Political Game: nel vivo la sfida per eleggere il sindaco virtuale

Oggi i tre candidati dei partiti in corsa in questo originale gioco di ruolo si sfideranno in un confronto pubblico

Tiziana Paolocci

Tre partiti si sfidano in una vera e propria campagna elettorale per eleggere il «sindaco virtuale di Roma». Entra nel vivo Political Game, un gioco di ruolo ma soprattutto un progetto di ricerca ideato da tre dottorandi, Marzia Antenore, Ugo Esposito e Stefania Di Mario, e realizzato dalla Facoltà di scienze della Comunicazione dell’Università La Sapienza, in collaborazione con il consorzio E-Poll, il ministero dell’Interno, Medita e il Dipartimento di Sociologia e Comunicazione.
Politica in gioco è la simulazione di una vera campagna elettorale a cui partecipano tre squadre-partito, formata ciascuna da un proprio leader con uno staff di 29 persone, ognuna di esse con un ruolo ben definito, dal tesoriere al segretario, dal web master al capufficio stampa, all’interno di ogni schieramento. «Abbiamo dato vita - dichiara Ugo Esposito - a un progetto didattico pilota interdisciplinare che vuole simulare una campagna elettorale condotta secondo le regole della legge italiana e tradotte nelle forme e nei modi tipici dei giochi di ruolo». Con programmi, spot, giornali e iniziative mirate, i tre candidati e le loro squadre hanno cercato da febbraio fino ad oggi di coinvolgere il maggior numero di elettori-studenti in vista del responso delle urne. Un responso atteso con ansia alla Sapienza, dove le elezioni virtuali si svolgeranno il 30 e 31 maggio.
Oggi, però, i candidati dei tre partiti, Nuovi Orizzonti d’Italia di ispirazione di centro-destra, Rete Democratica di centro-sinistra e la lista civica Roma con Te, si sfideranno in un confronto pubblico moderato dalla giornalista del Tg5, Annalisa Spiezie. «Innovativo anche il metodo di voto elettronico fornito dalla E-Poll, che si avvale del sistema del touch screen - spiega Ugo Esposito -. Dopo l’introduzione del preside della facoltà di Scienze della Comunicazione, Mario Morcellini, i tre competitors apriranno il dibattito e presenteranno i materiali multimediali, audiovisivi e cartacei realizzati per vincere le elezioni». A dar manforte ai tre candidati a sindaco interverranno testimonial pubblici e politici. Per la lista Noi sarà presente Gianfranco Legittimo, presidente di Trenitalia e responsabile giovanile per la scuola di formazione di An. L’assessore alle Politiche per la semplificazione, la comunicazione e le pari opportunità del comune di Roma, Mariella Gramaglia, sarà invece la testimonial d’eccellenza per Rete Democratica. La chiusura di Political Game è prevista per il primo giugno, ore 18, giorno della proclamazione del primo sindaco virtuale della Facoltà di Scienze della Comunicazione.

Annunci

Altri articoli