Polo Tecnologico Nautica/1 Seasmart, quando il «gioielliere» sale a bordo

«Partiamo dalla funzione dell’oggetto e studiamo il design in relazione al suo uso finale, al materiale in cui verrà prodotto e alla tecnologia impiegata. L’oggetto è quindi il risultato della combinazione ottimale tra le variabili: funzione-estetica-produzione».
Enrico Francolini, laurea in economia, è il responsabile commerciale di Seasmart, l’azienda di Pesaro fondata nel 2007 da Marco Del Prete e Mirko Antonelli. Il primo, imprenditore nel settore degli stampi. Il secondo, ingegnere meccanico e industrial designer, che ha sviluppato numerose attrezzature di coperta per imbarcazioni da regata. La società fa parte di quel «polo tecnologico» nato meno di un anno fa nell’entroterra pesarese da un’intuizione di Tilli Antonelli (ex presidente Pershing, nessuna parentela con Mirko), oggi a capo del cantiere Wider.
Del Prete e Mirko Antonelli cominciano a ideare prodotti custom per la nautica e realizzano i primi prototipi delle ormai famose bitte a scomparsa.
«Seasmart - continua Francolini - si rivolge a coloro che pensano la propria imbarcazione come un oggetto esclusivo, che ricercano la perfezione dei dettagli. Il nostro obiettivo è proprio quello di progettare oggetti dal disegno accurato che possano accrescere il valore di un’imbarcazione. E che rendano unica una barca. Mi piace sottolineare che le nostre competenze, oltre alla passione per il mare e alle migliaia di miglia percorse, derivano dall’esperienza pluriennale nel settore della meccanica e in quello degli stampi in ambito automobilistico e aeronautico. Ciò si riflette nella progettazione e nella realizzazione dei nostri prodotti. Ma soprattutto nell’assistenza tecnica».
Accanto ai prodotti standard, Seasmart realizza anche prodotti custom su espresse specifiche del cliente. I materiali utilizzati sono di altissima qualità: acciaio inox «Aisi 316», acciaio inox ad alta resistenza «17-4 Ph», nitronic, leghe di alluminio anticorodal, ergal, titanio. Alcuni di questi subiscono trattamenti speciali per accrescere le proprietà meccaniche di resistenza. Tutti i materiali sono certificati e ampiamente personalizzabili nelle finiture; sono possibili vari tipi di anodizzazione per l’alluminio, lucidatura per l’acciaio inox, sabbiatura e pallinatura per il titanio.
«I nostri clienti - aggiunge Francolini - sono in gran parte cantieri nautici e studi di progettazione. Ma forniamo stessa assistenza e disponibilità anche agli armatori privati che chiedano un refitting o vogliano personalizzare la propria barca. Non realizziamo prodotti su larga scala. Solo così, infatti, possiamo fornire un servizio esclusivo e di altissimo livello, che parte dallo sviluppo di un’idea e si conclude con la creazione dell’oggetto, secondo i massimi standard qualitativi. Basti pensare alle bitte, ai passacavi, ai tientibene, ma anche alle maniglie, alle cerniere, e altro ancora. Dando sempre grande risalto all’estetica e al design. Rigorosamente made in Italy».
Seasmart (www.seasmart.it) è cresciuta costantemente in Italia e soprattutto all’estero: «Il lavoro che abbiamo svolto con Wider di Tilli Antonelli - conclude Francolini - e che stiamo portando avanti con altre realtà in ambito internazionale, è proprio rivolto alla realizzazione di prodotti dal design curato, collaborando strettamente con il cantiere e i suoi progettisti».