Polivalente Bode Miller sciatore al mattino opinionista di sera

Fare il polivalente in fondo è sempre stata la sua professione e così, anche per questi Mondiali, Bode Miller, 33 anni e 32 vittorie in coppa - con 2 titoli generali, 5 ori mondiali e 5 medaglie olimpiche -, ha trovato il modo di competere in tutte le discipline. No, niente slalom: l'appuntamento con la medaglia che gli manca è rimandato per non dire accantonato. Eppure Bode Miller in Baviera riuscirà a gareggiare in cinque discipline. Quattro sugli sci e una al microfono.
Dai suoi passaggi spettacolari e strampalati davanti alle telecamere ad un divano dall'altra parte della scena, il cow boy di Franconia ha accettato l'invito di Eurosport a condurre una striscia quotidiana serale di higlights per commentare le gare e rispondere alle domande del pubblico. Un vero "all rounder": ma come farà Bode, sempre restio a condividere il suo verbo con la stampa dell'universo mondo a "sopportare" i media che spesso trova banali, scontati e impreparati? Semplice, facendo meglio di loro : «Non è che non sopporto i giornalisti - ha spiegato Miller - : il fatto è che in area d'arrivo spesso ti imbatti in persone che potrebbero essere lì a commentare qualsiasi sport, senza saperne un granché o almeno provare a capire davvero lo sci».
Quali dunque le caratteristiche del vero giornalista di sci per il campione di Franconia? «Non importa che sappia sciare, anche se sarebbe meglio, ma deve soprattutto amare lo sci». Bode è maturato: sarà la paternità, sarà la paziente arte del viticoltore che ha intrapreso in America, sarà che anche per lui il dopo carriera si avvicina, ma Miller sul trespolo degli opinionisti, direttamente dal cancelletto di partenza, farà discutere e ancora una volta ruberà la scena. «Veramente non so ancora bene che cosa dovrò fare e chi sarà il mio partner, però amo sciare e parlare di sci e credo di saperne molto di più della maggior parte dei commentatori sulla piazza. Qualcosa riuscirò a dire!».