Politico posteggia col doppio tagliando per disabile: in Regione scatta l’indagine

Fuori il nome, perché non si getti discredito su tutto il consiglio e la giunta regionale. È la richiesta che arriva da Gianni Plinio, capogruppo di An in Regione, e da Matteo Rosso, suo collega consigliere di Forza Italia. Le fotografie pubblicate dal Giornale sul doppio tagliando per disabili usato contemporaneamente su due auto nella disponibilità di un politico della Regione hanno messo a rumore via Fieschi. Le immagini, che documentano un uso improprio del tagliando, sono state volutamente pubblicate senza ulteriori riferimenti alle due auto (una azzurra e una nera) posteggiate in due diverse zone di sosta per disabili. Ma Plinio e Rosso vogliono che esca il nome del responsabile. «È un fatto di sconcertante gravità. Non è consentibile lasciar cadere la documentata denuncia del Giornale - scrivono ai presidenti di consiglio e giunta, Ronzitti e Burlando - È necessario aprire un’inchiesta e individuare al più presto il responsabile di un gesto tanto più grave se si scoprisse che è un assessore o un consigliere regionale».