Poliziotti, parcheggio a pagamento per 1500

Saranno circa 1500 i poliziotti, carabinieri e finanzieri del polo interforze dell’Anagnina che da oggi dovranno pagare per parcheggiare la propria auto. Lo hanno reso noto i sindacati di Polizia, chiedendo la revoca della delibera del X municipio che ha disposto il provvedimento. Nel polo interforze hanno sede Criminalpol, la Direzione investigativa antimafia e la Direzione centrale servizi antidroga. Come ricordato dai sindacati, le tariffe in vigore da oggi, in una zona fuori dal raccordo e adiacente a centri commerciali dotati di ampi parcheggi, sono di 50 centesimi ogni ora di sosta e di 1 euro e 50 centesimi per la sosta giornaliera dalle 7 alle 19. «È vergognoso - ha dichiarato il segretario regionale dell’Associazione nazionale funzionari di polizia (Anfp), Enzo Letizia - che con una delibera estiva si imponga una tassa di parcheggio agli agenti delle forze di polizia. Auspico che il sindaco Veltroni, che anche ieri ha espresso fiducia e riconoscimento per l’operato delle forze dell’ordine, intervenga perchè il X municipio torni sui suoi passi». Nella lettera i sindacati ricordano tra l’altro che «lo spostamento al di fuori del raccordo, voluto dal Dipartimento della Polizia, risponde proprio all’esigenza di alleggerire il centro di Roma e le zone ad alta densità abitativa, perciò la delibera, che costerà circa 300 euro all’anno a ogni agente, appare illogica, una vera e propria tassa».