La Polonia: Unicredit taglierà 6mila posti

Bph-Pekao

Il primo ministro polacco Kazimierz Marcinkiewicz ha confermato anche ieri la sua opposizione al progetto di Unicredit di unire Pekao e Bph, accusando la banca italiana di voler tagliare fino a 6mila posti di lavoro. «La fusione potrebbe dare luogo alla chiusura di numerose filiali e la soppressione di 3mila-6mila unità» ha dichiarato il premier alla vigilia della riunione della commissione di sorveglianza bancaria Knb sul caso. Marcinkiewicz ha contestato l’esclusione del viceministro delle Finanze dalla riunione della Knb della scorsa settimana sul caso Bph ed è possibile che oggi un procuratore del governo si presenti alla riunione, come propone il ministro della Giustizia: «Non conosco la proposta - ha concluso - ma è possibile che la legge preveda questa possibilità». Il ministro dell’Economia Giulio Tremonti ha intanto spiegato ieri di non aver incontrato il ministro delle Finanze polacco Zyta Gylowska.