Poliziotti, avvocati e medium il telefilm ha voglia di giallo

Nella lunga stagione estiva le pellicole per la tv sorpassano i lungometraggi girati per il cinema

Carlo Faricciotti

Il cinema è in vacanza, reality e altre macchine da audience pure, i Mondiali di calcio hanno ancora una settimana di vita e di passione di fronte a sé. Ma per chi non va in vacanza la soluzione al logorio dell’estate moderna si chiama telefilm. Se è vero infatti, come affermano gli esperti, che il diciassette per cento della programmazione delle reti generaliste da settembre a maggio è appannaggio dei telefilm, con la stagione calda la quota s’innalza: prodotti con cura e larghezza di mezzi (una puntata di Lost costa quanto un film italiano medio), per la maggior parte ben scritti e interpretati, i telefilm, oltre ad aver ormai soppiantato nei palinsesti l’offerta-cinema, sono un genere per tutte le stagioni e tutte le fasce di età. Le emittenti non hanno perciò timore di programmare a luglio e agosto, accanto all’ennesima replica di Derrick, La signora in giallo o Starsky & Hutch (con colori ormai slavati e interpreti da tempo in pensione se non peggio), serie tv in prima assoluta, mossa un tempo impensabile.
Come il buon vecchio cinema di genere, inoltre, i telefilm si muovono entro perimetri rassicuranti e inossidabii: imperano la detective-story, il thriller, la fantascienza, ma anche la commedia di costume, il western e addirittura la politica. Tra le serie ai blocchi di partenza, il poliziesco gioca la parte del leone: giovedì su Raitre, alle 21, parte Gli occhi della legge-Blind Justice (un poliziotto di New York perde la vista in servizio, ma decide di tornare a combattere il crimine); dal 9 luglio in prima serata Raidue propone la seconda serie di Ncis-Unità anticrimine mentre dal 12 luglio, sempre in prima serata su Raidue, sarà la volta della decima e ultima serie di Jag-Avvocati in divisa, mentre Raitre rispolvera Medium, da agosto, con repliche della prima serie più alcuni episodi inediti. Sulla stessa lunghezza d’onda Mediaset risponde con la terza serie di Monk (Rete 4) e con i più sofisticati Agente speciale Sue Thomas (un’agente dell’Fbi sorda dall’infanzia risolve i casi più difficili leggendo sulle labbra) e Missing (colpita da un fulmine, una poliziotta riesce a scovare persone scomparse attraverso indizi misteriosi).
Se invece preferite storie più leggere e non vi danno fastidio le risate registrate in sottofondo non potete perdervi le cosiddette sit-com o situation comedy. Per esempio Le cose che amo di te (dal 6 luglio su Raidue, dal lunedì al venerdì alle 18.50) che punta sul burrascoso rapporto tra due sorelle adolescenti o Still Standing (Canale 5 alle 18.30), sulle vicende di una famiglia operaia di Chicago in cui tutti fanno a gara di caustica ironia. O ancora, sulla stessa rete, ma alle 8.40 dal lunedì al venerdì, Tutti amano Raymond, dove il Raymond del titolo è un giornalista sportivo di successo che vive a Long Island con la moglie Debra la giovane figlia Ally e i piccoli gemelli Geoffrey e Michael. I suoi genitori, impiccioni e aggressivi, Frank e Marie, vivono dall’altra parte della strada e passano la maggior parte del loro tempo a infiltrarsi nella casa del figlio, scatenando una guerra senza quartiere nel suo salotto.
Se invece ai sorrisi volete mescolare lacrime e commozione, come nella vita, potrete soddisfare le vostre esigenze con Settimo cielo e le nuove avventure del pastore protestante Eric (Italia 1) o con le storie del dottor Andy Brown di Everwood (Canale 5). Per non parlare di una serie nuova di zecca, Wild Car (dal 10 luglio su Canale 5, dal lunedì al venerdì alle 17.50), incentrata su una croupier di Las Vegas che, oltre a farsi carico dei figli della sorella, morta in un incidente stradale, decide di trasformarsi in agente assicurativo. Senza dimenticare le repliche, su Raidue alle 21, ogni martedì dal 25 luglio, di Desperate Housewives. Non è casalinga e non è disperata, invece, Geena Davis in Commander in Chief - Una donna alla Casa Bianca (dal 7 luglio alle 21 su Raiuno): per una serie di circostanze, una donna si trova a capo degli Stati Uniti d’America. Ma non potrà più contare sui servizi dell’agente segreto Sydney Bristow (Jennifer Garner): la serie di spionaggio e fantapolitica Alias è giunta al termine e Raidue, dall’11 luglio in prima serata, ne programma la quinta e ultima ondata di episodi. Per dei misteri che si sciolgono, altri che sorgono: la stessa sera, su Canale 5, parte Invasion (poi ogni mercoledì alle 21). Campione di audience negli Usa, Invasion è ambientato nella classica, tranquilla cittadina americana (Homestead, Florida) che sotto la coltre nasconde misteri inquietanti, tra cui indizi di una possibile invasione aliena... Infine l’operazione-nostalgia: su La7 dal 16 luglio parte Deadwood (poi ogni domenica alle 22.50), ovvero cowboy e saloon, sceriffi e pistoleri, pionieri e praterie... Il western galoppa ancora, almeno sul piccolo schermo.