La polizia tra i banchi con i cani anti-droga

Primo giorno di scuola e primi controlli della polizia all’esterno degli istituti romani. Ieri mattina tre autoradio del Commissariato Prenestino, che ha competenza su uno dei quartieri più caldi della Capitale, con al seguito un’unità cinofila, hanno perlustrato tre scuole riscuotendo il grande entusiasmo dei ragazzi alla vista dei cani e la soddisfazione dei genitori, sia pur con qualche eccezione.
L’obiettivo è la prevenzione ma soprattutto, è fondamentale, dicono al Commissariato Prenestino, assicurare una presenza continua davanti agli istituti per scoraggiare i malintenzionati che sono tanti. Ci si riferisce chiaramente a pedofili e pusher, ma di tali personaggi, almeno negli ultimi tempi, non se ne sono visti davanti alle scuole. Il primo istituto a essere controllato è stata l’elementare «Gesmundo» di piazza De Cupis a Tor Sapienza, quindi la vicina Media statale «Salvo d’Acquisto» di via Collatina e il Liceo scientifico «San Francesco d’Assisi» di viale della Primavera a Centocelle.
Bambini felicissimi di giocare con i cani e genitori più sicuri dopo aver notato i poliziotti. Qualcuno si è comunque lamentato per la presenza di uomini in divisa. Oggi sarà un’autoradio a controllare dalle quattro alle sei scuole, sia all’apertura che alla chiusura. Ma la vera prevenzione, dicono in Commissariato, si assicura con gli incontri periodici tra i presidi delle scuole e i rappresentanti della forze dell’ordine.