La polizia chiede di incriminare il premier Olmert

Gerusalemme. La polizia di Tel Aviv ha raccomandato all’Avvocatura dello Stato di incriminare il premier israeliano, Ehud Olmert, in relazione a due delle inchieste che lo vedono sospettato di corruzione. La richiesta non vincolante dovrà ora essere esaminata dal procuratore generale di Israele, Menachem Mazuz, l’unico che può incriminare un capo di governo ma la cui decisione potrebbe arrivare solo tra alcune settimane. La polizia ritiene di avere le prove che Olmert ricevette tangenti da un uomo d’affari americano a partire dagli anni ’90, chiese rimborsi multipli per biglietti aerei e da ministro dell’Industria favorì impropriamente un imprenditore suo amico.