Politici e amministratori «carpioni» per un giorno

Ventun sindaci e una deputata in scena nello spettacolo realizzato per raccogliere fondi per il Villaggio del ragazzo

È il più atteso appuntamento artistico della primavera chiavarese. Lo spettacolo teatrale che trasforma i politici locali di tutti gli schieramenti in attori di uno spettacolo di solidarietà a favore del Villaggio del Ragazzo ha preso il via nel Duemila ed ogni anno ha avuto un tema diverso. La settima edizione vedrà pubblici amministratori e parlamentari locali «Carpioni per un giorno!». Il titolo deriva dall'omonimo «Mensile di notizie riciclate con copertura d'aCeto» (come reca la dicitura riportata sotto la testata del periodico) presente anche su internet (www.ilcarpione.it).
Venerdì 9 marzo alle ore 21,00 al Teatro Cantero di Chiavari si esibiranno ventuno Sindaci, tre dei quali rappresentati dai propri Vice: Fabio Arata (Orero), Gianni Artioli (Vicesindaco di Portofino), Corrado Bacigalupo (Tribogna), Pier Luigi Beronio (Mezzanego), Gian Luca Buccilli (Recco), la new entry Luigi Castagnola (Sori), Silvio Cella (Rezzoaglio), Cristoforo Campomenosi (Santo Stefano d'Aveto), Raffaela De Benedetti (Favale di Malvaro), Silvio Dondero (Moconesi), Fabrizio Gallo (Casarza Ligure), Marco Limoncini (Cicagna), Rita Nichel (Zoagli), Ivo Pattaro (Borzonasca), Cesare Pesce (Ne), Laura Remezzano (Carasco), Giorgio Solari (vicesindaco di Leivi), Enrica Sommariva (vicesindaco di Cogorno) Stefano Sudermania (Neirone), Giuseppe Tassi (Avegno), Giuliano Vaccarezza (Lavagna). Cinque i consiglieri Regionali: Fabio Broglia, Gino Garibaldi, Gianni Macchiavello, Franco Rocca, Vito Vattuone; quattro consiglieri provinciali: Roberto Bagnasco, Maurizio Barsotti, Andrea Cuneo, Ana Maria Norero; un senatore: Egidio Banti ed una deputata: Gabriella Mondello. Ad essi si uniscono il presidente del Parco dell'Aveto Giuseppino Maschio, il comandante del corpo forestale Luca Canale (new entry) e il comandante della polizia stradale di Chiavari, ispettore Ruggero Ferri. Le trentadue specialissime star della serata, sotto la direzione del regista Marco Oreste Biancalana, aiuto regista Christian Venzano, metteranno in scena i testi preparati da Gian Domenico Solari e Marisa Spina.
«Pezzi di prosa alternati a canti e balli - spiega Marisa Spina, giornalista, direttrice de Il Carpione e maitre a penser dell'iniziativa - alcune scenette sono trasposizioni di altrettante rubriche presenti ne Il Carpione come Il Fiasco dei Fieschi, libera rilettura dell'incontro tra il conte Opizzo Fieschi con Bianca de Bianchi, (il cui matrimonio celebrato il 14 agosto 1230 nell'Abbazia di San Salvatore di Cogorno, è rievocato ogni anno con la celebre festa lavagnese della “Torta dei Fieschi” - nds) o “L'ultimo scoglio nato” che racconta la storia di una famiglia di scogli che assistono alla spedizione dei Mille, spostata per l'occasione da Quarto al Tigullio. Non manca una piece dedicata alle Grandi Opere nella quale vengono liberamente rilette le fasi di progettazione ed esecuzione delle stesse». Carpioni per un giorno dalla storia all'attualità. «I piatti forti non si esauriscono lì avremo un pezzo a sorpresa, sul quale manteniamo un rigoroso riserbo».
Proprio la prosa si concluderà con uno sguardo ai futuri scenari politici: due incaricati venuti appositamente da Roma cercheranno di fondare due nuovi schieramenti. L’iniziativa vuole anche ricordare don Nando e l’importanza di continuare a sostenere il Villaggio del Ragazzo. Infatti la data dello show benefico coincide con il compleanno di don Nando, iniziatore del Villaggio del Ragazzo, scomparso lo scorso 6 luglio a ottantasei anni.
«Coincidenza assolutamente casuale - riprendono gli organizzatori - la scelta è stata fatta in base alle disponibilità dei soggetti interessati. L’anno scorso, quando ci incontrammo con lui, rimase molto contento e ci esortò a continuare questa esperienza». Una coincidenza che sembra essere un segno, da Lassù, della sua vicinanza e della sua benevolenza verso quanti hanno a cuore e portano nel cuore il Villaggio del Ragazzo.