"Voto online manipolabile". E il Garante multa Rousseau

L'associazione Rousseau dovrà pagare 50mila euro di multa. E Casaleggio va in procura per denunciare un caso di utenti "clone"

Il voto online è manipolabile e non sicuro. Per questo il Garante della Privacy ha richiamato l'associazione Roussseau che gestisce l'omonima piattaforma del Movimento 5 Stelle e ha comminato una multa da 50mila euro.

Come ha anticipato Il Foglio, infatti, l'autorità - che già in passato aveva bacchettato la Casaleggio Associati per la piattaforma Rousseau - non sarebbero state adottate misure che garantiscano "l'adeguata protezione dei dati personali relativi alle votazioni online". E in particolare i risultati delle votazioni sarebbero esposti "ad accessi ed elaborazioni di vario tipo (che vanno dalla semplice consultazione a possibili alterazioni o soppressioni, all'estrazione di copie anche offline) in un'ampia finestra temporale, che si estende dall'istante di apertura delle urne fino alla successiva c.d. certificazione dei risultati, senza che sia tenuta traccia delle operazioni compiute".

Proprio oggi, tra l'altro, Davide Casaleggio si era recato in procura per denunciare una vicenda di presunti account clonati. Secondo l'Adnkronos a far scattare l'allarme è stata la segnalazione di una donna, che sostiene di essersi ritrovata iscritta sulla piattaforma a sua insaputa. Nel mirino, un medico del casertano, F. M., che, stando alla segnalazione della donna, avrebbe usato le sue generalità per raccogliere più voti alle scorse parlamentarie M5S. All'epoca l'uomo non riuscì a superare la selezione per entrare in Parlamento. Stavolta, invece, aveva superato il primo turno delle europarlamentarie, ma il suo nome è stato successivamente cancellato dalla lista oggi sottoposta a un nuovo turno di voto e ad un'ulteriore scrematura. Nella zona dove risiede il medico, ci sarebbero altri 'profili' sospetti che hanno portato a escludere dalle liste otto candidati.

Commenti
Ritratto di emmepi1

emmepi1

Gio, 04/04/2019 - 18:25

e occorreva il parere del Garante della Privacy per capire che il voto online era manipolabile?

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Gio, 04/04/2019 - 18:25

e occorreva il parere del Garande della Privacy per capire che il voto online era manipolabile?

titina

Gio, 04/04/2019 - 18:28

Lo immaginavo

APPARENZINGANNA

Gio, 04/04/2019 - 18:32

M5s: onestà e trasparenza.

Ritratto di navigatore

navigatore

Gio, 04/04/2019 - 18:48

che cxxxxxxi, questi italioti, lo sanno tutti che il voto on -line è manipolabile, vedi LULA in BRASILE...

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Gio, 04/04/2019 - 18:55

Quando vuoi imbrogliare, fai votare da casa!

greg

Gio, 04/04/2019 - 18:57

Scusate, ma in cosa consisterebbe la novità? Credo che il meno ingenuo di noi sappia benissimo che tutto l'M5S è un accrocco di manipolazioni. Casaleggio di ha creato su una associazione che non si sa esattamente cosa faccia. Dicono di fare consulenze, ma ho il sospetto che il grosso delle loro entrare sia dato dai soldi che i burattini politici M5S devono pagare al Davide Casaleggio e la pubblicità che gravita attorno alla loro associazione. io, personalmente, se dovessi affidare ad un società esterna delle consulenze per le mie aziende, l'ultima che interpellerei sarebbe esattamente la loro, primo perchè non credo ala loro professionalità, poi perchè avrei sempre il sospetto che i miei dati verrebbero utilizzati anche per altri scopi, non chiarificabili. Eppoi, siamo sinceri, una ventina di dipendenti per fare tutto ciò che affermano di fare, inclusa la gestione del M5S. Dilettanti allo sbaraglio, tali e quali ai politici M5S

Giorgio5819

Gio, 04/04/2019 - 19:02

'Il voto online è manipolabile'... esattamente come il cervello dei sinistroidi...

diesonne

Gio, 04/04/2019 - 19:10

diesonne la piattaforma Rousseau gestisce la democazia in monocrazia e inganna tutti gli associati.fanno e sfanno a piacimento:democrazia ingannevola:la sanzione doveva essere di 50 milioni di euro2

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 04/04/2019 - 19:25

Sono del tutto ignorante al riguardo, per cui sono indotto ad osservare che, se l'Associazione é un fatto "privato", non vedo il motivo per cui il "Garante della Privacy" - organismo a me ignoto - ci possa mettere il naso. Per altro continuo ad essere meravigliato dal fatto che il partito degli Ignoranti sia gestito in tal modo, che giudico "orripilante" ove le decisioni partitiche possano dipendere dal "mostro" Rousseau. Comunque sia resto nella mia convinzione che sia un partito di furbastri, tali da sembrarmi dei deficienti. Ammetto, comunque, che al riguardo un deficiente sono anche io. Amen

greg

Gio, 04/04/2019 - 19:48

NON PUBBLICATO - Scusate, ma in cosa consisterebbe la novità? Credo che il meno ingenuo di noi sappia benissimo che tutto l'M5S è un accrocco di manipolazioni. Casaleggio di ha creato su una associazione che non si sa esattamente cosa faccia. Dicono di fare consulenze, ma ho il sospetto che il grosso delle loro entrare sia dato dai soldi che i burattini politici M5S devono pagare al Davide Casaleggio e la pubblicità che gravita attorno alla loro associazione. io, personalmente, se dovessi affidare ad un società esterna delle consulenze per le mie aziende, l'ultima che interpellerei sarebbe esattamente la loro, primo perchè non credo ala loro professionalità, poi perchè avrei sempre il sospetto che i miei dati verrebbero utilizzati anche per altri scopi, non chiarificabili. Eppoi, siamo sinceri, una ventina di dipendenti per fare tutto ciò che affermano di fare, inclusa la gestione del M5S. Dilettanti allo sbaraglio, tali e quali ai politici M5S

carlottacharlie

Gio, 04/04/2019 - 21:08

Se ne sono accorti? Ora tengano sott’osservazione la piattaforma Casaleggio, da’ impressione d’eversione e di “schedatura” di massa.

Ritratto di filospinato

filospinato

Gio, 04/04/2019 - 21:42

Le maglie della rete iniziano a rompersi. Chissà se si ritornerà alla vecchia lenza.

Popi46

Ven, 05/04/2019 - 06:19

La puzza di bruciato per me si è sentita fin da subito, con quella pretesa dei due fondatori di trattare da soldatini di piombo gli eletti in Parlamento, loro che non hanno mai messo la loro faccia nelle liste elettorali neppure come capilista, posto di molto ambito....