La Polonia tra oriente e occidente

A Milano la comunità polacca è molto attiva, soprattutto in ambito culturale, dove regolarmente si organizzano incontri e seminari per parlare di un Paese in trasformazione, con le sue luci e le sue ombre, sempre più protagonista sulla scena europea. Il prossimo giovedì avrà luogo la presentazione del libro «Polonia Mon Amour». Dalle Indie d’Europa alle Indie d’America di Andrea e Paolo Morawski (ed. Ediesse), un’occasione per i milanesi interessati a conoscere la Polonia nei suoi aspetti storici e attuali, da quel fatidico 1989 quando i polacchi hanno ripreso in mano il proprio destino, sulla scia della rivoluzione di Solidarnosc...
È di questa Polonia, nuova e moderna, che tratta il libro, un Paese europeo a tutti gli effetti che deve tuttavia dialogare con la Russia e i suoi vicini orientali. Attraverso un’analisi dei diciassette anni trascorsi dalla caduta del comunismo fino all’ingresso della Polonia nell’Unione Europea, gli autori irrompono nel passato per meglio spiegare quello recente, grazie anche alle testimonianze riportate di illustri personaggi. Ne discuteranno Sergio Romano e Vittorio Merloni, presidente di Indesit, giovedì 5 ottobre, presso l’Associazione Stampa Estera Milano (ore 18, via Principe Amedeo, 5). Un altro appuntamento per chi avesse perso l’incontro, si svolgerà lunedì prossimo grazie all’Associazione dei Polacchi a Milano.
Con il patrocinio della Provincia di Milano e il Consolato Generale della Repubblica di Polonia, il libro verrà presentato nuovamente con gli interventi di Andrea Morawski e lo studioso Francesco Cataluccio (ore 19, Nuovo Spazio Guicciardini, via Meloni, 3). «Si tratta di un aggiornato, originale, appassionato tentativo di indagine su un Paese che, piaccia o meno, si considera uno dei Sei Grandi d’Europa, al fianco di Francia, Germania, Gran Bretagna, Spagna e Italia», scrive nella prefazione Lucio Caracciolo. Un’occasione per conoscere meglio anche i polacchi che vivono e lavorano nella nostra città.