Il Polo si ricompatta, crisi addio

«Il commissario? Solo una battuta». Pace fatta e «tanto rumore per nulla», assicurano i neoresponsabili cittadini di Fi, Luigi Casero e Maurizio Lupi, dopo il pranzo offerto da Albertini. Al quale, per An, hanno partecipato Ignazio La Russa e Riccardo De Corato. «Non ci saranno né dimissioni, né elezioni anticipate». «Un clima sereno e grande unità - commenta La Russa -. Se c’era chi sperava di poter mettere zizzania, è rimasto deluso». Per Lupi «l’intento del sindaco e dei partiti è unico, governare bene la città e la cosa importante per farlo è lavorare insieme». Tutti insieme. Tanto che si danno ormai per scontati il ritorno della Lega in giunta (anche se ieri si è temuto il peggio dopo un «cialtroni» rivolto dal sindaco ai leghisti che non rispettano i patti, ma poi Albertini ha precisato che il suo tono era scherzoso) e il rimpasto con cui affrontare l’ultimo anno di amministrazione e la campagna elettorale per il 2006. Intesa, dunque, sui tre temi su cui rischiava di affondare il centrodestra. Della Sea si venderà solo il 30% e il Comune manterrà la maggioranza del pacchetto azionario; si venderanno solo le case senza inquilini e i negozi vuoti; bond per ridurre il costo dei mutui accesi in passato dal Comune.

Annunci

Altri articoli