La polizia scopre autobomba dell’Eta

Madrid. A cinque giorni dall'attentato dell'Eta all'aeroporto di Madrid, la polizia ha trovato ieri ad Axtondo, cittadina dei Paesi Baschi, un'auto con accanto un bidone carico di 100 chili di esplosivo e il filo per l'innesco. Secondo la polizia, «tutto era pronto per l'esplosione». Sempre nella stessa zona, il 23 dicembre, la polizia aveva rinvenuto 60 chili di esplosivo. L'autobomba esplosa all'aeroporto madrileno ha causato due morti. L’attentato ha messo fine alla tregua decisa dall’Eta il 22 marzo scorso e ha portato il governo spagnolo a bloccare il dialogo con l'organizzazione separatista basca. La giustizia spagnola ha vietato ieri al leader del partito indipendentista basco Batasuna, Arnaldo Otegi, di lasciare il Paese in vista di possibili deposizioni in tribunale. Batasuna è il braccio politico dell’Eta.Il giudice madrileno dell'Audience nationale, Ismael Moreno, ha «vietato di lasciare il Paese» al Ptegi, conformemente alle richieste del procuratore. Otegi, attualmente in libertà dietro cauzione e indagato in diversi processi per terrorismo, avrebbe dovuto partecipare ad una conferenza su Rosa Luxemburg, organizzata a Berlino dal 12 al 14 gennaio.