Wong, il cinese che sogna un posto in Campidoglio

Candidato come consigliere comunale nella lista civica che sostiene Roberto Giachetti

Marco Wong (nella foto il suo santino elettorale), cinese di seconda generazione, sogna una poltrona al Campidoglio.

Candidato come consigliere comunale nella lista civica che sostiene Roberto Giachetti, Wong, 53 anni, presidente onorario di Associna, carriera da ingegnere per grandi aziende (da Telecom a Huawei), aveva provato a candidarsi altre due volte al consiglio comunale di Prato con Sel (2009 e 2014) ma non ce l'ha mai fatta. «Voglio dare voce ai cittadini che non hanno rappresentanza» ha detto Wong all'Agi. «A Roma più che a Prato - ha spiegato - ci sono molte possibilità di collaborazione tra Italia e Cina, dal turismo all'attrazione di investimenti, magari nel campo cinematografico. Possiamo valorizzare la presenza della comunità cinese».

Commenti
Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 02/06/2016 - 10:30

visto che vogliamo mandare a casa tutta la nostra classe politica........

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Gio, 02/06/2016 - 11:50

Un cinese non può essere italiano !

Alitar

Gio, 02/06/2016 - 12:02

Roba da matti, la penisola affonda sempre di più in una marmellata etnica indigeribile. Africani, asiatici, gente di ogni razza e colore...ma restare 100% italiani, con le nostre caratteristiche somatiche e culturali, faceva schifo?

Una-mattina-mi-...

Gio, 02/06/2016 - 12:13

AUGULI!

Ritratto di alejob

alejob

Gio, 02/06/2016 - 17:29

E perché No, tanto l'italia è popolata più da Cinesi che Italiani, potremmo dare il posto di PREMIER cosi arriveranno oltre ai COLORATI anche i GIALLI. Si parla tanto di MULTIETNIE, dopo parleremo di MULTICOLRI. Per sbiancarli, DASH troverà una nuova formula.