Dalla poltrona (davanti allo schermo) all'angolo relax appartato ecco gli arredi che assorbono lo stress

L'installazione Joyful sense at work prevede zone jolly per stimolare più idee

A quanto pare lavoreremo fino a settant'anni e passa. Più che pensare a come arriveremo alla pensione, ci conviene guardare in faccia la realtà. Ci aspetta una vita in ufficio. Che siano allora uffici accoglienti e funzionali. Google, LinkedIn & co. si sono già mossi in questo senso. Hanno sedi così belle da far venir voglia d'andare al lavoro anche il lunedì. Trasudano modernità e sono attrezzate per tutto, superfluo incluso, stanze per yoga e pareti per arrampicate incluse. Americanate? Forse. Ma i conti tornano e i fatturati crescono. Senza ambire a tanto, arredo e design possono migliorare davvero la vita aziendale. «La gradevolezza del luogo influenza in positivo le performances, oltre a ridurre stress e assenteismo», dice Cristiana Cutrona, architetto specializzato in smart office. Tanto che si sta diffondendo l'antropodesign, un approccio incentrato sul benessere del lavoratore. L'installazione Joyful sense at work, di Assufficio, esprime bene l'idea. L'ufficio del futuro ha «microclima, illuminazione, acustica, comfort e aspetti percettivi ottimizzati», spiega Marco Predari, presidente di Assufficio. Grigi desk e tristi sale riunioni lasciano il posto a un mosaico di ambienti pensati per favorire il lavoro singolo e in team, formale e non.

E nascono delle zone jolly finalizzate a stimolare idee e strategie. Cambia la prospettiva, se le ore al pc fossero conciliate da soluzioni illuminate come Silent Field, il lampadario di Artemide che regola il rapporto tra luce, ombre e riflessi e assorbe i rumori. Niente male sarebbe inserirlo in studio, magari arredato con il Booster Office di Tonino Lamborghini o con l'Ettore Grand Bureau di Bugatti Home. Per non parlare di quanto sarebbe comodo riunirsi attorno al Jobs di Poltrona Frau o fare call stesi sulla Cinemascope di Philippe Stark. Desk di design, pouf e sedute ergonomiche. Angoli in cui telefonare, incontrarsi o evitare d'incontrarsi. Ad averli, passerebbe (quasi) la voglia di andare in pensione.

CGS