"Vietato vietare la libertà ai cani"

Brambilla aveva avviato la causa contro il divieto ad entrare nei parchi

Libertà d'accesso e di movimento per i cani.

La sentenza con cui nei giorni scorsi il giudice di pace di Lodi ha dichiarato l'illegittimità del regolamento comunale che nella cittadina lombarda vietava ai quattro zampe l'ingresso nei parchi pubblici riaccende il dibattito sui provvedimenti che limitano i diritti del miglior amico dell'uomo. «Ora via i divieti per i cani», commenta la deputata Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega per la difesa degli animali. Era stata lei a ricorrere alla magistratura dopo essere stata multata dalla Polizia municipale lodigiana per aver introdotto un cane nel parco pubblico dei giardini Barbarossa, in occasione di una manifestazione indetta nell'ottobre del 2012 per protestare contro il regolamento che teneva fuori dalle aree verdi gli animali domestici. Disposizione ora bocciata dal giudice di pace «sulla base della più recente giurisprudenza amministrativa, la quale nega cittadinanza nel nostro ordinamento giuridico ai provvedimenti che limitano la libertà di circolazione ai conduttori di cani», recita la sentenza, che richiama altre recenti pronunce di analogo tenore, tra le quali quella del Tar del Lazio che a fine maggio aveva mandato al macero l'ordinanza sindacale con cui a febbraio il primo cittadino di Grotte di Castro, nel Viterbese, aveva interdetto a cuccioli e affini l'ingresso nei parchi. E così nelle ultime settimane anche in Piemonte e Lombardia, con le sentenze dei tribunali amministrativi regionali arrivate a bacchettare altri Municipi «no-dogs».

Un quadro giuridico ormai ben definito, destinato a diventare fonte di precise applicazioni pratiche. «I sindaci rimuovano i divieti anacronistici e penalizzanti che impediscono alle persone con cane al seguito di accedere ai parchi e nelle aree pubbliche», rilancia Michela Vittoria Brambilla. Un guanto di sfida lanciato nel corso della passeggiata lungo le vie e nei parchi di Lodi, tenutasi ieri per festeggiare la fresca vittoria giudiziaria. «Non si tratta solo di cancellare le multe», spiega la presidente della Lega per la difesa degli animali: «Occorre, al contrario, rendere più semplice la vita dei milioni di italiani che convivono con un piccolo amico». Insomma, aggiunge la Brambilla, «i sindaci che pensano di cavarsela mettendo il classico cartello con la figura del cane e la sbarra sopra sbagliano di grosso. I divieti sono cattiva amministrazione, una scorciatoia che siamo decisi a non tollerare».

Commenti

lento

Dom, 02/10/2016 - 09:36

Basta guinzaglio ai cani ! Liberta' per gli animali ! Cani liberi e' civilta'!

fifaus

Dom, 02/10/2016 - 10:21

Forse civiltà sarebbe fare più bambini, avere più figli! e anche più rispetto per gli animali, che non dovrebbero essere trattati da surrogati di ben altri affetti.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 02/10/2016 - 10:53

Cani liberi e mxxxa dappertutto.......perche' i civili padroni non la raccolgono.......forse l' 1%......basta guardare il marciapiede davanti a casa mia.......

fer 44

Dom, 02/10/2016 - 10:55

LIBERTA'! dovrebbe essere libertà per tutti! Io dovrei essere "libero" di girare per un parco coi miei nipotini, senza dover fare lo slalom tra le cacche dei cani e senza che un cane, senza guinzaglio e museruola si avvicini con un po' troppa veemenza ai miei bimbi!

rino biricchino

Dom, 02/10/2016 - 11:22

il miglior amico dell'uomo te lo fai scodinzolare e defecare felicemente e liberamente nel tuo giardino privato! Capito mia bella animalista repressa del cxxxo?

ziobeppe1951

Dom, 02/10/2016 - 11:26

Pienamente d'accordo con stenos e fer44

duca di sciabbica

Dom, 02/10/2016 - 11:46

sbagliatissimo. Chi ama gli animali e in particolare i cani, tra cui lo scrivente, non deve commettere l'enorme errore di imporgli ai tanti, che, per motivi buoni meno buoni o pessimi, hanno comunque il diritto di non vederseli vicino. Perfino nella mia Sicilia, che certo non emerge per l'attenzione ai cani, in quasi tutti i parchi e giardinetti sono state ricavate zone "dog friendly" in cui i cani sono liberi di ruzzare gioiosi com'è giusto, ma solo lì dentro, e così dev'essere dappertutto.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 02/10/2016 - 11:55

Ma questa non ha altro cui pensare?

Trinky

Dom, 02/10/2016 - 11:59

Ci andate voi a pulire la mxxxa e la piscia che questi animali lasciano dappertutto, anche nei parchi giochi dei bambini? 100,000 euro di multa ai padroni la prima volta e poi in galera devono andare........altro che libertà per i cani!

Paul Bearer

Dom, 02/10/2016 - 12:02

Magari arrivasse dallo spazio un bel virus che ci liberasse per sempre di cani & canari.

Ritratto di Sniper

Sniper

Dom, 02/10/2016 - 12:39

Ecco un argomento che mi trova concorde con quelli con cui di solito non sono. I cani e i loro padrono vanno tollerati, ma anche ghettizzati, educati, controllati, obbligati a rispettare leggi e regole su guinzagli e museruole, multati, e magari...sterilizzati.

cecco61

Dom, 02/10/2016 - 13:37

C'è chi dice che se non ami gli animali non ami le persone. Forse, certo è che non vale per i proprietari di cani che sono le persone più grette ed egoiste al mondo. Possono solo relazionarsi con un cane, sempre zitto e ubbidiente, in quanto incapaci di rispetto e dialogo con altri esseri umani. Oltre alle loro deiezioni dobbiamo sorbirci pure cani liberi e guinzagli chilometrici i quali, seppur vietati dalla legge, vengono venduti e usati senza problemi. Mi associo quindi a Paul Bearer.

chiara 2

Dom, 02/10/2016 - 13:40

In quanto proprietaria di cane. Si accesso ai cani MA solo al guinzaglio. Raccolta di cacche altrimenti multe salate. NO ai bambini urlanti ed esagitati che nei luoghi pubblici spaccano le....orecchie al mondo, altrimenti multe salate ai genitori. NO sputacchioni e scatarranti per strada o gettatori di sigarette terminate nei luoghi pubblici alttrimenti multe salate. Insomma, più civiltà GENERALE

Ritratto di Lorenzo1961

Anonimo (non verificato)

titina

Dom, 02/10/2016 - 14:19

Io vorrei essere libera di andare al supermercato (devo per forza passare da un viale dove gente incivile non tiene il cane al guinzaglio) senza che i cani vengano ad abbaiare davanti ai miei piedi, fra l'indifferenza dei padroni che guardano e se la ridono della mia paura.

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Dom, 02/10/2016 - 16:19

QUesta qui ha veramente rotto le scatole con le sue battaglie per permettere agli animali di complicare la vita agli uomini. Adesso va a finire che il benessere degli animali e' piu' importante di quello degli uomini.

Ritratto di Svevus

Svevus

Dom, 02/10/2016 - 17:09

La sig.ra in questione è una delle cause del declino del partito cui appartiene avendo come unico scopo la difesa ad oltranza in Parlamento della libertà dei...cani.

mezzalunapiena

Dom, 02/10/2016 - 17:19

i divieti ci sono anche a Santa Maria Maddalena comune di Occhiobello 45030 Rovigo sindaco ovviamente di sinistra prego divulgare e/o fare intervenire le autorità competenti

Ritratto di Svevus

Svevus

Dom, 02/10/2016 - 17:26

Consiglio la lettura dei 1- Dog Act 2- Dangerous Dog Act e 3-Fatal dog attacks in the United States. Mi pare che la sig.ra in questione abbia problemi psicologici con gli umani.

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Dom, 02/10/2016 - 19:34

@Svevus come tutti quelli che mettono i bisogni degli animali prima di quelli degli uomini. Mi chiedo solo perche' Berlusconi le permetta di avere questa visibilita'. Questa tizia fa un danno enorme a Forza Italia e a tutto il centrodestra con le sue battaglie demenziali.