Una vita senza ombre e senza nemici Manager accoltellata davanti a casa

Flavia Mazza Catena

Muore con una coltellata alla gola, a 48 anni, mentre sta per rientrare in casa dopo lavoro e palestra e spariscono la sua borsa e il suo cellulare. Vittima è Daniela Roveri, 48 anni, dirigente d'azienda a San Paolo D'Argon. Tutto è successo a Bergamo, l'altro ieri sera e l'evento è già stato soprannominato «il giallo di Colognola», perché non c'è nessuna spiegazione per quando accaduto mentre Colognola è quartiere in cui si è verificato l'omicidio. Sono le 20.30 quando la donna, non sposata, fa ritorno al suo appartamento di via Keplero al civico 11. Suona il citofono, la madre risponde e apre. Ma lei non fa in tempo a arrivare sul suo pianerottolo che qualcuno la aggredisce. Molto probabilmente dopo una violenta colluttazione, perché la donna presenta anche le classiche ferite da difesa, l'aggressore sferra una violenta coltellata al collo. La donna stramazza al suolo, il decesso sarà quasi immediato. È a questo punto che la madre arriva sul pianerottolo, allertata da un vicino di casa, e la vede. Non si ipotizza un omicidio passionale né un regolamento di conti. Forse una rapina finita male. O l'omicida ha voluto far credere a una tentata rapina ma aveva in mente solo di far sparire un cellulare che, magari, sapeva troppo?