Polizia ferma 5 borseggiatori tra i 9 i 13 anni

Cinque piccoli nomadi del campo di via Triboniano sono stati fermati ieri per controlli dalla polizia nei pressi della fermata Caiazzo della metropolitana. Gli agenti sono intervenuti dopo che una donna li ha segnalati alla polizia perché stavano tentando di borseggiare i passeggeri in attesa della metropolitana. Gli agenti li hanno fermati in via Mauro Macchi, i ragazzini, di 9, 10, 11, 12, e 13 anni, tutti non dunque imputabili, erano già noti alle forze dell'ordine per aver compiuto borseggi. In questo caso, nessuno però aveva con sé portafogli o altri oggetti rubati e quindi non è stato possibile da parte degli agenti contestare alcun reato. «La vicenda del bambino nomade sorpreso in un tentativo di borseggio e che a soli nove anni è già noto alle forze dell'ordine, fa riflettere ancora una volta su un fenomeno dilagante quanto preoccupante: lo sfruttamento dei minori, ritenuti purtroppo un'inesauribile fonte di guadagno, soprattutto all'interno di gruppi di etnia Rom».