«Politici gay in incognito ad Amsterdam»

Politici gay in incognito ad Amsterdam, Budapest o Londra, per vivere in libertà la propria sessualità per non essere riconosciuti. Parola dell’ex parlamentare e presidente onorario di Arcigay, Franco Grillini (nella foto), che ad Affaritaliani ha raccontato di avere incontrato, qualche volta, all’estero colleghi italiani ufficialmente bisessuali. «Il più delle volte il parlamentare gay – ha detto Grillini – prende il suo bravo aereo low cost prenotato per tempo e va a farsi un weekend a Budapest, Londra o Amsterdam, dove nessuno lo conosce. Io infatti qualche volta ne ho incontrati...». Secondo Grillini la clandestinità dei parlamentari gay è bipartisan, e nessun gruppo è privo di omosessuali.