Pollaio sotto il Duomo non c’era l’ordinanza?

Nonostante il divieto e le multe salate si continua a vendere becchime ai turisti

Piazza Duomo sotto assedio. Di piume e becchi. Di piccioni, Nonostante l’ordinanza del sindaco che vieta di dare da mangiare ai volatili, ahinoi, simbolo di Milano, i turisti incuranti del divieto - forse anche per il fatto che nessuno lo fa rispettare - si ostinano a dare da mangiare ai colombi, come fa notare il nostro lettore Giuseppe Nava. Al primo posto della classifica degli amanti dei piccioni ci sono senza dubbio i giapponesi che adorano addirittura farsi «ricoprire» dai piccioni, mostrando orgogliosi il cibo nel pugno.
Ma l’esasperazione per i colombi in città è tale che ieri pomeriggio un uomo di 55 anni, forse già un po’ nervoso di suo, è stato denunciato con l’accusa di maltrattamento di animali perché intratteneva la folla in piazza Duomo strappando le piume ai piccioni. Quando gli agenti sono arrivati l’uomo aveva attorno a sé alcune decine di passanti per metà inorriditi e per metà divertiti. Il 55enne prendeva i volatili, li nascondeva sotto la giacca e subito dopo li scaraventava a terra. «Il fatto che volete controllarmi è un’ingiustizia - ha detto - io sono Satana». È stato portato in Questura per accertamenti.