Poliziotti vestiti da donna per catturare i borseggiatori

In Giappone una speciale squadra di agenti con parrucca, tacchi a spillo e borsetta di lusso va a caccia dei rapinatori. Ma da ottobre nessuno è ancora caduto nella trappola

Poliziotti travestiti da donna per cogliere sul fatto ladruncoli e scippatori. Nelle strade di Nagoya, in Giappone, la polizia ha istituito una speciale unità di agenti che nelle ronde notturne vanno in pattuglia in abiti femminili, con tanto di parrucca, tacchi a spillo e borsetta di lusso a tracolla.
Tra i requisiti richiesti ai candidati ad un posto nella speciale squadra, c'è la velocità nei movimenti ma, soprattutto, essere cintura nera di judo o karate. "Gli agenti di corporatura massiccia verrebbero subito smascherati", ha spiegato un funzionario al quotidiano giapponese "Asahi" per giustificare la bizzarra iniziativa.
"È da vigliacchi prendere di mira il sesso debole", ha spiegato con fierezza all'intervistatore uno dei poliziotti della unità speciale. Il quotidiano nipponico spiega infine che la squadra di agenti travestiti da donna è stata formata nello scorso ottobre. Ma, fino ad ora, nessuno è caduto nella trappola e non è stato colto sul fatto nessun borseggiatore. Forse i poliziotti, benché con gonne e tacchi, non risultano poi così femminili.