Il web sfotte la Cirinnà e il canguro

I social non perdonano mai...

"Dal canguro al paguro #StopCirinnà". Filippo Savarese, portavoce di Generazione Famiglia - La Manif Italia, commenta così il rinvio della discussione sul ddl Cirinnà dopo il voltafaccia dei Cinquestelle. È solo uno dei tanti sfottò che si sono visti sul web e che hanno preso di mira la senatrice Monica Cirinnà, relatrice del provvedimento, e l'uso dell'emendamento a firma Andrea Marcucci, rinominato "canguro" perché avrebbe permesso di far saltare la discussione su quasi tutti gli emendamenti presentati dalle opposizioni.

La più bersagliata resta però la senatrice dem su cui è stata scritta anche una vignetta "le avventure della Cirinnà", dove lei salta da una parte all'altra (come un canguro) senza fermarsi ad ascoltare i veri problemi della gente. Famiglie, anziani, imprenditori vengono ignorati perché è il 27 del mese e la Cirinnà deve raggiungere il Senato per prendersi la sua paghetta. Il satirico Emiliano Carli "contro il logorio del parlamento moderno" propone la "Cyrinnar" con un carciofo in mano con un chiarissimo riferimento al noto cartellone del liquore Cynar. Poi c'è chi cita la canzone di Povia che vinse a Sanremo, con una piccolissima variante. "Quando i bambini fanno ohh!" diventa "Quando i canguri fanno ohh! Che meraviglia". La senatrice Magda Zanoni, una delle più convinte sostenitrici del provvedimento, una settimana fa pubblicava una foto dove un canguro in versione boxeur batteva l'avversario e tweettava: "Canguro extrema ratio ma possibile scelta necessaria contro ostruzionismo. Concordo con @CantiniL e @AndreaMarcucci ". In queste ore, invece, attacca i Cinquestelle ma non si dà per vinta e scrive: "#unionicivili Abbiamo perso una battaglia, ma non abbiamo ancora perso la #guerra. Andiamo avanti con #coraggio".

Il giornalista Roberto Reale prende in giro il termine tecnico "super -canguro" pubblicando una foto dell'animale in versione Batman con il faro che proietta la sua immagine. Fenomenali sono anche i fotomontaggi che ritraggono la Cirinnà in sella a un canguro con la bandiera della pace e il premier Renzi che indossa il costume dell'ormai notissimo nuovo animale della politica. Immancabile, infine, una battuta sulla possibilità di Nichi Vendola di diventare padre. Si immagina che il leader di Sel incontri Elton Jhon e i due si facciano i complimenti per i propri figli e, alla fine, si chiedano: "Carino, tu quanto l'hai pagato?..." con chiaro riferimento alla pratica dell'utero in affitto.

Commenti

MEFEL68

Gio, 18/02/2016 - 13:47

Cosa avranno di civile queste unioni? Qualcuno mi ha detto " La cosa non mi riguarda, io sono luterano; mi piace l'utero e ..."

Ritratto di semovente

semovente

Gio, 18/02/2016 - 17:03

A quando il Tapiro?