Violenze su bimbo disabile a scuola

Abusi sessuali su un alunno, arrestato un collaboratore 54enne

Roma Uno squallido caso di pedofilia nella scuola elementare «Bambini del mondo» di Cinecittà Est, alla periferia orientale di Roma. Un addetto del personale Aec (assistenza educativa culturale), un 54enne romano, è stato arrestato dalla polizia con l'accusa di aver abusato di un bimbo disabile di 10 anni che frequenta la scuola. Le indagini sarebbero scattate dopo che alcune maestre, insospettite dal fatto che da qualche settimana il bimbo, che veniva accompagnato in bagno dall'uomo, impiegava un tempo eccessivo per fare ritorno. Sono state allertate dunque le forze dell'ordine che hanno immediatamente avviato le indagini. Mercoledì l'arresto, disposto da Maria Monteleone, procuratore aggiunto a Roma, che coordina il gruppo di pm che si occupano dei reati contro donne e minori. L'uomo, dipendentedi una società cooperativa, conosciuto come persona seria e affidabile e incensurato, dovrà rispondere del reato di violenza sessuale aggravata. La sua abitazione e la sua autovettura sono state perquisite e tutto il materiale informatico rinvenuto è stato sequestrato per essere esaminato. Sotto choc i genitori degli altri bambini che frequentano la scuola: «Siamo sconvolti, non ci aspettavamo proprio che una cosa del genere potesse accadere, e ora, anche se quell'uomo è stato arrestato e messo in condizioni di non nuocere più, abbiamo paura per i nostri figli». Paura ma anche rabbia: «È incredibile che si debba avere paura di mandare i bambini a scuola. Si leggono queste cose sui giornali ma quando ti toccano da vicino è un'altra storia», dice Luca, il papà di un bambino che frequenta la classe accanto a quella della piccola vittima. «In questo momento - dice ancora una mamma - il nostro pensiero e un grande abbraccio va alla famiglia delpiccolo, distrutta e provata da quanto accaduto».