Voto in autunno, Gentiloni: "Governo in pienezza di poteri"

Si tratta sulla legge elettorale: convergenza sul modello tedesco. Ma il premier frena sul voto anticipato: "Impegni da mantenere". E Padoan avverte: "Riforme difficili in tempo di elezioni"

Dalla girandola di incontri tra la sede del Pd e la Camera emergono due punti fermi: una possibile maggioranza larga sul modello tedesco con la soglia al 5% e la volontà del Pd di andare al voto anticipato in autunno. E su quest'ultimo punto c'è ottimismo nel Pd. "Il patto con Forza Italia e Cinque Stelle regge", assicura un big dem. Del resto, un accordo di ferro è l'unica carta per il voto anticipato. Ma il premier Paolo Gentiloni ci tiene a far presente che "il goevrno è nella pienezza dei suoi poteri" e "ha impegni in corso che intende mantenere". Le elezioni anticipate, insomma, non sono del tutto scontate.

Per votare il 24 settembre o ai primi di ottobre, occorre sciogliere le Camere entro luglio e questo comporta un via libera alla legge elettorale rapido e senza intoppi. I Cinque Stelle hanno ribadito ufficialmente l'ok al tedesco nel colloquio con il Pd. L'accordo sembra reggere anche con Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia. La grana, insomma, è tutta interna alla maggioranza. Angelino Alfano e Ap chiedono una soglia più bassa. Ma sul punto non sembra ci siano margini di trattativa. E questo sarebbe stato ribadito dallo stesso Renzi ad Alfano in un faccia a faccia di ieri pomeriggio. Terminato il giro di incontri con le forze politiche e ufficializzata la posizione del Pd in direzione, domani il relatore Emanuele Fiano dovrebbe già presentare in commissione Affari Costituzionali un emendamento per "trasformare" il Rosatellum, attuale testo base, in tedesco. Quindi una marcia a tappe forzate in commissione per l'esame degli emendamenti e arrivare in Aula il 5 giugno, come stabilito dalla capigruppo di Montecitorio. Ai blocchi di partenza, dunque, potrebbe esserci una larga convergenza sul tedesco.

A margine dell'incontro col premier tedesco Justin Trudeau, rispondendo ad una domanda sulla legge elettorale, Gentiloni ha ricordato le parole che ha pronunciato quando il governo si è presentato alle Camere per la fiducia. "Ho detto molto chiaramente due cose: il governo si augurava un'intesa tra le forze politiche sulle regole del voto ma non avrebbe svolto un ruolo da protagonista. La seconda è che il governo sarebbe stato nella pienezza dei suoi poteri avendo la fiducia del Parlamento. Oggi confermo queste due cose". Il premier ha, poi, detto di guardare con attenzione al lavoro sulla legge elettorale. "Ma - ci ha tenuto ad aggiungere - il governo è nella pienezza dei suoi poteri e ha impegni in corso che intende mantenere". Anche il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, in occasione di un convegno dell'Aran sull'euro, ha voluto far presente che è "difficile pensare a cambiamenti in Europa in momenti di cicli elettorali, in Italia e negli altri Paesi".

Commenti

mcm3

Mar, 30/05/2017 - 14:27

I vitalizi sono sacri, la Casta non si tocca

arkangel72

Mar, 30/05/2017 - 14:33

Certo... adesso sbandierano le riforme che non hanno mai fatto e che dovrebbero fare tutte negli ultimi mesi di legislatura!! Lo fanno per senso di responsabilità!!! La verità è che il Signor Conte non vuole lasciare la poltrona!!!

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 30/05/2017 - 15:05

Siamo davvero dei fenomeni, da una parte fingono intese e fanno ipotesi sulla data delle elezioni, come se stessero decidendo la data di una cena, dall'altra un Governo con la pistola puntata in stile roulette russa. Ma sanno almeno il costo di questa incertezza quanto vale, sulle borse, sullo spread, sugli investimenti dall'estero? E in tutto questo il Presidente Mattarella tace.

Ritratto di matteo844

matteo844

Mar, 30/05/2017 - 15:25

L'unico impegno da mantenere e' dare parola il popolo,visto che sono anni che deve esprimersi in cabina elettorale.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 30/05/2017 - 15:26

IL MEGLIO CHE PUÓ SUCCEDERE ALL´ITALIA é che possa essere governata dalla Germania quale sua provincia e mettere cosi fine al cupo abisso della sua agonia ... Per assumersi questa responsabilitá, la Germania, dovrá avere la certezza di tenere saldo per il collo lo stato mafioso pappone italiano, tutto nella sua interezza, per domarlo e addomesticarlo come é corretto si deve fare ... Perché é questa la condizione necessaria per la uscita dall´Averno del paese e quindi per una sua reale rinascita.

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 30/05/2017 - 15:29

Il governo “nel pieno dei poteri”. Gentiloni è convinto di avere i poteri. Ma siccome ha sempre l’aria di dormire in piedi, forse quei poteri se li sta sognando. Mi ricorda un vecchio spot pubblicitario di molti anni fa in cui un bambino faceva un giochino ingenuo, parodiando illusionisti e finti maghi e lasciando intendere il possesso di doti paranormali e poteri straordinari. E diceva furbescamente: “C’ho i poteri”. Ecco, quel bambino era molto più serio di Gentiloni.

fifaus

Mar, 30/05/2017 - 15:29

Il governo, o meglio Monti Letta Renzi Gentiloni, ha usurpato i poteri!

carpa1

Mar, 30/05/2017 - 16:09

"Padoan avverte: "Riforme difficili in tempo di elezioni". Sapete che ce ne facciamo delle vostre riforme? Guardatevi indietro e lo capirete. A dicembre vi abbiamo mandati a casa, se ancora non l'avete capito. PIU' CHIARO DI COSI' CHE COSA ASPETTATE ANCORA?

Marcello.508

Mar, 30/05/2017 - 16:17

Lasciando perdere il p.d.c. "camomillo".. Dovessimo stare ad ascoltare "fratello" Padoan, mi sa che alle elezioni non dovremmo andarci mai più: i suoi tempi di reazione sono secolari, improntati al rispetto di certa tempistica massonica.

Zizzigo

Mar, 30/05/2017 - 16:42

Al "polverone" andava a ballare la gente semplice, adesso il polverone è la sala da ballo dei politici.

VittorioMar

Mar, 30/05/2017 - 17:00

..CON IL "CADREGHELLUM" ANCHE LUI POTREBBE SPARIRE !!

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 30/05/2017 - 17:24

Il "premier tedesco Justin Trudeau"???? Chissà perché, nella mia malata fantasia avevo sempre creduto che Trudeau fosse il premier di un altro paese. Una cosa tipo Canada o qualcosa di simile. Pensa te!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 30/05/2017 - 17:37

E ti pareva. Ai sinistri, appena gli tocchi la cadrega... diventano bestie. Come al solito si andrà a votare nel 2108. Mossa prevista già quando si seppe del contaballe a dicembre con il rferendum. Ora ci sono altri baciapile al suo posto, i soliti inutili portaborse.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 30/05/2017 - 17:41

Ovvio che NON se ne voglia piu andare, ora che ha fatto ESORDIRE a Taormina anche la sua FIRST LADY, con il su-cessone che ha avuto,vorrebbe restare almeno fino al prossimo G7 del 2033!!!lol lol.

Keplero17

Mar, 30/05/2017 - 17:45

Ma certo una legge con lo sbarramento allo 0,1%!

rasna

Mar, 30/05/2017 - 17:46

Quando ci si abitua alla poltrona popi è difficile abbandonarla. Specialmente se si è alla terza legislatura.......

handy13

Mar, 30/05/2017 - 18:02

...se gli impegni di Gentiloni sono i 47 miliardi (in 15 anni.!!!!!!)...impegnando governi fra 15 anni,...quando lui fra pochi mesi finirà, mah.!..una grande stupidata, avrebbe dovuto stanziare 3 miliardi x quest'anno e basta, x i ponti crollati.

Ritratto di cape code

Anonimo (non verificato)

Massimo Bocci

Mar, 30/05/2017 - 18:35

Finire di rovinare e portare alla fame gli Italiani, già fatto gentiloni sei troppo avanti nelle truffe UE, chissà come si griglia mutande di lamierino,gli sembrerà di essere ritornata all'epoca del bocconiano (lo zerbino) comunque questi Italioti sempre più miserabili e servi!!!

cicocichetti

Mar, 30/05/2017 - 20:29

@ cadaques "IL MEGLIO CHE PUÓ SUCCEDERE ALL´ITALIA é che possa essere governata dalla Germania". Come dire che incontrarmi è il meglio che possa succedere a tua moglie !!!

tosco1

Mar, 30/05/2017 - 20:45

Gentiloni, stai sereno!

unosolo

Mer, 31/05/2017 - 15:45

le riforme ? 47 miliardi di debiti per regalare soldi a imprenditori amici tramite appalti scaglionati in quindici anni ? debiti sulle nostre spalle e crede di creare lavoro ? egli sa che fino ad oggi quei tipi di appalti ( inchieste lo dicono) regalano soldi a imprese che poi li passano per consulenze , donazioni , e compensi per mediazioni oltre una parte alle fondazioni amiche a secondo del soggetto del momento , queste le chiamano riforme e creare lavoro ?