ml di studenti che ora costano allo stato 600€ annui ciascuno. Dopo: 1,3ml x 6000€ annui= 7,8mld € . Cui bisogna aggiungere i licenziamenti del personale docente e non docente laico, nonché il fatto che lo stato non ha la possibilità di reperire immobili per assorbire gli studenti fuoriusciti dalle scuole pubbliche paritarie. Risultato: collasso del sistema educativo, disoccupazione crescente e, dulcis in fundo, nuove tasse x tutti. Tranne che per i magistrati.....

umberto nordio

Dom, 26/07/2015 - 10:26

L'obbligo di pagare le tasse non ha niente a che vedere con la libertà.Se le scuole privare cattoliche fossero gratuite potrebbero anche protestare ma ,visto che in maggioranza ,sono parecchio costose,non vedo perché debbano vantare privilegi.

lupo1963

Dom, 26/07/2015 - 18:16

Messaggio di servizio per qualche commentatore distratto :esiste sulla vostra sinistra,a meta' tastiera un tasto.E' piuttosto grande,c'e' un lucchetto disegnato sopra.Non e' poi cosi' complicato ,usatelo per non scrivere tutto in maiuscolo.